Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Guide: passo per passo

Condividi:        

Generale
PREMESSA: se non conoscete il significato di qualche parola consultate il nostro Glossario.
3. Traduzioni, Answers, Alerts, AdSense, Local....

Traduzioni on-line
Non sempre i risultati delle nostre ricerche riconducono a pagine scritte in una lingua che capiamo. Per venirci in contro Google offre la possibilità di tradurre intere pagine in varie lingue. Attenzione però che la traduzione è effettuata da un computer (e di conseguenza la traduzione è letterale) e quindi è utile soltanto a darci una vaga idea di cosa tratta una pagina.

È utile anche che Google permette di tradurre pagine che non abbiamo visitato o anche dei semplici brani di testo.
http://www.google.it/language_tools/



Google Answers
Google è un ottimo strumento per trovare informazioni on-line, ma anche i ricercatori esperti possono trovarsi in difficoltà quando le informazioni sono di difficile reperibilità.

Google Answers mette a disposizione degli utenti un gruppo di 500 esperti nella ricerca che cercheranno di fare ciò che voi non siete riusciti a fare: cioè a trovare le informazioni che vi servono.

Per fare ciò avete bisogno di una Carta di Credito e di creare un Account su Google. Fatto questo vi verranno dedotti $0,50, come costo fisso, più una cifra che va da $2 a $200 a seconda di quanto pensate sia difficile trovare le informazioni che vi servono - più difficile la reperibilità più alto sarà il prezzo.

Tutto qui?
Non proprio. Una volta inserita la domanda e assegnato un valore monetario al lavoro i 500 ricercatori daranno un'occhiata alla vostra richiesta e se qualcuno pensa che il compenso sia adeguato chiuderà al domanda e si metterà al lavoro. Dopo qualche ora vi fornirà una risposta. È ovvio che più alto sarà il compenso e più i ricercatori si lanceranno alla ricerca delle informazioni.

È importante capire che i ricercatori non sono esperti della materia di cui voi chiedete, ma sono esperti nella ricerca di informazioni di difficile reperibilità.

E se la risposta non è quella giusta?
Come prima cosa potete chiedere un chiarificazione. Se poi anche la seconda risposta non vi soddisfa potete chiedere di essere rimborsati e ciò avverrà - tranne per i $0,50 iniziali.

Un ottimo servizio davvero prezioso per chi ha bisogno di informazioni.
http://answers.google.com/answers/



Google Alerts
È un modo comodo per essere aggiornati in tempo reale su nuovi documenti o nuove news indicizzati da Google.

Se volete seguire gli sviluppi di una notizia scegliete un "News Alert" e Google vi invierà un'e-mail ogni volta (oppure con scadenza programmata - a seconda di cos'avete impostato) che un documento raggiunge i primi dieci risultati nella ricerca.

Se invece volete seguire gli sviluppi di un vostro concorrente o della squadra di calcio del cuore allora scegliete un "Web Alert" specifico a una determinata query e Google vi invierà un'e-mail ogni volta che un documento raggiunge i primi venti risultati nella ricerca.

Potete avere quanti alert volete e potete cancellarli ogni volta che volete. Comodo, no?
Se poi avete un account su Google potete gestire comodamente tutti gli alert da un solo pannello di controllo.
http://www.google.com/alerts/



AdSense
AdSense è il programma, di Google, di web-agency per webmaster. In altre parole, aderendo a Adsense avrete la possibilità di essere pagati per mostrare pubblicità ai vostri utenti. Non è un sistema che promette ricchezza immediata, ma vi ripagherà adeguatamente dei vostri sforzi se avete lavorato bene.

Appena registrati vi verrà fornito un semplice codice HTML da inserire all'interno delle pagine e poi penserà a tutto Google. I webmaster potranno personalizzare i colori dei banner per meglio integrarsi nelle pagine e scegliere di non mostrare alcuni tipi annunci, e se mostrare gli annunci solo in formato testo o anche i classici banner con immagini; ma poco altro.

Il pagamento viene effettato con un assegno in dollari Americani spedito solo a determinati indirizzi. Con questo voglio dire che non è ancora possibile farsi spedire i compensi, ad esempio, in l'Italia.
L'assegno viene spedito 30 giorni dopo la fine di un mese in cui si sono totalizzati almeno $100 di revenue. Se non si raggiunge questa quota minima, il parziale verrà riportato al mese seguente e così via fino ad arrivare a $100.

Essendo un programma passivo, i consigli che si possono dare sono pochi, nonostante ciò alcuni sono molto importanti:

Personalizzate i colori del banner, o del formato da voi scelto, in modo che sembri parte integrante del sito.
Se possibile non usate il classico banner 468x60, in quanto siamo diventati ciechi a questo tipo di formato. Il migliore è, al momento, lo skyscraper; Google ci ha abituati a leggere la pubblicità in verticale.
Sperimentate con i vari formati pubblicitari. Google vi da la possibilità di monitorare vari canali pubblicitari: impostate un canale per ogni formato pubblicitario che vi sembra accettabile e agite a seconda dei risultati; scartate i formati che non portano introiti e tenete quelli che sono più favorevoli.
Mettete la pubblicità in un punto che si vede appena aperta la pagina: in fondo a una lunga pagina non serve a molto!
AdSense è la controparte di AdWords e paga per ogni click che il banner sul vostro sito riceve. Bisogna, però, ricordare che i banner non sono tutti remunerativi allo stesso modo, ma ogni click vale qualcosa in più o in meno a seconda dell'offerta massima dell'inserzionista.
Non create pagine che traggono Google in inganno inserendo, ad esempio, parole come valium, texas holdem o poker nel titolo mentre il resta della pagina tratta di giardinaggio. Il segreto di AdSense, se ce n'è uno, è di avere delle pagine molto molto specifiche dove l'utente trova le informazioni che stava cercando e dove trova anche della pubblicità che davvero gli serve.
Se avete il tempo, fate ricerche su quali sono le keyword più remunerative - ad esempio potete aprire un account su AdWords e vedere cosa Google suggerisce di offrire per le varie keyword - e cercate di includere queste nel contenuto delle vostre pagine. Attenzione, però, che queste keyword siano attinenti al resto del contenuto!

Un ultimo consiglio. Internet pullula di offerte per libri che "per la modica cifra di $xxx", promettono di svelarvi i segreti di AdSense e di farvi guadagnare migliaia di dollari. Per favore non cascateci: non ci sono segreti!



Google Local
Questo servizio esiste solo negli Stati Uniti al momento ma dato l'interesse di questo servizio ho deciso di parlarne lo stesso.

In questo caso Google cerca di darvi un risultato che abbia senso geograficamente.

Immaginate di fare una ricerca per [pizzeria trancio].
Il numero di risultati sarà altissimo. Anche aggiungendo la parola "milano" il numero non calerà di molto. Anzi, vi accorgerete che i risultati includeranno molte pagine in cui sono presenti una lista di ristoranti di cui uno solo, magari, è a Milano. Risultati come questi sono solitamente poco utili e vi dicono poco della qualità del ristorante.

Immaginate ora che Google sia in grado di paragonare i risultati ottenuti con al query [pizzeria trancio milano] e le pagine gialle! In questo caso sarebbe capace di capire se un risultato contiene informazioni geograficamente compatibili con la nostra query. Poi ordinerebbe i risultati trovati per rilevanza - magari se una pizzeria ha tanti link vuol dire che è buona?

Google Local non esiste ancora in Italia, ma, se nel frattempo se volete sapere qual'è la miglior pizzeria da asporto a Milano, vi posso dire che è alla fermata della metropolitana di Inganni; proprio all'angolo.
http://local.google.com/



Google Catalogs
I cataloghi di Google sono un interessante esperimento di OCR (Optical Character Recognition) e di portare on-line informazioni che sono tradizionalmente off-line.
Con questo servizio, Google ha scannerizzato più di un migliaio di cataloghi di prodotti per la vendita per corrispondenza dando accesso ai loro contenuti nel tipico formato ricercabile che ha reso popolare Google.
Si tratta di un altro servizio dedicato allo shopping e, come in Froogle, Google si limita soltanto a fornire le informazioni.
Pensate se Google ottenesse il permesso di scannerizzare la letteratura mondiale, come vorrebbe fare Amazon.com!
http://catalogs.google.com



Account
Un account su Google è il punto di partenza se volete cominciare a utilizzare a pieno il potenziale di questo sito. Come nella tradizione di Google, la vostra privacy sarà garantita e i vostri dati protetti.

Al momento un account vi serve per:
utilizzare Google Answers
scaricare le Google Web APIs
scrivere messaggi su Google Groups
gestire comodamente i Google Alerts

In futuro questa list si estenderà e includerà servizi come:
Google AdWords
Store
https://www.google.it/accounts/



Google Sets
In realtà, questo servizio è ancora in fase beta, cioè è ancora nei laboratori di Google, ma i risultati mi hanno stupito a tal punto che voglio mostrarvelo lo stesso.

Si tratta quasi di un esempio di intelligenza artificiale. Dati alcuni elementi di una categoria Google è in grado di trovarne altri appartenenti alla stessa categoria.
Inserite ad esempio: Milan, Inter, Juve, Roma e Fiorentina e Google vi troverà altre squadre di serie A.
Inserite Italia, Francia, Germania, Spagna e Olanda e Google vi indicherà altri paesi.
Inserite Indiana Jones, Guerre Stellari, Frantic, Blade Runner e Apocalypse Now e Google vi troverà altri film di Harrison Ford.

Utilissimo anche per trovare altre keyword quando non sapete più cosa inventarvi.
http://labs.google.com/sets/


Generale: webmaster [131 visite dal 18 Aprile 05 @ 23:01 pm]