Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Ed ecco il motore di ricerca di Microsoft

Condividi:         ale 1 10 Novembre 04 @ 21:00 pm

Microsoft, la prima casa al mondo nel settore dei software per computer, si butta all'inseguimento di Google.
Dopo 18 mesi di di lavoro - ed una sperimentazione aperta ad una clientela selezionata dallo scorso giugno - l'azienda di Redmond lancia, da domani, una versione riveduta e corretta del suo motore di ricerca Msn Search con l'obiettivo dichiarato di erodere fette di mercato alla società creata dagli ex studenti di Stanford, Sergei Brin e Larry Page.

Il colosso fondato da Bill Gates - ancora indietro nel comparto delle ricerche su Internet - presenterà al grandepubblico un nuovo Msn Search, dal taglio minimalista e, quanto a grafica, molto simile alla pagina web di Google, la prima realtà del settore a livello mondiale.
La mossa di Microsoft la quale, per bocca del suo amministratore delegato Steve Ballmer - ripreso dalla stampa americana - si è detta "pronta a raggiungere i rivali e a superarli", mira ad offrire un servizio di ricerca sempre più accurato e basato - come accade già per Google - su un algoritmo matematico ricavato dagli esperti dei suoi centri di studio.

Il mercato dei motori di ricerca, d'altronde, è una delle nicchie di maggiore fascino per Microsoft la quale - al fine di recuperare posizioni - ha investito nel comparto 100 milioni di dollari. Attualmente il dominio sul mercato appartiene a Google con una quota pari al 35%, seguita da Yahoo! con il 30% (sostenuto anche da massicci investimenti pari a 2 miliardi di dollari negli ultimi tempi) e da Msn con il 15%.
Una percentuale troppo risicata per la creatura di Bill Gates, da sempre abituata a primeggiare in campo tecnologico e costretta - negli ultimi tempi - a combattere una concorrenza sempre più agguerrita su diversi fronti.

Da quello dei motori di ricerca (cui spera di mettere una pezza con Msn Search) a quello della musica digitale (sopravanzata senza mezzi termini dalla Apple) senza contare il comparto browser dove il dominio di Internet Explorer viene sfidato dal consorzio Mozilla il quale - proprio ieri - ha lanciato la nuova versione del suo Firefox (1.0) capace di incrinare (seppure in maniera limitata) la strapotere dell'azienda di Redmond.
In attesa di scoprire quale impatto potrà avere Msn Search sulla platea mondiale degli Internauti, Microsoft può fregarsi le mani per il risultato ottenuto ieri - nel suo primo giorno di vendita - dal videogame per Xbox, 'Halo 2', attesissimo dagli appassionati e subito 'best seller'.

Il gioco - che vede un super-soldato, 'Master Chief', lottare per salvare la Terra dagli alieni - ha garantito 100 milioni di dollari nel suo primo giorno di presenza sugli scaffali dei negozi: secondo quanto riportato dalla rivista Wired, in 11 minuti - dallo scoccare della mezzanotte di martedì - sono state piazzate, negli Stati Uniti, ben 8.500 copie.
Nel corso dell'inverno - avviata la sfida a Google nel campo dei motori di ricerca - Microsoft proverà a lanciare il guanto di sfida, nel settore della musica, anche alla Apple grazie alla immissione sul mercato - così riportava il Wall Street Journal la scorsa estate - di una serie di riproduttori in grado di tenere testa all'iPod (il lettore di musica in formato Mp3 responsabile dei successi recenti della Apple) e un nuovo sistema destinato a sfidare il juke-box online iTunes attraverso una versione aggiornata del programma Windows Media Digital Rights Management il quale permetterà ai sottoscrittori del servizio di trasferire le collezioni di musica contenute sul loro personal computer direttamente sui lettori di musica, anche tradizionali.
(ANSA).

News trovata da Nikk



Un commento a "Ed ecco il motore di ricerca di Microsoft":
ale ale il 10 Novembre 04 @ 18:31 pm

Le solite voci "vicine alla fonte" parlano della giornata di domani come di quella del debutto del nuovo motore di ricerca Microsoft di cui si vocifera e vaneggia da mesi e che da tempo staziona nei laboratori di Redmond in fase sperimentale.

C'è chi dice che questa volta - a proposito dei servizi di ricerca online - Microsoft pagherà molto cara la sua abitudine di arrivare dopo. Altri la pensano in modo opposto, cioè che ancora una volta la società di Redmond saprà convertire il suo essere rimasta alla finestra a osservare le mosse degli avversari in un vantaggio competitivo non indifferente.
Per capire quale delle due correnti di pensiero avrà centrato la previsione occorrerà attendere ancora qualche tempo, poiché fino a ora, sul preannunciato nuovo search engine con il proprio marchio, Microsoft si è limitata a qualche cenno superficiale.
L'ultima esternazione è stata pronunciata dal Ceo Steve Ballmer che proprio ieri, nel corso del meeting annuale con gli azionisti, ha parlato dell'intento di sconfiggere la tecnologia più avanzata oggi disponibile, quella di Google. E di accrescere le dimensioni del business legato alle ricerche in maniera esponenziale, rispetto ai 360 milioni di dollari che l'unità preposta produce attualmente, una briciola se si considera che alla fine dello scorso anno fiscale Microsoft ha registrato nel complesso profitti pari a 36,9 miliardi di dollari.

News tratta da Mytech.it

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: