Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Anonymous smaschera i pedofili su Twitter - news originale

Anonymous smaschera i pedofili su Twitter

Condividi:         webmaster 1 26 Dicembre 12 @ 11:00 am

Anonymous smaschera i pedofili su Twitter

In un'incredibile dimostrazione di solidarietà, Anonymous, il gruppo id hacktivisti Internet, ha aiutato a far bannare l'account di un sospetto pedofilo in meno di un'ora.

Giovedì mattina, @YourAnonNews ha chiesto ai suoi oltre 600 mila follower di scrivere un'email a Twitter segnalando che @many501611 stava postando orribili foto di bambini pubblicamente sul suo account.

La foto del profilo di @many501611 era del quattordicenne Ronan Parke, un cantante Inglese giunto alla fama in seguito alla sua partecipazione a Britain's Got Talent nell'Aprile del 2011. L'account del presunto pedofilo è stato sospeso poche ore più tardi dal social network.

Secondo le policy ufficiali di Twitter riguardanti la pornografia infantile, tutti i tweet e gli account che pubblicano questo tipo di contenuto devono essere segnalati al social network in modo che questo possa rimuovere gli account e segnalarli a sua volta al "Centro Nazionale per i Bambini Scomparsi e Sfruttati."

Questo non è il primo pedofilo segnalato da Anonymous. Il più grande successo del gruppo contro la pedofilia è stata indubbiamente l'operazione condotta a Giugno di quest'anno. Operazione che ha portato all'arresto di 190 pedofili.

Il tutto cominciò il 3 Giugno, quando due politici statunitensi si accorsero di @pandedude, un account da cui venivano postate immagini di pornografia infantile, e uno di questi politici chiese l'intervento di Anonymous. Lo stesso giorno Anonymous creò l'hashtag #TwitterPedoRing chiedendo a chiunque di segnalare gli account di presunti pedofili. Con queste informazioni, Anonymous creò un Pastebin contenente tutti i nomi dei presunti pedofili chiedendo ai suoi follower di mandare un'email a Twitter segnalando i nomi nel Pastebin.

Nel giro di pochi giorni furono raccolti centinaia di nomi e le autorità competenti statunitensi arrestarono 190 persone.

Anonymous è attivo anche in Italia: ricordiamo i suoi attacchi più famosi contro il clero, contro la polizia, contro Sgarbi e contro Governo.it, ma dobbiamo ricordarci che Anonymous si sta così comportando come un gruppo di vigilantes che non risponde a nessuno. Voi pensate che Anonymous faccia bene o che dovrebbe essere giudicato alla stregua di un gruppo di vigilantes?



Un commento a "Anonymous smaschera i pedofili su Twitter":
bacciccia bacciccia il 27 Dicembre 12 @ 09:48 am

FinchèAnonymous lotterà contro i soprusi e difenderà i deboli dalle angherie dei prepotenti( per non parlare dei pedofili, esseri antropomorfi repellenti ), credo meriti la massima solidarietà.Sursum corda

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: