Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

SPEWS ???

Discussioni e opinioni costruttive sul mondo dell'informatica.
Per la soluzione di problemi specifici fare riferimento alle sezioni di assistenza!

Moderatori: aurelio37, axelrox

Postdi gibi » 12/01/03 16:36

zello ha scritto:Premessa: per chi si vuole fare una cultura, il thread di inna è questo


Anche http://www.antispews.org può servire. Magari uno si fa una cultura più vasta.
gibi
Newbie
 
Post: 6
Iscritto il: 11/01/03 19:16

Sponsor
 

Postdi zello » 12/01/03 23:55

Certo. Nel farlo bisogna ricordare:
1) che è gestita da uno spammer, e questo è incontrovertibile. Non ho il tempo ne la voglia di trovare i riferimenti su NANAE, ma chiunque sappia usare decentemente groups.google.com è in grado di farlo da sé.
2) che *non* è un servizio gratuito, e promette cose che non è detto possa mantenere (stare fuori dalle liste) - ma si sa, rule #1 e #2 degli spammers. Tra l'altro ha spammato usenet, e i cancelbot lo hanno - giustamente - punito.
3) che accetta pagamenti su PayPal, e ha cambiato dati di registrazione su whois almeno 5 volte in due mesi
4) che nei suoi Termini di Servizio (TOS) non contempla la possibilità di terminare un utente per spamming.

Fai cio' che vuoi, compreso pagare uno spammer. D'altra parte, io l'avevo detto: non si può più essere neutrali, da una parte bisogna pur schierarsi.

Rot in Spews.
Il faut être toujours ivre. Tout est là : c'est l'unique question. Pour ne pas sentir l'horrible fardeau du Temps qui brise vos épaules et vous penche vers la terre,il faut vous enivrer sans trêve...
Avatar utente
zello
Moderatore
 
Post: 2351
Iscritto il: 06/05/02 13:44

Postdi gibi » 13/01/03 00:10

Ragazzi ... ragazzi ... mi sono stufato sia di SPEWS che di ANTISPEWS.
Me ne voglio tornare a lavorare che di lavoro ce n'è fortunatamente tanto e non voglio stare lì a preoccuparmi se qualcuno mi blacklista o meno ... non dovrei proprio avere queste preoccupazioni, ne ho già tante per conto mio ...

Zello, le discussioni con te sono state costruttive, ti ringrazio. In una settimana mi sono fatto una mezza cultura su questo problema.
Almeno è servito a qualcosa.

Resto sulle mie opinioni purtroppo. Non mi piace che zelanti (o zeloti*) amministratori di sistema decidano per mio conto cosa devo o non devo leggere nella mia email. Questo lo devo decidere solo io ...

Purtroppo molti non riescono a vederci qualcosa di male, io si. Ci sto proprio male. Ma tant'è ... in giro c'è anche di peggio.

'notte

(*) ZELOTI = Dal greco zhlwthz, geloso, zelante, il termine identifica un gruppo religioso-politico ebraico dell’epoca della dominazione romana in Giudea. Ardenti osservanti della Legge mosaica, gli Z. si organizzarono come partito politico durante il censimento ordinato dai romani (6 d.C.) e, guidati da Giuda Galileo, si ribellarono al procuratore romano (Atti degli Apostoli, 5, 37). Presero parte attiva nella guerra contro Roma, difesero fino all’ultimo momento Gerusalemme assediata, e costituirono l’ultimo baluardo della resistenza nella fortezza di Masada (73 d.C.), dove uomini e donne preferirono la morte alla resa. Alcuni studiosi hanno avvicinato il gruppo degli Z. alla comunità essena di Qumran (v. Mar Morto, e Masada).

zello ha scritto:Certo. Nel farlo bisogna ricordare:
1) che è gestita da uno spammer, e questo è incontrovertibile. Non ho il tempo ne la voglia di trovare i riferimenti su NANAE, ma chiunque sappia usare decentemente groups.google.com è in grado di farlo da sé.
2) che *non* è un servizio gratuito, e promette cose che non è detto possa mantenere (stare fuori dalle liste) - ma si sa, rule #1 e #2 degli spammers. Tra l'altro ha spammato usenet, e i cancelbot lo hanno - giustamente - punito.
3) che accetta pagamenti su PayPal, e ha cambiato dati di registrazione su whois almeno 5 volte in due mesi
4) che nei suoi Termini di Servizio (TOS) non contempla la possibilità di terminare un utente per spamming.

Fai cio' che vuoi, compreso pagare uno spammer. D'altra parte, io l'avevo detto: non si può più essere neutrali, da una parte bisogna pur schierarsi.

Rot in Spews.
gibi
Newbie
 
Post: 6
Iscritto il: 11/01/03 19:16

Postdi zello » 13/01/03 08:56

Alcuni studiosi hanno avvicinato il gruppo degli Z. alla comunità essena di Qumran

E qualche studioso ha visto caratteristiche cristiane o precristiane nella comunità essena. Nota bene cmq che io sono ateo...

A parte gli scherzi: capisco che trovarsi blacklistati può essere frustrante, soprattutto se non si è mai spammato. La rete sta prendendo provvedimenti (in mancanza di legislazione) per autotutelarsi, e dato che gli spammers (e qualche ISP) hanno mostrato di non sentirci quando si diceva loro le cose gentilmente, questi provvedimenti si sono un tantinello induriti.
Io ti consiglio - sinceramente - di muoverti dal tuo provider. D'altra parte, M3 ti ha mentito quando gli hai chiesto se avevano problemi di spamming, e mente a tutti con una policy anti-spamming "di facciata" che poi non fa rispettare.
Alternativamente, senti se qualcuno ti offre uno "smart hosting" per la posta in uscita - chiaramente non sarà gratis. Visto che hai già conosciuto Furio Ercolessi (gran brava persona, e competentissimo) puoi chiedergli (via mail, garantisco che risponde) quali sono i suoi costi per questo servizio. Peraltro il provider che gestisce (non lo nomino, anche se mi sa che in altri casi l'ho fatto, per non fare pubblicità di cui non ha bisogno) è veramente la best-practice italiana, e ti assicuro che non esiste la minimissima possibilità che oggi o in futuro finisca in qualche blacklist.

Ciao,
Il faut être toujours ivre. Tout est là : c'est l'unique question. Pour ne pas sentir l'horrible fardeau du Temps qui brise vos épaules et vous penche vers la terre,il faut vous enivrer sans trêve...
Avatar utente
zello
Moderatore
 
Post: 2351
Iscritto il: 06/05/02 13:44

Postdi zello » 13/01/03 09:15

Ultimissimo appunto: se ne parlo' su NANAE qualche mese fa.
Chi usa spews - intendo: qualunque ISP decida di filtrare la posta con spews, o con qualunque lista, cmq - sarebbe corretto che lo dicesse ai suoi clienti, e lasciasse l'opportunità di togliere tutti i filtri a chi non è interessato al filtraggio.
Inoltre, chiunque respinga un messaggio a seguito di una DNSBL, dovrebbe:
* respingerlo, non ingoiarlo (cioé farne il REJECT, non il DROP) - in modo che il mittente si veda tornare indietro la notifica che il messaggio non è arrivato, e perché (553 - Spam support - see http://www.spews.org/Sxxxx.html)
* e indicare i riferimenti alla blocklist (come sopra).
Mi hai detto che libero non lo fa - e per me fa male. Tuttavia, non lo fa neanche aol (anche loro usano blocklists, ma non spews). La ragione è che gli spammers indicano nel return path un indirizzo falso, e se questo indirizzo appartiene a qualcuno che non c'entra per niente, e aol (o libero) mandassero a questo indirizzo tanti messaggi di rimbalzo quante mail di spam erano loro destinate, finirebbero per fare mailbombing, e sarebbero a rischio di denuncia.
Il faut être toujours ivre. Tout est là : c'est l'unique question. Pour ne pas sentir l'horrible fardeau du Temps qui brise vos épaules et vous penche vers la terre,il faut vous enivrer sans trêve...
Avatar utente
zello
Moderatore
 
Post: 2351
Iscritto il: 06/05/02 13:44

Postdi Frengo78 » 13/01/03 09:26

E gia! quest'ultimo punto è un bel casino! Facendo reject finirebbero per creare situazioni ancor piu allucinanti. Questo giustifica parzialmente il drop e dovrebbe spingere tutti i provider a combattere lo spamming.

Ho letto in silenzio con interesse tutta la vostra discussione senza intromettermi mai su cose che non conosco. Devo dire che sono molto contento del fatto che anche se le posizioni sono cosi contrastanti la discussione sia cmq serena. Torno a stare zitto ;)
Knowledge is a weapon
Frengo78
Utente Senior
 
Post: 8985
Iscritto il: 16/07/02 08:41
Località: Torino

Postdi Frengo78 » 13/01/03 12:06

Scusate se mi intrometto ancora una volta. Vi segnalo questo articolo che ho letto ora ora. Chiedo sia a gibi che a zello se lo ritengono necessario la loro opinione in proposito. Io sono un po' perplesso
http://punto-informatico.it/p.asp?i=42649
Knowledge is a weapon
Frengo78
Utente Senior
 
Post: 8985
Iscritto il: 16/07/02 08:41
Località: Torino

Postdi zello » 13/01/03 14:26

Parli di ExactTarget?
66.162.122.80 (www1.exacttarget.com) listed in FIVETEN(127.0.0.4)
Five Ten (FIVETEN): added 2002-09-19; on twtelecom.net

Avete ragione - five-ten-sg.com non è niente male, come lista :)
Se ne è anche parlato su NANAE (niente di strano sul passato, salvo che vengono tutti fuori da Digital River), e c'è qualche hit - poca roba - su NANAS.

D'altra parte, questo
Sul fronte dei contenuti, le funzionalità identificano parole, frasi e fraseologie tipiche normalmente bloccate dai filtri antispam e risolvono proponendo all'istante il modo giusto per aggirarli

è dichiaratamente una via per sfuggire ai filtri, e questo
Sul fronte degli indirizzi, invece, il software identifica indirizzi email "sospetti" che vengono così disabilitati e inviati agli specialisti dell'azienda per parlarne con il cliente.

mi pare puro e semplice listwashing.
Se hai degli utenti che hanno dichiarato e confermato di voler ricevere notizie promozionali, non hai bisogno né di sfuggire ai filtri né di fare listwashing.

JMHO
Il faut être toujours ivre. Tout est là : c'est l'unique question. Pour ne pas sentir l'horrible fardeau du Temps qui brise vos épaules et vous penche vers la terre,il faut vous enivrer sans trêve...
Avatar utente
zello
Moderatore
 
Post: 2351
Iscritto il: 06/05/02 13:44

Postdi Frengo78 » 13/01/03 14:47

Zello non ho parole! :lol: :D

L'articolo mi era capitato oggi sotto il naso.
Knowledge is a weapon
Frengo78
Utente Senior
 
Post: 8985
Iscritto il: 16/07/02 08:41
Località: Torino

Postdi zello » 14/01/03 19:42

Linko questo articolo apparso recentemente contro spews, che sospetto essere in qualche modo collegato alla mia recente discussione in questo thread.

Faccio giusto giusto notare 2 cose:
1) la Costituzione Italiana pare non si applichi in Russia, e, soprattutto
2) l'articolo è firmato da Gerardo Antonio Cavaliere, dello StudioCelentano.it. Si può leggere:
In definitiva, nessuno puo', senza un fondato motivo, arrogarsi il diritto di impedire il passaggio di messaggi altrui.

Codice: Seleziona tutto
C:\>nslookup
> set type=MX
> studiocelentano.it
studiocelentano.it      MX preference = 10, mail exchanger = apollo.astranet.it
apollo.astranet.it      internet address = 193.70.110.2

193.70.110.2 è appena finito nella mia blacklist personale. Il motivo - non so però se è fondato o no - è vedere chi mi denuncia per questo.
Il faut être toujours ivre. Tout est là : c'est l'unique question. Pour ne pas sentir l'horrible fardeau du Temps qui brise vos épaules et vous penche vers la terre,il faut vous enivrer sans trêve...
Avatar utente
zello
Moderatore
 
Post: 2351
Iscritto il: 06/05/02 13:44

Postdi frodo » 15/01/03 00:33

Nel suo articolo su Interfree, il signor Gerardo Cavaliere, non sembra essere d'accordo sull'utilizzo di liste come SPEWS. Opinione perfettamente legittima.
Vorrei però mettere in risalto alcune sue affermazioni.

Internet e' una rete aperta e non chiusa. Se fosse chiusa sarebbe possibile operare indiscriminatamente tutte le restrizioni necessarie per respingere i contegni che non si conformano ai suoi criteri organizzativi.
Internet è aperta nell'accezione del termine che indica che i suoi protocolli sono aperti. Aperta non vuol dire "priva di regole" e che chiunque può collegarsi senza doverle seguire.

si puo' fondatamente ritenere che essa sia precostituita per un servizio - di fatto - pubblico
Internet è un fenomeno mai visto fino ad ora. Trarre paralleli con altri servizi esistenti potrebbe essere fuorviante in quanto sono radicalmente diversi da quanto conosciamo.
L'affermazione qui sopra pare contraddirsi in quanto afferma che tante reti private creano un servizio pubblico (cioè un servizio regolamentato dallo Stato come l'acqua, il gas o la telefonia). Allo stato delle cose Internet NON è regolamentato da nessun ente governativo e in quanto tale NON può ancora ritenersi pubblico.

In definitiva, nessuno puo', senza un fondato motivo, arrogarsi il diritto di impedire il passaggio di messaggi altrui.
I due paragrafi precedenti a quest'affermazione citano una sentenza del TAR del Lazio e l'articolo 21 della Costituzione per dare peso all'affermazione. Però nessuno mi impone (scusate il parallelo) di consegnare la posta che il mio vicino vuole che io porti a sua madre. Allo stesso modo nessuno può obbligare il mio computer a consegnare la posta di qualcun'altro.
frodo
Utente Junior
 
Post: 12
Iscritto il: 09/09/01 01:00

Postdi lowman » 15/01/03 12:38

Ciao zello, anch'io finora ho letto tutto il 3d con attenzione e in silenzio xké volevo farmi anch'io una cultura sul fenomeno dello spam, e devo dire che - a quanto ho letto - non posso che essere d'accordo con te. C'è una cosa però che non colgo (davvero, non ci arrivo :oops: ), e vorrei che me lo spiegaste: ma uno spammer cosa ci guadagna a spammare? Sicuramente per i provider che devono inoltrare spam è uno spreco di risorse e quindi si risolve in un danno, ma allo spammer che guadagni porta? Sinceramente non credo che lo spam porti a realizzazione delle offerte commerciali che contiene, magari mi sbaglio, ma se quando ricevo 10 mail di spam e le cancello tutte in un blocco direi che gli autori dello spam non ci hanno avuto nessun guadagno...o forse le cose stanno diversamente? Attendo una tua risposta, ciao...
"se tocco il fondo è per darmi la spinta e risalire,
risalire a galla, è per andare sempre più su, su, su, su, su..." (Quintorigo, "Momento morto")
Immagine
lowman
Utente Junior
 
Post: 54
Iscritto il: 26/07/02 10:02
Località: Padova

Postdi Frengo78 » 15/01/03 12:41

Lowman zello ha gia risposto a questa domanda in un vecchio topic. Dammi il tempo di cercare
Knowledge is a weapon
Frengo78
Utente Senior
 
Post: 8985
Iscritto il: 16/07/02 08:41
Località: Torino

Postdi Frengo78 » 15/01/03 12:44

Eccolo! E' questo intitolato "quanto guadagnano gli spammers"
http://www.pc-facile.com/phpBB/viewtopic.php?t=5737
Knowledge is a weapon
Frengo78
Utente Senior
 
Post: 8985
Iscritto il: 16/07/02 08:41
Località: Torino

Precedente

Torna a Discussioni


Topic correlati a "SPEWS ???":

Spamassassin e Spews
Autore: Kin
Forum: Sicurezza e Privacy
Risposte: 0
mailserver di fastweb in SPEWS
Autore: zello
Forum: Discussioni
Risposte: 4

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti