Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Aggiornamento su Valentin-che-muore-di-freddo

Condividi:         ale 1 14 Marzo 05 @ 17:00 pm

(C) 2005 by Paolo Attivissimo

Come promesso, eccovi l'aggiornamento sul caso di Valentin Mikhaylin, il sedicente studente di Kaluga, Russia, che spamma mezzo mondo con la sua richiesta di aiuto perché (dice) muore di freddo con sua nonna.

Nelle puntate precedenti, Valentin mi aveva inviato un e-mail di diffida, minacciando rappresaglie legali e addirittura di mandarmi il KGB per incarcerarmi. Io gli ho risposto di mandarmi prove della sua condizione disperata se voleva che io modificassi le mie pagine d'indagine, che trovate qui:
http://www.attivissimo.ne ... entin/valentin_russia.htm

Di prove non ne sono arrivate, guarda caso: invece ha iniziato a dire che aveva trovato il mio nome nei siti di annunci gay (presumibilmente messi da lui a mio nome), producendo un curioso picco di visitatori al mio sito provenienti da siti di questo genere.

Ovviamente non è mai arrivato il KGB, né sono arrivati i documenti legali che aveva promesso di mandarmi (non gli ho dato il mio indirizzo, ma quello dello studio legale che cura gratuitamente i miei interessi in casi come questo).

Ed ecco gli aggiornamenti: Valentin non molla. Ha contattato Paypal.com e ha tentato di convincerli a chiudere i miei conti, in quanto sarei stato un diffamatore. Paypal gli ha risposto diplomaticamente ma per le rime, e ovviamente non mi ha bloccato i conti. Ho scritto a Valentin complimentandomi per la figura davvero meschina.

Se vi interessa, l'intero carteggio è qui:
http://www.attivissimo.ne ... lentin_russia_minacce.htm

Si tratta insomma di un personaggio decisamente aggressivo e paranoico, ben diverso dall'affamato e infreddolito studente che dice di essere nei suoi strazianti appelli.

Per quanto mi riguarda, il caso è chiuso: è evidentemente un truffatore, come dimostrato dalla tiritera della stufetta che dice (da anni) di voler comperare per sua nonna e dalla varietà dei suoi messaggi nel corso degli ultimi sei anni:
http://www.tu-berlin.de/w ... /showtxt.shtml?valentin99

Resta una sola cosa in sospeso: come bloccare la truffa?

La soluzione più semplice è educare gli utenti della Rete informandoli, tramite pagine come quella del Servizio Antibufala, dell'esistenza di questa truffa. Purtroppo l'alternativa delle vie legali, in un caso come questo, rischia di essere poco costruttiva: le procedure sono troppo costose e lente.

C'è però un altro approccio: inquinare la casella postale di Valentin con offerte di aiuto simulate. Se Valentin si ritrova con centinaia di messaggi nella casella di e-mail, perderà molto tempo a rispondere a tutti. Se il numero di messaggi di aiuto simulato è sufficiente, gli si saturerà la casella, per cui chi ha abboccato alla truffa non potrà contattarlo.

Questo è un approccio che alcuni lettori hanno deciso di adottare: mandare a Valentin, da indirizzi "sacrificabili", e-mail in cui dimostrano inizialmente interesse per la sua storia e si offrono di aiutarlo, tirando in lungo il più possibile senza mai arrivare (ovviamente) a mandargli soldi. Così facendo, gli fanno perdere tempo e (visto l'individuo) alimentano la sua paranoia.

Valentin non sa più se sta parlando con una possibile vittima o con un simulatore, e interpreta come sintomo di simulazione ogni richiesta di notizie personali. Se quest'azione continua efficacemente, Valentin potrebbe lasciar perdere la sua truffa perché non rende più.

Se siete fra i lettori che hanno scelto questo metodo, avvisatemi di eventuali risultati (per esempio, casella postale satura o risposte strane da parte di Valentin).

Ciao da Paolo
www.attivissimo.net



Un commento a "Aggiornamento su Valentin-che-muore-di-freddo":
ale ale il 21 Marzo 05 @ 08:52 am

Piccolo aggiornamento su Valentin
Ricordate che qualche tempo fa vi parlavo dell'iniziativa di alcuni lettori di saturare con offerte simulate la posta di Valentin, il truffatore che muore di freddo da anni a Kaluga? Lo scopo dell'iniziativa era salvare le vittime di Valentin ostacolando le campagne di spam del truffatore russo. Forse ha ottenuto i suoi primi risultati.

Oggi uno dei lettori-simulatori mi riferisce che Valentin, con il quale corrispondeva da tempo all'indirizzo vmik@students.ru, non gli ha risposto per diversi giorni: poi si è rifatto vivo da un nuovo indirizzo, vmik@mail333.com, scusandosi perché "la... biblioteca era chiusa".

In effetti, scrivendo a vmik@students.ru si ottiene questa risposta:

This is autoresponder: Unfortunately, our library is closed, what is why this address does not work anymore. Please send me a message to vmik@newmail.ru I hope to be able to check this mailbox at least one time per month. Thank you. Valentin

Traduzione:

Questo è un servizio di risposta automatica: Purtroppo la nostra biblioteca è chiusa, ecco perché questo indirizzo non funziona più. Vi prego di mandarmi un messaggio a vmik@newmail.ru. Spero di poter controllare questa casella almeno una volta al mese. Grazie. Valentin.

Insomma, la casella vmik@students.ru non gli funziona più. Può darsi che sia stata intasata dai simulatori: in effetti il periodo coincide abbastanza precisamente con la mia segnalazione di questa attività da parte di alcuni lettori.

La risposta automatica, inoltre, è un po' sospetta, perché la scusa della biblioteca chiusa non regge (non sarà mica chiusa per sempre, eppure Valentin parla in modo molto definitivo) e altri indirizzi di Students.ru rispondono regolarmente. Sembrerebbe essere un risponditore personalizzato di Valentin, che prepara le sue vittime a migrare al nuovo indirizzo.

Comunque sia, gli indirizzi di Valentin attualmente attivi sono vmik@mail333.com e vmik@newmail.ru. Se siete simulatori, quindi, aggiornate la destinazione dei vostri messaggi.

E naturalmente tenetemi aggiornato!

Ciao da Paolo.
(C) 2005 by Paolo Attivissimo (www.attivissimo.net)

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: