Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Visopsys, un sistema operativo visuale

Condividi:         ale 13 Giugno 04 @ 08:00 am

Visopsys (VISual OPerating SYStem) è un nuovo sistema operativo PC-compatibile, distribuito sotto licenza GPL.
Librerie ed include file sono invece rilasciate sotto LGPL.

La filosofia con cui si vuole costruire questo sistema operativo, ancora in fase di sviluppo ma arrivato alla versione 0.33, è quella di prendere le migliori caratteristiche d’altri sistemi operativi senza mai creare un clone, e soprattutto in un’interfaccia user-friendly che possa essere usata facilmente dall’utente comune.

Visopsys, lavora solo in modalità protetta a 32 bit ed è scritto in C ed Assembly. Quesro OS sarà migliorato tenendo sempre in mente gli scopi dell’autore che sono:
1) stabilità, affidabilità e sicurezza;
2) ambiente grafico nativo;
3) potente shell a linea di comando che includerà i classici comandi unix;
4) un elevato orientamento verso il networking;
5) alta compatibilità con file-system e standard vari gia esistenti.

Entrando nei dettagli, il sistema operativo Visopsys, incominciato nel 1997, è gia un sistema con un multitasking di tipo preemptive e che supporta il multi-threading, gestisce la memoria in modalità flat a 32 bit e la memoria virtuale, ha il supporto ai file binari di tipo ELF, a tutti i tipi di file-system FAT, ai file system ext2/ext3 e a quelli dei CD-ROM (ISO9660/joliet).

Inoltre è presente uno strato d’astrazione software nella gestione dei driver, un loader, un installer ed una shell a linea di comando. Il sistema supporta hardware per PIC, RTC, DMA, RAM oltre i 64 MB, hard disk, VESA 2, PS2 mouse e CDROM.

Ancora in fase di sviluppo vi sono le API del kernel, un linker ed una libreria C nativa. Sono in fase di porting alcuni assemblatori e compilatori come nasm, gas, gcc, gnu linker e ld.
Restano invece non implementati, la multiutenza, la protezione degli accessi alle porte I/O come in Windows NT, il supporto in scrittura ai file system ext2/ext3, quello ad NTFS e la mancanza delle estensioni 3DNow!

Come se non bastasse MMX non viene usato, i modem non li vede, così come stampanti, porte seriali e l’interfaccia di rete NDIS. È facile intuire come questo OS non sia ancora abbastanza maturo.



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: