Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Benvenuti alla Collina Silente - news originale

Benvenuti alla Collina Silente

Condividi:         AlexNA 14 Luglio 06 @ 09:00 am

Benvenuti alla Collina Silente

Di ritorno da una spensierata serata passata al cinema, mi ritrovo a "recensire" quello che secondo me è stata la migliore trasposizione videogioco-cinema degli ultimi tempi.
Accantonati i bidoni come Street Fighter e Super Mario Bros (che non erano nemmeno film decenti) negli ultimi tempi film come i due Tomb Raider (non eccelsi, ma comunque non del tutto da buttare)i due Resident Evil (forse più il primo che il secondo) e Doom hanno risollevato il livello dei film ispirati ai protagonisti dei videogiochi.

Come è accaduto per i succitati films, Silent Hill non è una vera e propria trasposizione da gioco a film (altrimenti i colpi di scena sarebbero stati "aspettati" per chi avesse già giocato la controparte videoludica), ma è invece un film basato sulle idee (location, personaggi, nomi, filo narrativo) più conosciute del videogioco, con una storia che da una parte "accontenta" i videogiocatori, ma che allo stesso tempo può interessare chi non sa nemmeno cos'è un joypad.

Mentre Resident Evil si discostava non poco dal videogioco, Silent Hill strizza l'occhio a chi ha avuto i brividi tra scuole ed ospedali di altre dimensioni rimarcando moltissimo il gioco con una mescolaza di nomi, mostri, personaggi, situazioni e trame prese a piene mani dai quattro capitoli finora usciti.
Vi ritroverete a che fare con Sharon, bambina scomparsa del primo capitolo che è la bambina protagonista del film; infermiere pazze che, come accadeva nei primi due capitoli, cercano di far fuori la protagonista; la nebbia, che assieme al rumore statico della radiolina sono un marchio di fabbrica della serie fanno la loro comparsa anche nel film.

Insomma di coincidenze ce ne sono parecchie ed elencarle tutte sarebbe impossibile e, anzi, c'è anche lo sfizio di cercare di ricordare dove abbiamo già visto o sentito una determinata cosa.
Passando al film vero e proprio, non essendo io un critico cinematografico, ve ne parlerò da amante del cinema e dei videogiochi.
Il film è ben fatto nel complesso e la trama, solo a tratti non del tutto originale, ricorda gli episodi iniziali della serie di X-Files e non fanno rimpiangere le storie dei vari giochi, anche se per evidenti motivi di tempo, molti dettagli ed enigmi che ci si sarebbero aspettati non ci sono.

Il regista fa il suo dovere e ad inquadrature "classiche" per il genere horror affianca qualche idea "rubata" dal videogame (come telecamere fisse o praticamente messe sul pavimento); la tensione è tenuta ad alti livelli e, anche se si discosta dai calssici film horror dove si salta dalla sedia,il film non cala mai di ritmo, con tempi giusti e colpi di scena studiati abbastanza bene.
La storia vera e propria la lascio scoprire a voi, anche perchè, e forse qui inizia a vedersi qualcosa che, secondo me, non va bene, viene svelato "troppo" sulla cittadina di Silent Hill e quindi il fascino, derivato dal velo di mistero che la celava, viene intaccato.

Sappiate comunque che, come accadeva per la controparte videoludica, vorrete sempre scoprire di più e arrivare a salvare la bambina.
Tirando le somme è un film horror che consiglio a tutti, amanti e non del genere, e invito chi ha giocato ad almeno due dei quattro capitoli della saga ad "indovinare" quanti più riferimenti riescono a trovare nelle 2 ore scarse di film...

Il finale poi ricorda i "non-finali" dei giochi e quindi lascia un'eventuale porta aperta ad un ipotetico seguito.
Chi vivrà vedrà.
Alla prossima.


News correlate a "Benvenuti alla Collina Silente":


Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: