Guide: passo per passo

Condividi:        

Come configurare una rete mista con Linux e Windows

Network/P2P
PREMESSA: se non conoscete il significato di qualche parola consultate il nostro Glossario.
1. Configurazione del server

Cosa vogliamo fare

Questa guida è rivolta a coloro che volessero cimentarsi nell’impresa di configurare una rete mista e che abbiano un minimo di conoscenza di Linux.
Partiamo dal presupposto che i sistemi operativi siano installati e scegliamo come server un pc con Linux sul quale dovremo installare Samba che ci consentirà di condividere files e hardware all’interno della nostra rete.
Samba è un servizio di rete che implementa appunto il protocollo SMB (Server Message Block) il quale fa in modo che un pc linux compaia all’interno della rete come un qualsiasi pc windows.
Samba non viene installato automaticamente (tranne che su qualche distribuzione ad es. Red Hat) ma si trova quasi sempre all’interno di tutte le distribuzioni o si può scaricare dal sito www.samba.org e si installa molto semplicemente:

# rpm -Uhv samba*.rpm

NB.I pacchetti rpm si possono prendere dal sito succitato nella sezione 'binaries', scegliendo successivamente di entrare nella dir della distrubuzione scelta (ad esempio Fedora/RPMS/i386/core/3/)...


Configurazione manuale del server

Dopo l’installazione dobbiamo verificare che nel file /etc/services siano presenti le porte riservate a Samba

netbios-ns 137/tcp # NETBIOS Name Service
netbios-ns 137/udp
netbios-dgm 138/tcp # NETBIOS Datagram Service
netbios-dgm 138/udp
netbios-ssn 139/tcp # NETBIOS session service
netbios-ssn 139/udp


e che siano avviati i due demoni SMBD (configurazione di Samba) e NMBD (per la gestione e distribuzione delle risorse di rete) Per verificare ciò basta digitare ps -ef | grep mbd e verificare che ci siano le due linee con scritto smbd –D e nmbd –D. Qualora non fossero presenti basta inserirle in uno dei file di init (/etc/rc.d/rc.local).

A questo punto dovremo andare a modificare il file smb.conf che si trova nella directory /etc (è superfluo puntualizzare che bisogna essere superuser e non semplice utenti)

[global]
E' la sezione generale e forse la piu' importante del file, un esempio e':

[global]
workgroup = gruppo_di_lavoro (il nome assegnato al nostro gruppo di lavoro sotto windows)
hosts allow = inserire l’ip di rete ed eventualmente il loopback (127.0.0.1) (solo i computer della rete locale avranno accesso alle risorse)

guest account = nobody (definisce il nome di utente al quale consentire l’accesso ai servizi)
printing = bsd (assegnando questa stringa Samba utilizza lpr per le stampe)
printcap name = /etc/printcap (il percorso del file linux con le specifiche per le stampanti)
encrypt passwords = yes
netbios name = inserire il nome netbios della nostra macchina cioè quello con cui la vedremo condivisa in rete
interfaces = inserire l’indirizzo ip e la subnet della nostra rete che non deve essere quello con cui ci si connette ad internet
os level = 34

Gestione dominio
domain master = yes
local master = yes
preferred master = yes

La directory temporanea
[tmp]
path = /tmp
public = yes
printable = no
guest ok = yes
writable = yes

[homes]
Questa sezione (opzionale) permette agli utenti loggati sulla macchina Windows di accedere alla loro Home Directory Linux.

[homes]
Comment = Home directory
browsable = yes (permettiamo che la risorsa venga visualizzata da tutti)
read only = no
printable = no
create mode = 0750 (tipo di permessi per ogni file creato dall'utente dalla macchina windows)

[public]
comment = Directory Pubblica
path = /dir/shared
browsable = yes
read only = no
public = yes
create mode = 0777
La directory /dir/shared sara' utilizzabile e visibile da tutti e sarà creata in precedenza col comando mkdir e i permessi per tutti chmod a+rwx /dir/shared.

[lp]
comment = Stampante Pubblica
path = /var/spool/samba
browsable = yes
printable = yes
writable = no
public = yes

La condivisione di hardware
[cdrom] # condividere il CDROM
comment = Linux CD-ROM
path = /cdrom ( in altre distro potrebbe essere /mnt/cdrom oppure più precisamente/media/cdrom o /media/cdrecorder se è un masterizzatore)
read only = yes
browseable = yes
guest ok = yes

logon
[netlogon]
comment = Fornisce il servizo di Logon alla rete
path = /etc/samba/netlogon
guest ok = yes
writable = no
locking = no
public = no
browseable = yes
share modes = no
Al termine delle modifiche al file smb.conf si testa la configurazione con il comando testparm
Adesso dobbiamo riavviare i servizi smbd e nmbd con i comandi:
smbd restart && nmbd restart
Sotto fedora (e redhat) si usa
service smb restart
Adesso tutte le macchine Windows saranno in grado di "vedere" la macchina Linux come se fosse un loro simile.

Configurazione guidata del server

Per coloro che vogliono una configurazione rapida di samba, possono installare i moduli di Webmin o ricorrete all'utilizzo di SWAT. Entrambi quest'ultimi sono strumenti per la configurazione basati su di una interfaccia grafica, che permettono una configurazione guidata ma che senza la consultazione dell’help risulta un po’ ostica.
Per connettersi al server swat bisogna digitare:
http://127.0.0.1:901
mente per webmin la porta è la 10000


Network/P2P: klizya [119.315 visite dal 09 Agosto 05 @ 00:01 am]
Indice
1. Configurazione del server
2. Configurazione del client
Guide correlate a "Come configurare una rete mista con Linux e Windows":