Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Il Giurì boccia lo spot

Condividi:         ale 11 05 Marzo 04 @ 17:00 pm

"I casi di pubblicità ingannevole non finiscono mai e ad essere colpiti sono molto spesso i gestori di telefonia troppo spesso accusati di omettere o rendere illegibili nei loro spot alcune informazioni. Dopo i recenti provvedimenti intrapresi contro 3 e la campagna "Tua" il cui slogan ritenuto ingannevole diceva "Il videofonino non si paga più, per sempre", tocca ora allo spot di Wind che pubblicizza l’opzione NOI2 (e con esso il claim “parla gratis per sempre”) che è stato dichiarato dal Giurì “non conforme” all’art. 2 del Codice di Autodisciplina Pubblicitaria in quanto non indica l’esistenza di un canone mensile di 2 euro ed in quanto la dicitura “fino a 500 minuti” non è percepibile in quanto non sufficientemente evidenziata. Anche in questo caso il Giurì ne ha disposto l’immediata cessazione. Sotto il giudizio del Giurì si è trovata in questi giorni anche Vodafone con gli spot relativi alla “Summer Card” e alla “S.Valentino Card” che sono stati tuttavia ritenuti dal Giurì “conformi” all’art. 2 del Codice di Autodisciplina Pubblicitaria."

Fonte: cellularmania.it



11 commenti a "Il Giurì boccia lo spot":
ale ale il 05 Marzo 04 @ 09:45 am

"Grazie a Dio aggiungerei...a parte le motivazioni per le quali lo hanno bocciato, stava diventando troppo onnipresente a mio parere. L'unica cosa carina di quello spot? La canzone di sottofondo di Anastacia."

Rosaspina Rosaspina il 05 Marzo 04 @ 16:13 pm

Concordo con la canzone e aggiungo: ma non potrebbero valutarli prima di mandarli in onda?

pjfry pjfry il 05 Marzo 04 @ 21:34 pm

beh ma che palle, mica siamo tutti consumatori deficienti... con una pubblicità del genere potranno al massimo invogliarti ad informarti meglio, chi è che vede lo spot in tv e attiva il servizio senza chiedere info?

Dylan666 Dylan666 il 08 Marzo 04 @ 04:00 am

Boccerei giustamente uno spot di quel tipo per 2 ragioni: 1 è ingannevole, e anche se bisogna essere proprio tonti per credere che tutto sia gratis è giusto che anche i tonti (persone anziane o poco istruite) vengano tutelate. 2 si deve recuperare un certo valore delle parole: se inziamo a usare la "gratis" per tutto, anche per quello che non lo è, cha significato pubblicitario avrà questa parola un giorno?

pjfry pjfry il 08 Marzo 04 @ 09:19 am

infatti gratis non esiste + da un bel pezzo :(
sarà il caso di capirlo, no?

Rosaspina Rosaspina il 08 Marzo 04 @ 15:22 pm

ma non sarà anche il caso di piantarla con le pubblicità ingannevoli e imbonitori vari? noi probabilmente non ci caschiamo,ma come dice dylan ci sono persone anziane o poco istruite o semplicemnte ingenue che sono l'obiettivo dichiarato di queste campagne, e questo secondo me è inaccettabile, è malafede.

Dylan666 Dylan666 il 12 Marzo 04 @ 04:18 am

Oltretutto ci vanno di mezzo i rivenditori, ai quali, quando viene chiesto se l'offerta sia veramente tanto gratuita quanto sembrerebbe, è affidato il compito di spiegare alla gente che "le cose non stanno proprio così", prendendosi anche i vari "vaff..." una volta che si scopre la bugia.

Se poi vogliamo vedere l'aspetto pratico, non capisco come si possa sperare di mandare avanti un'azienda sulle spalle dei 3/4 che ci cascano e risultando sgradevole al resto delle persone un po' più smaliziate, alle quali campagne all'insegna del "regalo" non solo risultano palesemente finte ma anche irritanti e truffaldine.

luna11 luna11 il 12 Marzo 04 @ 22:57 pm

Francamente non capisco l'accostamento fra tonti e persone anziane o poco istruite.
Questo tipo di pubblicità è rivolta ad un'utenza giovane se non giovanissima .
Sarebbe interessante sapere quante persone sono state ingannate da questa pubblicità e se queste hanno diritto ad un risarcimento.

Dylan666 Dylan666 il 13 Marzo 04 @ 16:04 pm

Il riferimento alle persona anziane non era tanto riferito a questo prodotto in particolare (anche se, pur non essendone diretti fruitori nulla esclude che una anziano possa comprare un cellulare al figlio ad esempio) ma alle pubblicità ingannevoli in generale.

Inoltre sia io che e ale parlavamo di soggetti deboli come persone di una cartà età *oppure* pocco istruire *oppure* "tonte" (aut aut insomma, non sono certo le une sottoinsiemi delle altre...). Che siano quasti i target più a rischio mi sembra assolutamente innegabile (vedi "Mi manda RAI 3" per una carrellata delle vittime tipo di reclamizzazioni ingannevoli)...

pjfry pjfry il 14 Marzo 04 @ 00:40 am

ok ok in generale avete ragione, però per quanto riguarda i 2 euro al mese e i '500 minuti invece che infiniti' non mi sembra 'sta gran fregatura...
la cifra rasenta lo zero, e i minuti sono tanti
secondo me è giusto che limitino le 'flat' per non gravare troppo sulla rete, meglio che fare come tiscali con l'adsl che offriva la flat ma poi non riusciva a fornire una velocità decente xkè tutti volevano scaricare!

Dylan666 Dylan666 il 18 Marzo 04 @ 15:28 pm

L'italiano quando è usato bene è una lingua chiara: 500 minuti sono 500 minuti, "gratis per sempre" significa gratis per sempre...

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: