Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Carte di credito ancora nel mirino? - news originale

Carte di credito ancora nel mirino?

Condividi:         ale 07 Settembre 06 @ 05:00 am

Carte di credito ancora nel mirino?

Purtroppo la clonazione non si è attenuata, anzi è passata nelle mani dei "pirati russi del web", considerati tra i più pericolosi.
Tempo fa anche il nostro Webmaster è caduto nella trappola delle clonazioni, ricordate? Ce lo ha raccontato lui stesso in questo suo articolo. La sua vicenda è analoga a tante altre purtroppo e non c'è accenno di dimuzione del fenomeno per adesso, anzi cresce cresce e cresce. In sei mesi la Polizia Postale Italiana ha ricevuto 1.400 denuncie per phishing, clone di carte, e altre tipologie di crimine informatico.

Sembra proprio che la maggior parte delle clonazioni siano opera di hacker di origine russa, colpiscono prevalentemente l'occidente, attaccano in tanti e con decisione saggiando prima il terreno sul quale colpire: in gergo tale tattica d'attacco è chiamata "botnet"; tale operazione permette all'hacker l'uso di pc zombie ad insaputa del legittimo proprietario che potrebbe essere a sua volta accusato di crimini non commessi. Solitamente vengono scelte banche dati non correttamente custodite, lasciate un po' a se stesse. Un caso menzionato che ho avuto occasione di leggere racconta di una banca dati di clienti di un hotel: l'hacker si è impossessato di tali dati e ha effettuato pagamenti in tutto il mondo con i numeri delle carte di credito raccolte.

È in corso nella capitale la 47esima riunione del Gruppo di Lavoro Europeo sul Crimine Informatico dal quale emergono dati decisamente significativi. Presenti 60 polizie, russa compresa. Cercano di risolvere, provare, capire ma facile non è, "è gente preparata" affermano, è criminalità organizzata su Internet.
350 sono le indagini in corso a livello europeo. Coinvolti 30 siti nazionali, 600 persone e un giro di denaro che ammonta a circa 4 milioni di euro. I computer infettati crescono al ritmo di oltre 9.000 al giorno e le botnet risultano essere fondamentali per portare a termine gli attacchi più complessi e rischiosi non lasciando alcuna traccia.

Conoscere a fondo usi e costumi di tali tecniche aiuta a capirne appieno la pericolosità ma anche l'utente meno esperto può fare qualcosina per limitare il fenomeno. Sui forum lo si legge di continuo: usate antivirus e firewall aggiornati, non aprite allegati ignoti e non credete alle mail che sembrano essere state inviate dalla vostra banca con richiesta di dati. Alzate la cornetta e accertatevi della veridicità di quanto ricevuto; la telefonata vi può salvare il conto :)



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: