Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Cameraphone: scatti osé a raggi X

Condividi:         ale 10 27 Ottobre 04 @ 17:00 pm

Pare che alcuni utenti giapponesi, dopo aver messo un filtro di nuova concezione all'obiettivo dei loro telefonini, si siano ritrovati in possesso di foto particolarmente apprezzate dai voyeur.

Dopo aver ideato un nuovo filtro per consentire ai cameraphone di migliorare gli scatti e le riprese notturne, l'inventore giapponese Yamada Denshi si è ritrovato suo malgrado protagonista di una vicenda al crocevia tra l'innovazione che ha del clamoroso e la bufala tecnologica in piena regola.

Tralasciamo per il momento ogni commento sulla sua verosimiglianza o meno e vediamo di che si tratta. Come accennato all'inizio, l'invenzione consiste in un filtro di nuova concezione da montare sull'obiettivo dei fotofonini, per consentire loro di migliorare la qualità degli scatti al buio.

In Giappone, gli utenti - soprattutto i possessori dello Sharp V602-SH - che hanno utilizzato l'add on si sono ritrovati in possesso di scatti molto particolari, nei quali risultava addirittura visibile la biancheria indossata sotto i vestiti dal soggetto ripreso. Il filtro trasformerebbe il dispositivo al quale viene associato in un visore a raggi X. O, per dirla in altro modo, nel naturale erede hi-tech dei leggendari "occhiali a raggi X" tanto in voga qualche anno fa e che oggi sono un'icona trash tra le più note.

di Fabio De Lorenzi - MyTech


News correlate a "Cameraphone: scatti osé a raggi X":


10 commenti a "Cameraphone: scatti osé a raggi X":
ziocozzo ziocozzo il 02 Novembre 04 @ 17:47 pm

Mi sembra una bufala clamorosa. Per generare i raggi X occorrono tensioni elevatissime per accelerare elettroni e farli ultare contro una parete (tipo tubo catodico). Non credo che tale dispositivo sia integrabile in un telefonino. Altro discorso sarebbe se si parla di infrarosso, ma, in tal caso, si avrebbe solo un'immagine b/n.
Da tenere conto anche che i raggi X attraversano i vestiti e il nostro corpo (facendo venire il cancro) e quindi il soggetto sta tra la sorgente e il ricevitore, mentre nelle foto normali la sorgente di luce (anche infrarossa) e il ricevitore sono di fronte la soggetto. Non conosco altri modi di generare raggi X in modo "portatile".

ale.com ale.com il 03 Novembre 04 @ 19:10 pm

..e del resto ad oggi non e' possibile utilizzare i raggi x per uno scopo simile.
non prendere tutto quello che leggi alla lettera, questi "raggi x" non sono fisici ma sono i "raggi x" dei fumetti..
rileggi con attenzione la prima riga: "dopo aver creato un nuovo FILTRO".

Sergio1983 Sergio1983 il 04 Novembre 04 @ 00:52 am

Sì, e dopo aver creato il FILTRO i nostri amici si sono fumati il resto, partorendo questa news clamorosa. Bravi.

Rosaspina Rosaspina il 04 Novembre 04 @ 22:02 pm

ma chi li vende, la ditta same govij??in omaggio un coppia di scimmie di mare!
i più grandicelli ricorderanno :-)

ale ale il 08 Novembre 04 @ 10:20 am

mah ne parla anche pi
http://punto-informatico.it/p.asp?i=50189

dedalo dedalo il 08 Novembre 04 @ 23:50 pm

Alcune frequenze dello spettro radio (nell'intorno dei 10 THz) sono in grado di attraversare plastica, carta, tessuti, muri domestici rendendoli praticamente trasparenti. Un visore in queste frequenze credo che permetterebbe "in teoria" di realizzare i famosi "occhiali a raggi x". Tutto ciò è realmente in studio, non per vedere la gente nuda ovviamente, ma per applicazini più serie come la sicurezza negli areoporti, le comunicazioni wireless, la medicina (analisi precoce dei tumori della pelle). Tuttavia, ammesso che questo un giorno sia possibile, al momento non è ancora realtà per il fatto che non sono ancora realizzabili commercialmente né sensori, né sorgenti laser che siano in grado di lavorare a queste frequenze del lontano infrarosso. Esistono dispositivi laser sperimentali che però devono lavorare a temperature molto basse, forse tra alcuni anni si realizzeranno i primi che possano lavorare a temperatura ambiente.
FORSE i famosi occhiali non sono così impossibili... =)

rebekka rebekka il 12 Novembre 04 @ 10:56 am

sulle videocamere Sony sono installati dei led infrarossi per effettuare le riprese notturne. nulla di piu' facile che anche su questi telefonini, abbiamo aggiunto un led IR per migliorare le prestazione notturne (vedi le riprese del grande fratello a luci spente).
certo non sono raggi x, la fantasia ha fatto il resto del lavoro, ma sicuramente la visione notturna viene migliorata e cosi' anche il contrasto tra diversi colori degli indumenti e la pelle.
cmq bisogna esser proprio rovinati per fare il voyeur!

marcè marcè il 27 Ottobre 09 @ 17:29 pm

mmmm m piacerebbe provarli sti raggi x nel telefono x fate 1 a foto alle teste d qst simpaticoni x vedere se c'è dentro qlcs

Anonimo Anonimo il 13 Dicembre 09 @ 14:58 pm

ma ke pisciaturo faregano solo soldi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

enrico enrico il 21 Settembre 10 @ 19:27 pm

Ma prima di parlare...studiate.
Non si tratta di raggi x, ma di filtri che lasciano passare solo i raggi infrarossi, ovvero il ...calore. Questo passa ovviamente i tessuti e quindi...con tale filtro le telecamere vedono sotto i vestiti. Semplicissimo ed economico.
Funziona.

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: