Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

Il ping di un host corrisponde a 127.0.0.1 !

Discussioni e opinioni costruttive sul mondo dell'informatica.
Per la soluzione di problemi specifici fare riferimento alle sezioni di assistenza!

Moderatori: aurelio37, axelrox

Postdi doublep » 20/01/03 09:23

Scusate se riaccendo questa discussione.... un po' datata ma sempre buona :lol: (visto il livello di competenza)

Fin qui è tutto (poco) chiaro... pero' ora mi sorge un problema: avendo una connessione a fastweb e una piccola rete locale (2pc) non mi funzionano alcuni programmi.

mi spiego meglio: la rete locale apparentemente funziona (in gestione risorse vedo l'altro pc) pero' un programma che utilizza un db in rete (interbase) non mi trova il server. premetto che Interbase utilizza il protocollo tcp/ip per condividere gli accessi.
allora, se io faccio un ping alla macchina server (192.168.1.1) mi restituisce un reply from 127.0.0.1 ecc..

Ma e' mai possibile?

Idem se ping il nome dell'host (es. ping server) dovrebbe restituirmi l'indirizzo ip dell'host e invece mi risolve sempre 127.0.0.1.

Non capisco :cry:

Se faccio un ping dal server verso il client tutto funziona regolarmente....

boh
grazie per l'aiuto
ciao 8)
doublep
Newbie
 
Post: 1
Iscritto il: 20/01/03 08:53

Sponsor
 

Postdi kadosh » 20/01/03 11:07

Innanzitutto dimmi come è fatta la tua rete. Sai, ho anch'io FW e per fare una rete decente occorrono diversi accorgimenti, dato che FW ti da per forza il DHCP, e a meno di avere 2 NIC sul Server o uno switch o router non si può implementare un dominio, al max un WG. ;)
Ch®is ˜˜ www.glgroup.it˜˜ {~Up You® Life~}™ Semper Fidelis
Avatar utente
kadosh
Moderatore
 
Post: 3791
Iscritto il: 24/09/01 01:00
Località: Roma

Postdi DarkAngel » 20/01/03 17:21

zello ha scritto:Scusate, dato un nome yyy.xxx.com, xxx.com è il dominio. yyy è il nome dell'host all'interno del dominio - sarà il nameserver autoritario per quel dominio che si preoccuperà di restituirne l'IP.

O, almeno, io ero rimasto lì...



esatto ZELLO, la cosa è molto + semplice di come la prospettate voi comunque. Inanzitutto il dominio è (stando alle regole di naming del NIC) "nomedominio.ext", mentre il suffisso "www." (dominio di 2° livello) è solo un "uso e consuetudine" globale per indicare che a quel nome rispondono pagine per il World Wide Web. Poi questa "uso e consuetudine" è diventata fin troppo radicata nel mondo, da venir spesso e volentieri scambiata e sostituita al dominio di 1° livello.

Io ti posso garantire al 100000% che quando si registra al NIC un dominio bisogna solo specificare "nomedominio.ext" e null'altro.... sta al Maintainer / Provider che registra il dominio a settare i suoi DNS in modo tale che il sottodominio (o dominio di 2° livello) abbia lo stesso IP del dominio di 1° livello, in questo modo sia che digiti "nomedominio.ext" o "www.nomedominio.ext" tu veda lo stesso risultato. Ma ti ripeto che questo è solo "una consuetudine" e non una regola..... in teoria tu con un dominio puoi farci qualunque cosa.... per esempio se registri il dominio "zello.it":

- puoi settare il dominio 1° (zello.it) in modo che risponda un server di IRC e non necessariamente delle pagine web
- puoi creare dei sottodomini che corrispondano a tante postazioni fisiche di una LAN (pc1.zello.it - pc2.zello.it etc etc)
- puoi settare svariati sottodomini con nomi qualsiasi e non necessariamente il solito "www.", e per ogni sottodominio farci girare delle pagine web diverse (presentazione.zello.it - pluto.zello.it - spam.zello.it)
- puoi impostare dei sottodomini per fare delle VPN e altri che facciano da gateway per la tua rete personale o addirittura faci girare degli applicativi Java per reti industriali e ogni sotto dominio può avere degli IP fissi diversi, non necessariamente uguali al dominio di 1° livello

insomma..... puoi farci quello che vuoi, hai come limite solo la tua fantasia.... un dominio non deve per forza essere solo un "sito web" e basta, il nome a dominio è solo una denominazione per l'assegnazione di uno o + IP fissi..... poi con gli IP fissi fai quello che ti pare, ovviamente in base alle tue esigenze.

Stando nell'ambito dell'Hosting, spesso capita che se tu registri il dominio zello.it, e poi chiedi l'attivazione del dominio pluto.zello.it quest'ultimino di viene fatto pagare come un dominio di 1° livello nuovo.... sappiate che ciò è scorretto (che sia illegale non lo so.... ) e non riconosciuto dal NIC come pratica corretta, in quando il proprietario del dominio zello.it dovrebbe avere la libertà di creare e disfare i propri sottodomini come gli pare e piace. Purtroppo molte aziende sfruttano queste "scappatoie" e l'ignoranza dei clienti per spillare soldi facendo pagare servizi che non esistono, ma anzi.... sono diritti intrinsechi al dominio di 1° livello..... MA QUESTA E' UN'ALTRA STORIA...

spero di essere stato abbastanza chiaro :P
DarkAngel
Utente Senior
 
Post: 453
Iscritto il: 09/08/01 01:00

Postdi Nicola » 20/01/03 17:29

Una domanda:
DarkAngel ha scritto:- puoi creare dei sottodomini che corrispondano a tante postazioni fisiche di una LAN (pc1.zello.it - pc2.zello.it etc etc)

Con un dominio come si fa, con un solo IP pubblico, a rendere disponibile una eventuale 2^ macchina (che ha solo un IP privato, diciamo 192.168.0.2) .. ? O forse è necessario 1 IP pubblico per ogni macchina ?

Grazie.

Ciao, Nicola.
Nicola
Nicola
Utente Senior
 
Post: 7381
Iscritto il: 08/02/02 01:00

Postdi DarkAngel » 20/01/03 18:26

ovviamente si possono usare solo IP pubblici....
gli altri non sarebbe visti dall'esterno per cui la cosa non ha senso e non ha utilità....
DarkAngel
Utente Senior
 
Post: 453
Iscritto il: 09/08/01 01:00

Precedente

Torna a Discussioni


Topic correlati a "Il ping di un host corrisponde a 127.0.0.1 !":


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti