Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

IP...

Come rimuovere virus e spyware? Le carte di credito sono davvero sicure in rete? È possibile navigare anonimi? Con quali programmi tutelare la propria privacy? Come proteggere i file importanti? Se volete una risposta a queste e altre domande questo è il luogo giusto!

Moderatori: kadosh, Luke57

Postdi quantico » 31/10/04 17:52

Leggendo questa discussione, mi è venuta in mente una domanda che mi frulla da parecchio in testa e cioè l'utilizzo di proxy è legale :?:
Cioè per "utilizzare" un proxy appartenente ad una determinata società di un determinato Paese; non ci vorrebbe l'autorizzazione?
Grazie.
quantico
Utente Senior
 
Post: 106
Iscritto il: 13/02/03 17:29

Sponsor
 

Postdi piercing » 01/11/04 13:42

la domanda è ricca di significato... in una materia dove la normativa latita alquanto...

a mio giudizio (da ignorante di legge) comunque nessuna autorizzazione è richiesta... eventualmente è chi eroga il servizio che dovrebbe mantenere un log... anche a propria esclusiva tutela... di quello che viene fatto...

penso semplicemente a fastweb, che condivide ip pubblici di connessione tra diversi utenti... rendendoli di fatto anonimi... ma presumo che proprio per questo motivo, e per evitare casini nel caso in cui qualcuno commetta un abuso, che sia ampiamente in grado di risalire a chi commette eventuali violazioni denunciate da terzi...

certo è che l'utilizzo di proxy in corea... o chissà dove, rende di fatto vana ogni speranza di "giustizia"...
Avatar utente
piercing
Moderatore
 
Post: 7569
Iscritto il: 10/04/02 10:34
Località: Roma

Postdi quantico » 01/11/04 15:48

@Piercing

Ti ringrazio per avermi risposto e ne approfitto per porti un altro quesito e cioè:
Perchè esistono i proxy e perchè esistono di varie tipologie(Trasparenti,Anonimi e Altamente Anonimi)?
Ci sono molti programmi e "servizi" che nascono per un determinato scopo e che poi purtroppo vengono utilizzati per cose non proprio legali; io mi chiedevo l'utilizzo legale del Proxy qual è?

P.S.
Magari se qualcuno conoscesse qualche link dove approfondire l'argomento, glie ne sarei grato!
quantico
Utente Senior
 
Post: 106
Iscritto il: 13/02/03 17:29

Postdi piercing » 01/11/04 16:02

domanda ancor più ricca di significato...

non ne ho la più pallida idea... aspettiamo che zello capiti da queste parti...


se l'utilizzo è solo quello di passare le richieste http con ip diverso... beh... scopi leciti non mi sovvengono...

possono essere utili invece se usati come filtro alla navigazione... ma in questo caso qualcuno li deve pur gestire...
Avatar utente
piercing
Moderatore
 
Post: 7569
Iscritto il: 10/04/02 10:34
Località: Roma

Postdi pjfry » 01/11/04 16:14

io ho sempre pensato che quei proxy 'anonimi' sono proxy configurati male... cioè pc-gateway che dovrebbero permettere ad utenti in lan di navigare in rete, ma installati e configurati da idioti che li lasciano disponibili al mondo...
questo è quello che pensavo, però il fatto che ce ne siano così tanti mi mette dei dubbi... effettivamente se voglio far navigare la gente senza controlli basta un router, perchè installare (male!!) un software? e soprattutto, bisogna impegnarcisi per renderlo utilizzabile addirittura da fuori? zelloooooooo??? :undecided:
Avatar utente
pjfry
Moderatore
 
Post: 8240
Iscritto il: 19/11/02 17:52
Località: terni

Postdi quantico » 01/11/04 22:47

Beh, sono contento di aver posto quesiti interessanti.
Non ci resta che aspettare Zello per chiarirci un po' le idee!
quantico
Utente Senior
 
Post: 106
Iscritto il: 13/02/03 17:29

Postdi Dax0r » 02/11/04 11:21

quantico ha scritto:@Piercing

Ti ringrazio per avermi risposto e ne approfitto per porti un altro quesito e cioè:
Perchè esistono i proxy e perchè esistono di varie tipologie(Trasparenti,Anonimi e Altamente Anonimi)?


Dipende da tanti fattori...per esempio l'uso delle variabili da parte dei proxy:un proxy che usa HTTP_VIA non è molto sicuro dato che è primario per il rilevamento dei proxy...un proxy per essere altamente anonimo *non* dovrebbe usare variabili tipo : "HTTP_VIA, HTTP_FORWADED, HTTP_USER_AGENT_VIA, HTTP_CACHE_INFO, HTTP_CACHE_CONTROL, HTTP_(PROXY-)CONNECTION:CLOSE" .
In più sono preferibili proxy con connection "keep-alive".
Poi certamente l'anonimato in sè è relativo,per esempio ci sono proxy che non loggano affatto gli accessi...


Questi proxy pubblici esistono perchè admin incapaci non sono in grado di configurare programmi come squid o simili...e ovviamente,se non si è autorizzati,l'utilizzo di queste risorse è *illegale*.

ps:il proxy trasparente in teoria ridirige il traffico verso l'host locale,quando altrimenti sarebbe diretto verso altre macchine, a porte determinate.In pratica a fini anonimi è inutile (se non erro) dato che pubblica il tuo indirizzo ip.
Dax0r
Utente Senior
 
Post: 163
Iscritto il: 13/09/03 14:32

Postdi zello » 04/11/04 20:33

Questi proxy pubblici esistono perchè admin incapaci non sono in grado di configurare programmi come squid o simili...e ovviamente,se non si è autorizzati,l'utilizzo di queste risorse è *illegale*.

Tombola.
Introdursi in macchine altrui senza autorizzazione è reato, e sfruttare un proxy inavvertitamente aperto è in fondo la stessa cosa.
Comunque, penso che chi veicola traffico altrui sia comunque responsabile dei contenuti. Morale: quando installare wingate, controllate benone di aver preso precauzioni.
Per chi utilizza i proxies: come diceva Masini, perché lo fate? Guardate che conoscere il vostro ip (soprattutto se dinamico) non è che vi esponga più di tanto. Di solito gli attacchi non sono mirati, sono fatti per ranges di indirizzi ip.
Un po' di sana paranoia va bene, ok. Però - prima di diventare paranoici - bisognerebbe conoscere di cosa vale la pena di aver paura.
Just my humble opinion.
Il faut être toujours ivre. Tout est là : c'est l'unique question. Pour ne pas sentir l'horrible fardeau du Temps qui brise vos épaules et vous penche vers la terre,il faut vous enivrer sans trêve...
Avatar utente
zello
Moderatore
 
Post: 2351
Iscritto il: 06/05/02 13:44

Postdi quantico » 05/11/04 12:24

Quindi è come sospettavo; utilizzando i proxy che ci offrono molti siti specializzati , commettiamo un "reato".
Ormai su internet, in certi casi,è diventato davvero difficile capire cosa si può e cosa non si può fare.
quantico
Utente Senior
 
Post: 106
Iscritto il: 13/02/03 17:29

Precedente

Torna a Sicurezza e Privacy

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti