Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Canone tassa Tv anche per Computer? Rai scarica domanda all'Agenzia Entrate

Condividi:         ale 24 26 Novembre 07 @ 11:45 am

Canone tassa Tv anche per Computer? Rai scarica domanda all'Agenzia Entrate

Qualche settimana fa avevamo scritto alla Rai per sapere se anche l'Aduc, in possesso di alcuni computer, dovesse pagare il canone speciale di abbonamento alle radiodiffusioni (1). La nostra richiesta è uno dei molti modi con cui stiamo cercando di capire il motivo per il quale il canone/tassa è richiesto ai cittadini anche per il solo computer, ma non alle aziende.

Oggi, per lettera semplice, dalla Rai ci giunge la seguente comunicazione:
"Con la presente vi informiamo di aver inoltrato la vostra lettera pari oggetto datata 29 ottobre u.s. per competenza all'Agenzia delle Entrate. Sarà nostra cura rendervi noti i termini della risposta non appena perverrà. Con i migliori saluti, Stefano Argenti (direttore Direzione amministrazione abbonamenti)".

Per capire il valore di questa non-risposta, è necessario ricordare quanto segue:
1. Per "Risponde Rai", il servizio di informazione sulla tassa tv, il canone va pagato non solo per il computer, ma anche per apparecchi come iPod, videocitofono, cellulari di nuova generazione, e così via. (2)
2. Se alle richiesta di pagamento del canone si risponde di non essere in possesso di un televisore, la Rai chiede l'invio di una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà in cui il contribuente deve giurare di non avere neanche "personal computer, decoder digitali e altri apparecchi multimediali". (3)
3. Nella lettera inviata nelle settimane passate a milioni di contribuenti che non pagano il canone, la Rai parla di tassa dovuta anche per il "personal computer". (4)
Insomma, da una parte la Rai pretende spavaldamente il canone anche per il computer da milioni di famiglie e cittadini privati. Dall'altra, quando non si tratta di cittadini privati, ma potenzialmente di milioni di aziende, la Rai non è poi così sicura, e scarica la domanda bollente su altri. Se infatti la Rai ci avesse risposto in maniera affermativa, così come l'Aduc anche i quattro milioni di aziende con computer, associazioni, studi professionali, etc. dovrebbero da qui in avanti pagare il canone speciale fuori dall'ambito familiare -soggetti che oggi non lo pagano ([url=http://www.aduc.it/dyn/rai/comu.php?id=198240
]5[/url]). Vedremo se anche l'Agenzia delle Entrate confermerà questa illegale disparità di trattamento a scapito delle famiglie italiane. Nel frattempo, se il Governo facesse il suo dovere di informazione, potrebbe anche rispondere all'interrogazione parlamentare che in materia gli ha rivolto l'on. Donatella Poretti (6). Noi, per il momento, pazientiamo, attendendo Agenzia delle Entrate e Governo, ma, siccome la nostra richiesta alla Rai l'abbiamo presentata come messa in mora, fra un po' saremo costretti a rivolgerci alla magistratura per avere una risposta: sembra assurdo, ma per sapere se e come pagare una tassa, è necessario rivolgersi ad un giudice...

Pietro Yates Moretti, consigliere Aduc
Qui il settore dell'Aduc dedicato al canone Rai.



24 commenti a "Canone tassa Tv anche per Computer? Rai scarica domanda all'Agenzia Entrate":
Fragola Fragola il 29 Novembre 07 @ 17:01 pm

Salve,ho appena terminato la lettura della news e mi chiedevo se mi poteste dare un consiglio.
Non avendo la televisione ho inviato una comunicazione all'agenzia delle entrate competente che mi ha inviato la dichiarazione di notorietà da compilare.
In tale dichiarazione si menzionano anche i computer, e siccome ne posseggo uno, non vorrei incorrere in problemi reinviando la dichiarazione. Cosa mi consigliate di fare?
Grazie dell'attenzione.

G. Radici G. Radici il 24 Febbraio 08 @ 23:47 pm

E' curioso che l'argomento canone rai - computer ritorni periodicamente! Anche quest'anno mi e' arrivata la solita letterina (stavolta in busta verde!), che pero' stranamente NON conteneva riferimenti a computer di sorta, e sapete perche?
Semplice: l'anno scorso il Governo della Repubblica ha emanato un decreto per un incentivo per favorire la diffusione di dispositivi atti o adattabili alla ricezione della tv digitale (DECRETO 3 agosto 2007 Individuazione delle caratteristiche minime cui devono rispondere gli apparecchi televisivi per accedere alla detrazione fiscale di cui
all'articolo 1, comma 357, della legge 27 dicembre 2006, n. 296), bene i computer - TUTTI, anche il mio commodore 64, il mio amiga 500 e la mia sun ultra 5, NON CI SONO!
Lo stesso Governo Della Repubblica Italiana ha, di fatto, definito cosa e' adatto o adattabile alla ricezione delle emissioni radiotelevisive, meglio di cosi' ...
Comunque, a scanso di equivoci, ai sensi del dpr445/2000, AUTOCERTIFICO che gli elaboratori elettronici in mio possesso (sopra citati) NON sono adatti od adattabili alla ricezione delle emissioni radiotelevisive, chi ha orecchie per intendere intenda (ovvio, l'onere della prova NON e' mio!).
(speriamo che la si pianti di raccontare puttanate sulla favoletta della adattabilita', gli elaboratori elettronici NON sono tutti uguali ...)
Auguri a tutti.
GR

Anonimo Anonimo il 25 Febbraio 08 @ 11:24 am

Beh sta di fatto che un semplice pc può, tramite scheda di acquisizione video, ricevere emittenti radio/tv.
Ma nessuno mi vieta di avere un pc e utilizzarlo solo per quel che è nato: elaboratore dati e nn tv!!
Trovo assurdo pertanto pagare una tassa solo xkè eventualmente POTREI usare un servizio.
Mi sorge un dubbio...ho l'antenna rai quasi dietro casa....a volte sento raiuno sul telefono fisso O_o devo pagare la tassa anche x quello!?!?!? :)
Cmq..resta il fatto che sapere chi ha un pc a casa è una linea diretta anche contro la pirateria...ossia 1 pc = 1 licenza microsoft almeno nel 70% dei casi (se pensiamo a linux)....confermo ...è un'assurdità!!!!
bah bah bah bah bah bah bah ........

Pasquale Monaco (cit Pasquale Monaco (cit il 26 Febbraio 08 @ 20:27 pm

quello che sto per esporre è solo uno sfogo perchè alla fine vincono sempre e solo loro. Perchè pagare il canone RAI a una TV di stato che fa programmi uguali se non inferiori alle tv private? Le tv private si tengono sulla pubblicità, quindi è anche giusto beccarsi di tanto in tanto degli spot, ma la rai che pretende il canone non dovrebbe importunarci con la pubblicità perche PRENDE I NOSTRI SOLDI che sommati a quelli della pubblicità dovrebbe essere più che in attivo ma.......

Luca da Torino Luca da Torino il 27 Febbraio 08 @ 22:59 pm

RIVOLTA!!!
DOBBIAMO FARE UNA RACCOLTA FIRME, E COME DICE UNO SPOT (CHE HO SENTITO ALLA RAI, GUARDACASO) INSIEME SI PUÒ!!! ALMENO 500.00 PERSONE E LA LORO LEGGE VERRÀ ABOLITA!!!!!!!!!!

IGA IGA il 04 Novembre 08 @ 22:40 pm

Non si derve fare una raccolta di firme per abolire la legge, basterebbe essere tutti d'accordo a non accenderela t.v. in una certa ora di unagiornata stabilita almeno per una ora come forma di protesta contro un regimenel nome della "Democrazia".
Dispiaceaffermare ciò, però così facendo, noi Italiani cominceremo a dimostrare chesiamo compatti e che chi sta ai vertici cominci a sentire la voce del popolo contro gli abbusi.
Dimostrimoci nazionalisti come fanno intutte le altre nazioni, ricordndoci che l'Italia siamo noi.

aerre aerre il 30 Gennaio 12 @ 23:35 pm

...ma se una persona non possiede ne tv ne pc ne' altre apparecchiature multimediali deve pagare il canone per i videocitofoni ???("
Per capire il valore di questa non-risposta, è necessario ricordare quanto segue:
1. Per "Risponde Rai", il servizio di informazione sulla tassa tv, il canone va pagato non solo per il computer, ma anche per apparecchi come iPod, videocitofono, cellulari di nuova generazione, e così via")... no comment......

luk luk il 31 Gennaio 12 @ 14:50 pm

Vi ricordo anche la tassa dell'equo compenso che TUTTI i cittadini Italiani pagano al momento dell'acquisto di un supporto di memorizzazione dati (HDD, DVD, etc...), solo per il motivo che questi POTREBBERO esser utilizzati per memorizzare materiale coperto da Copyright.
I calcolatori pertanto vengono presi di mira che essi vengano o meno utilizzati a puro scopo professionale.

gianfranco gianfranco il 01 Febbraio 12 @ 10:37 am

trenta anni fa si parlava già di questo argomento anche se non con le stesse estensioni a pc etc. non è cambiato nulla da allora, rai con pubblicità troppo invasiva, stipendi e retribuzioni ad attori e simili troppo elevate, tutto esattamente come oggi, e non si muove una foglia...quelli che non pagano il canone vengono chiamati "evasori" perché dicono il "canone rai" è una tassa come le altre, ma allora non chiamatelo "canone di abbonamento" il canone di abbonamento è e deve essere volontario non obbligatorio. Come dice una pubblicità " paghi solo quello che vedi" FURBONI sarebbe diverso dire "vedi solo quello che paghi " vero? (sky e simili) personalmente pago il canone rai, e non mi sembra uno scandalo vista la grande offerta di canali attuale, se confrontata a sky è molto ma molto più economica, e non è poi così scadente al confronto (ho anche l'abbonamento a sky), però è ingiusta la pubblicità sia della rai che quella sky che è differentemente impostata ma esagerata tanto quella rai se non di più.In conclusione, meglio pagare 112 euro alla rai annualmente che pagare cifre molto superiori per le varie pay tv, che di sociale hanno molto poco, poi ogni persona la pensi come vuole ed agisca come crede.

fredric fredric il 15 Febbraio 12 @ 19:02 pm

Si va be io ho pagato 112 euro di canone per casa mia,mia madre altrettanti che abita sotto di me e oggi 15 febbraio mi arrivano due bollettini da rai per il pagamento di un canone speciale per aziende (ho due uffici con computer) e sottolineo che non ho televisori e che non guardo la tv al lavoro.Per farla breve dovrei pagare 802,00 euro di canone.
Vi dico che non ho intenzione di pagare e non mi si venga a dire che sono un ladro evasore. Qui i ladri sonorai 1000,00 euro di canone annui,siamo veramente arrivati alla frutta, mamma mia che tristezza.

Martina Martina il 16 Febbraio 12 @ 10:13 am

Questa mattina mi è arrivato 1 bollettino da rai per il pagamento di un canone speciale per aziende ( ho solo un ufficio di rappresentanza, quindi senza pc) di 401,00 euro, non so su che base sia stato fatto questo calcolo!!!! IO NON PAGO!!!!

Anonimo Anonimo il 16 Febbraio 12 @ 13:55 pm

fra un po vi tassano per scorreggiare gas nocivi

Anonimo Anonimo il 17 Febbraio 12 @ 15:34 pm

E vergognoso! Sono d'accordo che le tasse vanno pagate,ok..maqua di tutt'erba facciamo un fascio! C'è una casa dove non vive nessuno..ce l'antenna - quindi il padrone deve pagare il canone ! Ho 1 PC in ufficio - ci lavoro!,non ho tempo di guardare ne film,ne tutto il resto di divertimento,ma sopratutto non ho bisogno di qiello in ufficio !!! Ditemi una raggione per quale io debba pagare i canoni per
1) una casa disabitata ;
2) casa dove vivo effettivamente ;
3) ufficio dove lavoro con i programmi professionalidi computer che riguarda tutt'altro che i filmini e registrazioni vari.
Per mantenere la mia ex moglie,i figli,lamia famiglia attualee la mia ditta individuale - lavoro dalle 7.00 del mattino alle 21.00 di sera. Ditemi voi...

Anonimo Anonimo il 18 Febbraio 12 @ 22:38 pm

che schifo!!!!!!addirittura la tassa sui videocitofoni! è una vergogna! sono dei ladri!!!!cmq ma la tassa speciale è solo per le aziende o anke per le famiglie?

Anonimo Anonimo il 19 Febbraio 12 @ 11:23 am

Salve,penso che bisognerebbe cominciare a non guardare più i programmi Rai che sono prevalentemente tv spazzatura salvo qualche programma di Rai tre. Inoltre da sempre ci chiedono un oneroso canone che viene male utilizzato dall'azienda per pagare compensi irragionevoli a persone che per lo piu' manderei a sudarsi la pagnotta come fanno tanti italiani ogni giorno. Persone che spesso rappresentano il peggio dell'Italia, volgarità e ignoranza.personaggi per lo più appartenenti al sistema delle raccomandazioni e del clientelismo aziendale e politico. Bisognerebbe organizzare una class action per chiedere il rimborso del canone per lo spreco di denaro pubblico e sopratutto una Gionata nazionale di protesta in cui non guardiamo programmi Rai.




Roby Roby il 19 Febbraio 12 @ 14:32 pm

Molto probabilmente il discorso videocitofoni è stato letto o scritto male: videotelefoni semmai... Comunque la tristezza vera è una : non ci sono vere situazioni particolari Per l'esclusione ( sebbene ce ne siano aiosa: convivenze, Abitazioni diverse, etc eeee poi vai a leggere in rai che tra le classi esonerate ci sono i militari eeeee perchè daiiii non se ne puó più e soprattutto non c'è mai un confronto o un dialogo con uffiici seri preposti a ció... Povera italia ferma al 1938 !!!

No vedent No vedent il 19 Febbraio 12 @ 18:51 pm

Anche le persone cieche devono pagare il canone rai, sembra una bufala, ma è tristemente vero.

temporaly@mennone.it temporaly@mennone.it il 19 Febbraio 12 @ 20:44 pm



Normal
0
14


false
false
false







MicrosoftInternetExplorer4






/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Tabella normale";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:"Times New Roman";
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}



Proposta per risolvere il
problema canone RAI definitivamente e senza dolore.

Poiché la nuova proposta
obbligherebbe tutti gli utenti del web al pagamento di un canone RAI a mio
parere basterebbe rendere possibile la visione in dei programmi della Rai solo ai
possessori di una password ottenibile a
pagamento iscrivendosi al sito opportunamente
predisposto e obbligare obbligare la RAI di permettere la visione dei suoi programmi
solo a chi possiede tale password come fa qualunque sito che esercita commercio
elettronico via web mentre per chi visiona i programmi via etere il possesso di
una smart card a pagamento (tipo Sky),
non penso sia così difficile da realizzare una situazione del genere per rai. Forse
maliziosamente invece penso che rai abbia costruito il suo sito per la visione
via web e l'ascolto delle trasmissioni radio aperte a tutti non per bontà o per
informazione aperta a tutti come va sbandierando, ma bensì solo per poi dopo, come
sta' facendo adesso, chiedere a tutti i possessori di computer o apparati
assimilabili un canone. Certamente molto più vantaggioso per rai! Non sarà che
forse è più conveniente pretendere un canone obbligatorio da tutti i telefonini
computer e diavolerie elettroniche che usano uno schermo? O, invece costruire
un sito che permetta la visione dei programmi rai e l'ascolto delle radio rai solo
ai loro clienti paganti di un canone, che quindi possano avere l'accesso via
web tramite chiavi da loro fornite?

Libero Pensatore Libero Pensatore il 20 Febbraio 12 @ 11:06 am

Che cripti i suoi programmi...che a molte persone non interessano..ed il problema e' risolto...
oppure si privatizza questa Rai che fa pena come le altre tv...ne piu' e ne meno...ed il problema e' risolto... le uniche cose che dovrebbero rimanere pubbliche e/o affiancarsi ai servizi privati sono sanita',scuole, Universita'...per garantire il diritto alla salute ed all'istruzione... gli altri servizi sono una specie di fregatura...giacche' li paghiamo piu' di una volta...una volta con le tasse e poi di nuovo....pensate ai trasporti per esempio!!
Mica i trasporti in Italia costano meno che altrove!! semmai l'esatto contrario... ed il servizio e' pure notevolmente piu' scarso... quindi riflettiamo e non facciamoci prendere in giro dando retta alle varie propagande politiche... abbiamo un cervello... usiamolo!!!

Libero Pensatore Libero Pensatore il 20 Febbraio 12 @ 11:13 am

Quindi ricapitolando ottima l'idea... della password riservata a chi paga per vedere i programmi rai... con conseguente eliminazione del canone per apparecchi diversi dalla tv... una volta inibito l'accesso web a chi non possiede la password... seconda idea criptare anche i programmi tv ... con smart card riservata a chi paga l'abbonamento con conseguente eliminazione del canone rai per chi non e' interessato ai loro programmi... terza idea privatizziamola e facciamola finita con questo canone!!!

Gianni Fippi Gianni Fippi il 20 Febbraio 12 @ 14:48 pm

Premettiamo che la rete è luogo libero ove chi pubblica rende disponibile i contenuti di ciò che ha pubblicato quale condivisione, nel rispetto della proprietà intellettuale. Bene, chi ritiene che i contenuti debbano procurare un guadagno opera la condivisione con filtri che, atraverso una user id ed una password rilasciate dietro corresponsone di un prezzo, rende disponibili i contenuti solo a chi paga. Milioni di aziende in tutto il mondo agiscono così. Ed il contratto risulta sinalagmatico se accettato, nei modi dovuti, dai due contraenti. Il creare un contratto unilaterale che impone un pagamento a chi nopn l'abbia scelto è un contratto innanzitutto nullo davanti a qualsiasi magistrato inoltre risulta arbitraria (e quindi vessatoria nei fatti) l'interpretazione dell'articolo 12 del plurinominato regio decreto per il quale, consentite un arbitrio allo scrivente, l conversione di £ 81 in euro porta (senza rivalutazioni avendo cambiato valuta) a circa €0,042. Ma in tutto questo LA COMUNITA' EUROPEA CHE DICE?
Confido in una presa di posizione delle associazionidi consumatori e di categoria delle imprese.
Gianni Fippi

Fabio Fabio il 20 Febbraio 12 @ 21:25 pm

La comunita' europea dice che il costo medio della benzina e' 1.4 , che non esiste la tassa sul P.C , cose vere. Bugie che la media degli Italiani sono piu' ricchi. ???

Fabio Fabio il 20 Febbraio 12 @ 21:30 pm

Dimenticavo...ma non bisognava colpire I soliti IGNOTI e non I soliti noti .. AUGURI

Paolo1966 Paolo1966 il 21 Febbraio 12 @ 17:25 pm

il canone Rai è tra le tasse piu odiose e inutili che esistono,e la cosa piu antipatica è che i vari pagliacci,che popolano questo carrozzone ostentano un certo servizio pubblico,ma che significherebbe"SERVIZIO PUBBLICO"?Tutta la mia ignoranza mi fa pensare a dei servizi a favore del cittadino che con i soldi delle tasse a loro estorti usufruiscono di servizi tipo SANITA',TRASPORTI E TUTTI QUEI SERVIZI DOVE IL CITTADINO CHIEDE UN SERVIZIO E MOLTO SPESSO E FORTEMENTE LACUNOSO!!!!!!!!!Solo in alcune realta vedi EQUITALIA il servizio viene espletato con zelo e sopratutto velocita,incomincio ad odiare l'italia dove noi cittadini siamo diventati ospiti vessati dalle tasse,prossimamente ci trasferiremo in uganda

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: