Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Canone Rai 2012-2013: pagamento in dichiarazione dei redditi

Condividi:         webmaster 8 19 Novembre 12 @ 10:00 am

Il canone Rai dal 2013 potrebbe essere pagato in dichiarazione dei redditi 2013.

Sembra che il governo Monti sia al lavoro anche su un piano per trasformare il canone Rai in un prelievo fiscale ineludibile facendolo pertanto diventare una tassa.

Ecco, dunque, che l'abbonamento alla tv di Stato si potrebbe trasformare in un prelievo da effettuarsi in sede di dichiarazione dei redditi. Questo quanto riportato da Milano Finanza.

Secondo l'ipotesi di lavoro, il prelievo del canone verrebbe fatto direttamente sulla dichiarazione dei redditi, secondo modalità che devono però ancora essere definite. Rimane da capire come potranno essere gestiti i nuclei familiari o se l'imposizione verrà fatta semplicemente sulla persona fisica, ovviamente con un canone rivisto nel costo. Se il costo del canone restasse analogo a quello di oggi, si otterrebbe un introito aggiuntivo per l'erario di quasi mezzo miliardo di euro. Questo sistema sembra sia stato pensato per azzerare, o quasi, l'evasione del canone considerano l'elevato numeri di cittadini che non lo pagano.



Continua a leggere questa notizia su webmasterpoint.org.

News correlate a "Canone Rai 2012-2013: pagamento in dichiarazione dei redditi":


8 commenti a "Canone Rai 2012-2013: pagamento in dichiarazione dei redditi":
Bucaniere Bucaniere il 19 Novembre 12 @ 12:23 pm

Allora, sarebbe ora di piantarla di chiamarlo "canone"!E che cavolo, un canone si paga in base all'uso, una tassa no. Sti imbecilli continuano a chiamarlo canone ma a considerarlo una tassa, un po' di possesso, un po' tassa per esistere (anche uno smartphone dovrebbe pagare! O un pc. E le banche, le poste, i comuni, le ferrovie!).Vi ricordate la "tassa di circolazione"? Tempo fa furono più coerenti e la convertirono in tassa di proprietà.Facciamola finita e mettiamo l'ennesimo balzello nello zaino dei contribuenti per un servizio di cui nessuno sente ormai la vera esigenza e il cui livello è imbarazzante.Solo un motivo in più per un'altra randellata nel groppone quando sarà il momento (non lontano).

Veccia Veccia il 20 Novembre 12 @ 06:26 am

Sarebbe anche l'ora che mezza Italia che non lo paga iniziasse a pagarlo

Bucaniere Bucaniere il 20 Novembre 12 @ 08:54 am

Sarebbe anche ora che prima di chiedere soldi si desse qualcosa in cambio

gianfer gianfer il 20 Novembre 12 @ 10:59 am

pago regolarmente il CANONE Rai pur guardando raramente le sue trasmissioni privilegiando altre emittenti private e Sky, tuttavia recentemente vedo che è migliorata di molto nei programmi sui canali "secondari" aumentati di numero e contenuti, e mi sembra abbastanza completa.

Mi da ancora molto fastidio la pubblicità, sia durante i film che a cavallo dei programmi, questa DOVRA' sparire nel momento stesso in cui verrà cambiata la dicitura da "canone" a "tassa" in quanto io come cittadino accetto di pagare una tassa, ma non voglio pagare una TASSA PER VEDERE LA PUBBLICITA', SBAGLIO?

webmaster webmaster il 20 Novembre 12 @ 14:39 pm

che si chiami tassa o canone la pubblicità potrà solo aumentare

marco marco il 12 Dicembre 12 @ 07:59 am

mi permetto solo di commentare che il canone rai, purtroppo, E' SEMPRE STATO UNA TASSA...
e se non si paga, sempre purtroppo, si può essere perseguiti per evasione fiscale...

Maxmula Maxmula il 17 Dicembre 12 @ 15:01 pm

Non è una tassa, è un'imposta...
Comunque alla fine il risultato non cambia, tocca pagarlo comunque... e qui tralascio i soliti commenti ritriti che da decenni alimentano i flame contro Mammarai su tutti i forum dell'Orbe Terracqueo...

Ciao,
Max

edo edo il 04 Febbraio 13 @ 21:53 pm



Peccato !!! da un pò chenon scrive nessuno enon sò sesi leggerà , spero che chi ha scritto rifletta in altro modo e si chieda perchè ...altre reti televisive si " automantengono" con la pubblicità pechè noi "ITALIANI" dobbiamo pagare un"imposta obbligatoria ? per cosa ?per avere comprato con i nostri soldi un tvcon 21% di iva ......pagarci la corrente21%iva ........istallare un"antenna 21%iva.....uscita tecnico21% iva ecc... ecc ...quanto ci costa questa visione della tv ?" NOI ITALIANI " quante cose paghiamo in forma di tasse ed imposte ,la maggior parte essendo denominate "persone fisiche" non imprese nonscarichiamo NULLA ,le piccole medie imprese ,alcune cose le scaricanoequanti doveri compiono per adeguarsi alle norme ? A differenza delle grandi imprese (che con degli redditi d'impresa superiori) determinate spese non le sfiorano e rientrano ed ottengono vantaggi che le piccole medie imprese non possono usufruire ....bisogna smetterla di farci prendere per ilsedere !!!!! (giusto per essere educato)esempio la Fiat che ha sovvenzioni statali , ma i nostri imprenditori le hanno .... anche loro producono ed hanno dipendenti in quantita inferiore ..ma sempre produttivigrazie Edo

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: