Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Autocad 2008: scopriamolo assieme nella nostra 1° breve panoramica - news originale

Autocad 2008: scopriamolo assieme nella nostra 1° breve panoramica

Condividi:         ale 11 Aprile 07 @ 05:00 am

Autocad 2008: scopriamolo assieme!

Dopo aver risolto felicemente questo "problemino" dovuto alla lettura del Dvd, vi descrivo sinteticamente le nuove funzionalità del software by Autodesk.

Interessante e molto utile è un Workshop sulle nuove funzioni che si apre all'avvio del software; tale funzionalità permette infatti all'utente di focalizzare immediatamente le migliorie apportate alla nuova versione di Autocad.
Inziamo oggi col vedere una delle otto nuove funzionalità. Di settimana in settimana le analizziamo tutte!

Messa in scala delle annotazioni.

Introduzione.

Messa in scala automatica delle annotazioni: il processo di messa in scala delle annotazioni in varie finestre di layout e nello spazio modello è ora automatizzato. Gli oggetti comunemente utilizzati per annotare i disegni hanno una proprietà chiamata "Annotativa". Grazie a tale proprietà, è possibile automatizzare il processo di messa in scala delle annotazioni in modo che vengano stampate sul foglio nelle dimensioni corrette.
In generale, è possibile definire oggetti annotativi in base alle dimensioni del foglio. La scala di annotazione impostata per le finestre di layout e lo spazio modello determina la dimensione degli oggetti annotativi in tali spazi.

Scala di annotazione: è un'impostazione che viene salvata con spazio modello, finestre di layout e viste modello.
Quando gli oggetti annotativi vengono creati, vengono scalati in base all'impostazione corrente di scala di annotazione e visualizzati automaticamente nella dimensione corretta.
Prima di aggiungere oggetti al modello, impostare la scala di annotazione alla stessa scala delle finestre in cui si desidera visualizzare gli oggetti. La scala di annotazione visualizza automaticamente gli oggetti nel modello nella dimensione corretta.

Oggetti annotativi.

Creazione di oggetti annotativi: è possibile attivare la proprietà "Annotativa" per i seguenti oggetti comunemente utilizzati per annotare i disegni: testo, testom, quote, tratteggi ,tolleranze, multidirettrici, direttrici, blocchi e attributi.
Quando la proprietà "Annotativa" viene attivata (impostata su Sì), gli oggetti vengono denominati oggetti annotativi.
La maggior parte delle finestre di dialogo utilizzate per creare tali oggetti contengono una casella di controllo "Annotativa" in cui è possibile specificare se l'oggetto deve essere annotativo.
È anche possibile modificare oggetti esistenti in modo che siano annotativi, modificando la proprietà "Annotativa" nella tavolozza "Proprietà".
Gli oggetti annotativi visualizzano un'icona speciale quando, in un disegno, si passa il mouse su di essi.

Uso degli stili annotativi: è possibile ridurre al minimo le operazioni per annotare un disegno utilizzando gli stili annotativi.
Gli stili multidirettrici, di quota e di testo annotativo possono creare oggetti annotativi.
Le finestre di dialogo utilizzate per definire tali oggetti contengono una casella di controllo "Annotativa" in cui è possibile specificare se l'oggetto deve essere annotativo.
Gli stili annotativi visualizzano un'icona speciale prima del nome nelle finestre di dialogo e nella tavolozza "Proprietà".

Uso dei blocchi annotativi: con gli attributi e i blocchi annotativi, è possibile combinare più oggetti in un unico oggetto che può essere utilizzato per annotare il disegno.
Se ad esempio si desidera utilizzare oggetti geometrici per annotare il disegno, combinare gli oggetti in una definizione blocco annotativa. È anche possibile creare attributi annotativi per blocchi non annotativi.
Utilizzare queste opzioni quando si desidera che la geometria del blocco venga visualizzata sul foglio in base alla scala della finestra, ma si desidera che il testo dell'attributo venga visualizzato all'altezza foglio definita per l'attributo.

Visualizzazione di oggetti annotativi: il pulsante "Visibilità annotazione" sulla barra di stato "Disegno" o dell'applicazione consente di impostare la visualizzazione di oggetti annotativi.
È possibile visualizzare tutti gli oggetti annotativi o solo quelli che supportano la scala di annotazione corrente.
Ciò riduce la necessità di utilizzare più layer per gestire la visibilità delle annotazioni per le finestre di layout e lo spazio modello.

Aggiunta e modifica di rappresentazioni in scala: quando si crea un oggetto annotativo nel disegno, quest'ultimo supporta una sola scala di annotazione, quella corrente al momento della creazione dell'oggetto.
L'oggetto può essere aggiornato in modo da supportare ulteriori scale di annotazione.
Se sono state apportate delle modifiche alla scala di annotazione sulla barra di stato del disegno o dell'applicazione, è possibile selezionare l'oggetto nel disegno e aggiornarlo in modo che supporti la scala corrente facendo clic su Edita > Scala oggetto annotativo > Aggiungi scala corrente.
Osservare in che modo viene visualizzato l'oggetto alla scala corrente. L'oggetto supporta ora due scale.
Gli oggetti annotativi visualizzano rappresentazioni in scala differenti in base alle scale di annotazione supportate dall'oggetto stesso. Se, ad esempio, una quota annotativa supporta due scale di annotazione, avrà due rappresentazioni in scala.
Quando si seleziona un oggetto che supporta più di una scala, la rappresentazione in scala che supporta la scala corrente risulta evidenziata. Le altre rappresentazioni in scala dell'oggetto vengono visualizzate in grigio.
È possibile utilizzare dei grip per modificare singole rappresentazioni in scala di oggetti annotativi.
Ciò consente di modificare la collocazione di singole rappresentazioni in scala dello stesso oggetto.
Se lo si desidera, è ad esempio possibile visualizzare lo stesso testo in due differenti posizioni in due finestre diverse.
Impostare la scala di annotazione per la rappresentazione in scala che si desidera modificare. Utilizzare quindi i grip per modificarla.

Orientamento delle annotazioni.

Impostazione dell'orientamento delle annotazioni: testo e blocchi annotativi possono essere impostati in modo che l'orientamente corrisponda all'orientamento del layout.
Per default, l'orientamento di tratteggi annotativi corrisponde all'orientamento del layout.
Anche se la vista nella finestra layout è ritorta o non piana, l'orientamento di questi oggetti nelle finestre di layout corrispondono all'orientamento del layout.
È possibile impostare l'orientamento per blocco e testo sia attraverso la tavolozza "Proprietà" sia attraverso le finestre di dialogo "Definizione blocco" o "Stile".


Nella prossima news, in uscita mercoledì prossimo, vedremo le funzioni "Quote e direttrici" e "Tabelle".

Alla prossima!


Nota Bene:
Il Workshop by Autodesk è proprietario delle definizioni inserite in questa news che, nella versione originaria proposta all'utente, sono corredate da mini presentazioni e disegni.


News correlate a "Autocad 2008: scopriamolo assieme nella nostra 1° breve panoramica":


Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: