Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
Glossario informatico
0-9 - A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z

Condividi:        

Glossario informatico: Ventola

Glossario informatico: una raccolta di tutti i termini informatici riguardanti Internet, l'informatica e i PC.

Dispositivo che permette di mettere in movimento un fluido solitamente aria; E' costituito da una parte rotante (rotore), dotata di pale sagomate e leggermente inclinate rispetto alla direzione di rotazione, e da un'intelaiatura fissa (statore), sul quale il rotore è imperniato.

Il rotore e lo statore, assemblati, costituiscono un "motore elettrico senza spazzole" ("motore brushless").
Uno o più magneti permanenti sono assemblati attorno al perno di rotazione del rotore, mentre lo statore è dotato di avvolgimenti in rame; Alimentando gli avvolgimenti con corrente elettrica, si genera un campo magnetico indotto, che interferisce con quello dei magneti fissi sul rotore e mette quest'ultimo in movimento.
In tal modo, grazie alla particolare forma delle pale, è possibile spostare una massa d'aria nella direzione voluta.

L'accoppiamento tra rotore e statore è garantito da cuscinetti a sfere sostituiti, nei modelli più economici, da boccole in metallo o materiale plastico.
Queste parti di contatto tra i due elementi sono soggette ad usura e sollecitazioni meccaniche; Di solito si trovano all'interno di una piccola camera sigillata ed immerse in bagno d'olio allo scopo di garantire una costante lubrificazione.

Il parametro che contraddistingue le ventole è la portata, ovvero il volume d'aria, espresso in cfm (piedi cubici al minuto) che è possibile spostare in un minuto alimentando l'apparecchio con la sua tensione nominale.


Ventole ad alte prestazioni vengono poste sulla CPU del computer per dissipare il calore che questa produce, e quindi ridurre lo stress dei componenti ed aumentarne la vita, nonché per garantire l'esattezza e l'attendibilità dei dati elaborati.

Spesso all'interno degli chassis vengono montate ventole di grandi dimensioni (9x9 o 12x12cm) che contribuiscono alla circolazione dell'aria all'interno degli stessi: la configurazione più comune prevede una ventola nella parte anteriore del case, in basso, che aspira aria più fredda dall'ambiente esterno, ed una sulla parte posteriore, più in alto, che estrae l'aria calda dall'interno del computer.

Si crea così una sorta ventilazione forzata, che obbliga l'aria ad attraversare l'intero sistema, raffreddandone i componenti in maniera più efficace.

In alcuni casi, sui computer costruiti per garantire alte prestazioni i costruttori provvedono a dirigere il flusso in maniera ancor più mirata, realizzando all'interno del case veri e propri condotti in plastica sagomata: si evita così la formazione di vortici, che ostacolerebbero la circolazione dell'aria: in questo modo è possibile aumentare la ventilazione sui componenti critici oppure, a pari volume d'aria trasportato , diminuire l'energia necessaria per mantenere in movimento le ventole, il che permette di ridurre sia consumi che la rumorosità.

Un altro accorgimento utile a ridurre la rumorosità delle ventole è il cosiddetto "downvolting", che può essere fisso, impostato tramite un selettore, oppure regolabile tramite rheobus (in alcuni modelli dedicati al "silent computing" questo dispositivo è previsto "di serie")


Cerca anche su: Google, Wikipedia.
Questa definizione non è completa?
  • Migliorala tu stesso e contribuisci alla crescita del glossario.
  • Scrivi all'Oracolo di pc-facile.com e lui ti risponderà via e-mail entro 48 ore lavorative.
  • Invia questa definizione a un amico.