Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Bloglab: Local e urban blog - Le città raccontate dai cittadini

Condividi:         ale 16 Maggio 07 @ 19:30 pm

Bloglab: Local e urban blog - Le città raccontate dai cittadini

Incontro-seminario all’interno del progetto Bloglab, in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma.
17 maggio 2007 dalle 10:00 alle 13:00, Polo di Novoli – edificio D5, aula 0.11, Via delle Pandette 21, Firenze.

Tra i presenti annunciati:
Stefano Epifani, Diego Bianchi, Elena Farinelli (IoAmoFirenze e CityLife), Emanuele Tamponi e Barbara Signori (CityOff Firenze), Luca Sartoni , Giovanni Solone, Elena Zannone, Antonio Patti e Enore Savoia.

Durante l’incontro vi sarà anche un momento di verifica di quanto fatto sinora, domande e dubbi tecnici e non - come negli altri incontri di Bloglab.

Un appuntamento molto importante a cui non potevo mancare : occasione di dibattito ed altrettanto un bagaglio culturale.

In cui avrò anche il piacere di incontrate Elena
autrice di Monsummano Terme On line categoria “urban blog” a cui sono stato affidato come fellow … ho sottolineato all’inizio della nostra collaborazione :

IMPOSSIBLE IS NOTHING!
assolutamente vero ! dobbiamo darci da fare con quel poco che abbiamo e sfruttarlo al meglio … Ognuno di noi possiede un talento, importante è avere la costanza e la giusta determinazione, i risultati non tarderanno ad arrivare, ma bisogna crederci !

Elena sta veramente mettendo tutta se stessa in un progetto a cui fermamente crede .. i miei complimenti e un buon lavoro ! come a tutti i ragazzi/e del laboratorio [futuri autori e freelance]

Un vecchio adagio cita “la cultura inizia dai banchi di scuola”

In questa era digitale caratterizzata dal fenomeno internet e web 2.0, la massa di informazioni ed altrettante risorse online è di dimensioni incalcolabili, ma, un libro rimane a priori la migliore fonte di apprendimento ! Libro inteso anche come documento online … che deve però essere accessibile a tutti! blogger? No Grazie! Cittadini Digitali !

Rimango coerente con ciò che faccio e i “contenuti nascosti” di questa piattaforma lo dimostrano … vorrei dedicare due parole ad una persona che stimo molto e che mi ha dato tanta forza di lottare contro “i mulini a vento” Francesco Grossi [aka.zonex] Webmaster ipovedente, un uomo, che chiede solo un suo diritto “vivere internet senza alcuna barriera archielettronica” tempo fà mi ha nominato suo tutor, oggi dico GRAZIE Francesco per la tua perseveranza .. [archivio zonex]

Entrando in Internet si accede ad una massa enorme di dati messi a disposizione il più spesso gratuitamente da altri utenti. Pertanto bisogna portare rispetto verso quanti, spesso in maniera volontaria, hanno prestato e prestano opera per consentire a tutti di accedere a dati ed informazioni che altrimenti sarebbero patrimonio di pochi o addirittura di singoli. In Internet regna un’anarchia ordinata, intendendo con questo il fatto che non esiste una autorità centrale che regolamenti cosa si può fare e cosa no, nè esistono organi di vigilanza.

È infatti demandato alla responsabilità individuale il buon funzionamento delle cose. Si può pertanto decidere di entrare in Internet come persone civili, o al contrario, si può utilizzare la rete comportandosi da predatori o vandali saccheggiando le risorse presenti in essa. Sta a ciascuno decidere come comportarsi. Risulta comunque chiaro che le cose potranno continuare a funzionare solo in presenza di una autodisciplina dei singoli e che incombe il rischio di una autodistruzione di tutta la struttura nel caso di comportamenti incivili di massa.

Leopoldo Saggin
Università di Padova


Enetweb.net autorizza pc-facile.com a riportare la presente news.


News correlate a "Bloglab: Local e urban blog - Le città raccontate dai cittadini":


Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: