Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Carta e penna vs. NoteTaker

Condividi:         ale 15 Settembre 04 @ 15:00 pm

Probabilmente per noi vecchi, nati e cresciuti prima dell'era telematica, carta e penna rimarranno sempre il modo migliore per prendere appunti e subito dopo perderli, in base alle leggi di Murphy, che regolano lo smarrimento delle cose utili.
Per i più evoluti invece, esistono dispositivi come il Mobile NoteTaker di Pegasus, che permette di memorizzare appunti scritti su un vero foglio di carta, magari passandoli direttamente a Word; la soluzione sembra perfetta, ma ci sono alcuni prolemi, rilevati da trustedreviews.com.

L'elenco delle magagne è cospicuo, e comprende tra l'altro il peso eccessivo, la difficoltà di accesso ai pulsanti, le troppe e diverse batterie richieste, peraltro senza indicatori di livello. Inoltre il riconoscimento della scrittura può essere difficoltoso se la pressione è troppo scarsa.
Per quanto riguarda il software, quello fornito in dotazione con Pegasus, chiamato Pen2Text, non va al di là delle funzioni più banali, e per il resto si appoggia su Office XP che pertanto deve essere necessariamente installato.
Qualche problema di troppo lo presenta anche il collegamento (o meglio, lo scollegamento) dal pc, che riesce addirittura a mandare in crash il PC se prima non si spegne la penna.

Quello che sembra scandalizzare maggiormente il severo recensore, rimane comunque il prezzo: in effetti 150 sterline per un oggetto del genere sembrano una richiesta eccessiva, anche se esistono modelli simili con costi leggermente più bassi, alcuni dei quali si possono solo collegare al PC oppure portare anche in giro autonomamente. Una veloce ricerca con Google mi ha dato ad esempio questo risultato.

Se vogliamo essere tecnologicamente ottimisti possiamo pensare che i difetti di questi gadget verranno presto corretti, e tra qualche anno più nessuno userà carta e penna per prendere appunti, con grande sollievo della foresta amazzonica.
E' possibile anche pensare qualcosa di leggermente diverso: questi dispositivi si diffonderanno quando saranno in grado di fare di più del semplice (ed economico, universale, versatile...) appunto cartaceo, ad esempio andando a salvare gli appunti su un'area internet per garantirne la persistenza anche in caso di smarrimento del prezioso hardware. Portiamo pazienza, e forse tra qualche anno ne riparleremo.

Davide Panceri - Programmazione.it


News correlate a "Carta e penna vs. NoteTaker":


Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: