Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Giochi DirectX 9.0 sotto Linux

Condividi:         ale 26 Giugno 04 @ 07:00 am

E' stato battezzato Cedega, ma non è altro che la quarta versione di WineX.
Cedega è il nome di un tipo di uva vinificabile con la quale sembra si produca dello squisito Porto, WineX è l'estensione di Wine, applicativo Linux per far funzionare software pensati per Windows.
In particolare WineX - ovvero Cedega - prodotto dalla canadese Transgaming, estende le funzionalità di Wine alle API necessarie per far funzionare le DirectX 9.0.
Un notevole beneficio se si pensa che proprio grazie a Wine molti software possono funzionare su entrambe le piattaforme, e che proprio la mancanza di un valido supporto per le DirectX faceva di questo interprete un capolavoro a metà.

Adesso gli utilizzatori del pinguino potranno far girare sulla propria workstation più di 300 giochi pensati per il concorrente Windows, la maggior parte dei quali pescati tra le ultimissime novità e tra i bestseller degli ultimi anni. Un passo avanti mosso con sicurezza in uno dei terreni trainanti dell'industria software: quello del mercato videoludico e delle utenze desktop casalinghe.

Contrariamente a quello che si immagina, non trattandosi di un emulatore, ma di un vero e proprio interprete: in grado quindi di spiegare a Linux come far girare gli applicativi win32, le prestazioni non sono affatto diminuite, ma per alcuni giochi, quelli che utilizzano in modo più massiccio le primitive di sincronizzazione con il sistema operativo, sono sensibilmente aumentate.
Cedega è disponibile in una versione multilingua con un'interfaccia grafica di gran lunga migliorata rispetto alla versione precedente.

Si apre una nuova era di intercompatibilità tra i sistemi operativi? Adesso nessuno potrà più dire che non usa Linux solo perchè non può giocarci a Warcraft III o a Max Payne 2.
Né Wine né Cedega utilizzano codice Microsoft o comunque protetto da diritto d'autore. Questo li rende davvero valide alternative completamente legali nel mercato dove più il big di Redmond aveva resistito.

Articolo tratto da Programmazione.it



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: