Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
In biblioteca con l'e-commerce di Riccardo Porta - news originale

In biblioteca con l'e-commerce di Riccardo Porta

Condividi:         ale 05 Dicembre 06 @ 10:00 am

In biblioteca con l'e-commerce di Riccardo Porta

Settimana scorsa sono andato nella mia cara biblioteca comunale di quartiere.
È rimasta proprio come me la ricordavo dai tempi dell’università. Quante immagini per la testa e quanto tempo passato a far finta di ripassare un compito o un esame mentre l'occhio andava alla ragazza seduta qualche fila più avanti. Tutto è rimasto familiare: al di là di qualche tinteggiata artistica data alle pareti e l'introduzione del noleggio dei DVD, direi che mi sono ritrovato completamente a mio agio.

File di libri ordinati per genere e rigorosamente in ordine alfabetico. Quotidiani e mensili archiviati con scrupolo da mani sapienti.
Totalmente preciso.
Mi sono scoperto a pensare a come spesso abbia lo stesso tipo di percezione su alcuni siti di shopping online. Prodotti suddivisi nelle corrette categorie, semplice navigazione e carrello a portata di click. La usability o la user experience sono indubbiamente fattori di successo. Senza scomodare paroloni e concetti arrivati principalmente da oltreoceano, è chiaro che, curare con la dovuta attenzione il rapporto con un potenziale acquirente, è decisivo tanto offline quanto online.

In rete abbiamo il vantaggio che la maggior parte dei comportamenti è tracciabile: che cosa fa un utente, cosa vuole, quanto tempo dedica o quante volte è già "entrato" nel nostro negozio virtuale. Informazioni preziose. Sfruttando questi elementi insieme alla realizzazione di un sito semplice da navigare, rassicurante, veloce ed intuitivo si rientra a grandi passi "nella confortante biblioteca di quartiere". A volte però non è sempre così: in rete, più di una volta, mi sono imbattuto in negozi online dalla grafica trascurata e con processi di acquisto davvero complessi.

Mi ricordo che volevo comperare banalmente un cellulare da regalare a mia madre: arrivo sul sito, seleziono il prodotto, scelgo la quantità, confermo, scelgo il metodo di pagamento e vado "alla cassa". Lì però non mi riconoscono, è la prima volta che effettuo un acquisto. Mi devo registrare. Bene. Lo faccio e mi viene mandata una email con un link di conferma. Seguo tutto l'iter nel suo complesso e, alla fine, mi ritrovo loggato nel sito ma senza più il mio prodotto scelto nel carrello. Perdo tempo a ricercarlo nuovamente. Così forse non va troppo bene. Qualche cliente si sarà perso per strada (e con lui un buon tasso di conversione). Non funziona anche quando i prezzi sono senza iva, quando i tempi di consegna non sono indicati o quando gli articoli sono annidati all'interno di menu javascript a tendina dove cliccare talvolta diventa una vera e propria impresa.
Così non sono a mio agio.

Rivoglio la mia biblioteca di quartiere che senza insegne luminose e troppi vezzi mi guida facilmente verso quello che sto cercando.
Le biblioteche però esistono da migliaia di anni. I siti di e-commerce no. Prendiamone atto, aspettandoci anche un graduale e continuo miglioramento. Che lo shopping online sia con voi.



Gli articoli di Riccardo Porta:
Intervista a Riccardo Por ... ra Italia Gruppo Lycos Eu
Shopping online e comparatori di prezzo
IAB FORUM 2006
Abbronzato e coccolato su Internet



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: