Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Agenda digitale, spingiamo sugli open data

Condividi:         webmaster 11 Settembre 12 @ 09:00 am

La trasparenza sconfigge la corruzione e fa funzionare meglio tutto il Paese. Parola dell'attivista Helen Darbishire.

La facoltà dei cittadini di conoscere le informazioni che i governi raccolgono in qualità di loro rappresentanti (e con le loro tasse) oggi è un diritto umano riconosciuto dall' Onu, dall' Osce e dall' Unione Europea. Questo riconoscimento ha segnato la rinascita per un diritto concepito nel 1766 in Svezia e adottato in Usa con il Freedom of Information Act nel 1966.

Nell'ultimo decennio più di 90 paesi, da tutto l'ex blocco comunista dell'Europa dell'Est al Sudamerica e all'Africa, hanno varato leggi sul diritto all'informazione e il 28 settembre è ora celebrato da più di 60 paesi nel mondo. È un vero cambiamento culturale. Fino a poco tempo fa il diritto all'informazione era un tema per le democrazie in transizione, mentre oggi è al centro del dibattito di ogni società avanzata...



Continua a leggere questa notizia su daily.wired.it.


Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: