Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

ESISTE IL TELELAVORO SERIO,VERO, OPPURE E' UN MITO.....

Discussioni e opinioni costruttive sul mondo dell'informatica.
Per la soluzione di problemi specifici fare riferimento alle sezioni di assistenza!

Moderatori: aurelio37, axelrox

ESISTE IL TELELAVORO SERIO,VERO, OPPURE E' UN MITO.....

Postdi win » 23/02/06 20:11

:( Ciao a tutto il bellissimo forum..ho navigato consumando tonnellate di mega,migliaia di banner,siti,forum,proposte,files....ma alla fine tutto fumo....vendita di prodotti inesistenti,siti fantasma,catene infinite,postepay del tipo io scarico la mia,e, ricarico sulla tua...ptr leggimail,ecc ecc ecc ecc ecc.Ma esiste il vero telelavoro ?? pagato uno stipendio base parlo come percepisce ad esempio la casssiera del supermercato ...tanto per intenderci sulla cifra..io credo di no. :cry:
win
Utente Junior
 
Post: 84
Iscritto il: 14/04/03 07:16

Sponsor
 

Postdi Triumph Of Steel » 23/02/06 20:40

no, non esistono, mi spiace.
Forse è meglio se ti trovi un lavoro serio!
Avatar utente
Triumph Of Steel
Moderatore
 
Post: 7852
Iscritto il: 22/08/01 01:00

...............................

Postdi win » 23/02/06 20:45

Triumph Of Steel ha scritto:no, non esistono, mi spiace.
Forse è meglio se ti trovi un lavoro serio!


lapidario.............hai distrutto internet........
win
Utente Junior
 
Post: 84
Iscritto il: 14/04/03 07:16

Re: ...............................

Postdi Mikizo » 23/02/06 20:48

win ha scritto: hai distrutto internet........

Non mi pare si tratti di internet, quanto del telelavoro...
internet può essere un lavoro, nel senso che puoi gestire siti per conto terzi, oppure provare a guadagnare con la pubblicità, o a mettere su un negozio online... etc etc etc.
Il telelavoro non è questo, significa fare un lavoro collegati da casa. In questo senso la cosa è poco sviluppata e non ti garantisce uno stipendio.
Avatar utente
Mikizo
Download Admin
 
Post: 8517
Iscritto il: 05/01/02 01:00
Località: Outside

Re: ...............................

Postdi win » 23/02/06 20:57

Mikizo ha scritto:
win ha scritto: hai distrutto internet........

Non mi pare si tratti di internet, quanto del telelavoro...
internet può essere un lavoro, nel senso che puoi gestire siti per conto terzi, oppure provare a guadagnare con la pubblicità, o a mettere su un negozio online... etc etc etc.
Il telelavoro non è questo, significa fare un lavoro collegati da casa. In questo senso la cosa è poco sviluppata e non ti garantisce uno stipendio.


Qualche consiglio ?? piu specifico mi interessa molto....Intanto ringrazio tutti per le gentili risposte,che ottengo da anni su questo bel forum.
win
Utente Junior
 
Post: 84
Iscritto il: 14/04/03 07:16

Postdi Dylan666 » 25/02/06 00:58

PREMESSA: non ho avuto diretta esperienza in materia ma testimonianze di persone con le quali ho lavorato un paio di anni fa (per una cosa che non aveva nulla a che fare col telelavoro) e con le quali purtroppo non sono rimasto in contatto...

Prima di tutto: le bidonate sono dietro l'angolo. Ovvio, internet è grande quanto il mondo, ma mentire a qualcuno è più facile che non faccia a faccia. Bastà un sito fatto bene o un annuncio elegante, e qualcuno un po' ingenuo dall'altra parte che si lasci abbindolare da tutto cioò e non chieda garanzie...
Il campo del telelavoro (parola che ha cominiato a ingolabare al suo interno lavori abbastanza diversi) è abbastanza nuovo. La legge non è ferratissima in materia, ma c'è e andrebbe conosciuta:

http://www.inps.it/Doc/Professionista/T ... elelav.htm

http://www.telelavoro.it/

http://www.telelavoro.rassegna.it/

http://www.funzionepubblica.it/lavoroflessibile/

Ho messo solo qualche link, ma dovrebbero bastare per quanto riguarda la parte legislativa. Ora cominciamo con le offerte di lavoro vero e proprio.
Diciamo subito che col telelavoro NON ci si campa, tranne rarissima casi. Per lo più sono contratti di colaborazione occasionale, se non addiritturra vere e proprie richieste di prestazioni uniche.

Cosa NON intendo:
Quando parlo di telelavoro NON intendo nulla che abbia lontanamente a che fare con il multi-level marjìketing o le catene piramidali o programmi, servizi, oggetti che vanno rivenduti ad altri che a loro volta debbono vendere, I due campi non c'entrano assolutamente nulla, nemmeno lontanamente, ma siccome c'è chi è poco informato e siti che cercano di vendere una cosa per un'altra ci tenevo a specificarlo

Cosa intendo:
Intendo con telelavoro degli incarichi retribuiti che si possono svolgere da casa, solitamente con l'utilizzo del telefono e del PC (o solo di uno dei due).
Di incarichi di questo tipo ne esistono di due tipi solitamente:

  • Offerti da privati
  • Offerti da compagnie, aziente, società, uffici in generale


Nel prima caso ci sono persone che chiedono materiale che è possibile creare a casa e consegnare da casa: traduzioni di libri, creazione di siti internet, vendita di fotografie digitali, lavori di grafica ecc.

Un sito che una volta era ottimo (un mio amico un paio di siti semplicissimi li fece e i soldi gli arrivarono, e gli ex colleghi che citavo prima avevano fatto traduzioni a pagamento) era questo:

http://www.telelavorando.it/

Era ottimo, e infatti era stato citato pure in una puntata di Internet Café (un programma RAI condotto all'epoca da Andrea Pezzi) e ma ora c'è molt molta spazzatura... annunci scritti coi piedi e gente che offre compensi talmente alti (tipo 8000 € al mese) che sono chiaramente prese in giro... ma cercando ogni tanto qualcosa si trova.
Non dubito che magari ora ne esistano validi sostituti.

Per il secondo caso, diciamo che c'è chi ci crede veramente nel TeleLavoro e certe volte si lavora proprio per la pubblica amministrazione.

http://telelavoro.formez.it/

Come si vede i numeri sono pochi (312 televoratori) ma qualcosa si sta muovendo...

Tutto questo per dire cosa? Che il Telelavoro con la T maiuscola esite, da qualche parte, ma è molto nascosto... forse più difficile da trovare che un lavoro normale! Bisogna stare molto molto attenti e calcolare che è un lavoro come tutti gli altri! Nel senso che si deve pretendere professionalità dal proprio datore, garanzaie e aspettarsi uno stipendio ragionavole per il lavoro pattuito, non compensi esorbitanti come quelli promessi dalle aziende chiaramente truffaldine ;)
Occhio specialmente a quello che offrono telelavoro via mail, molte di quelle disoneste si possono trovare o segnalare qui:
http://www.anti-phishing.it/archivio/false.societa.php
Avatar utente
Dylan666
Moderatore
 
Post: 38040
Iscritto il: 18/11/03 16:46

Postdi Dylan666 » 25/02/06 00:59

Avatar utente
Dylan666
Moderatore
 
Post: 38040
Iscritto il: 18/11/03 16:46

Postdi rebol » 25/02/06 11:01

Non credo che le statistiche di cui parli rendano giustizia al telelavoro. Sicuramente è una forma di impiego ancora residuale, ma non credo comunque si tratti di quelle cifre. Io di persona conosco un mio amico che lo utilizza abitudinariamente, lavorando per una azienda di Roma da casa sua. Io stesso, per molti dei miei clienti, svolgo la maggior parte della mia attività in back-office, avendo con loro contatti telematici almeno nel 75% dei casi (ovviamente ci sono anche contatti personali, altrimenti difficilmente si riesce a stabilire un rapporto di fiducia necessario per instaurare una simile modalità lavorativa).

I dati Formez secondo me non rendono molto giustizia, sia perchè sono focalizzati su un singolo aspetto (cioè la PA) non comprendendo l'intera dimensione del fenomeno. Per fare un esempio, io stesso collaboro con l'istituto di cui sopra, e parte della mia attività si svolge on-line, ma di sicuro non sono annoverato in quelle cifre.

Devo dire comunque che il telelavoro è solo una diversa modalità di interfaccia che può essere utile per superare barriere logistiche, ciò non toglie nulla ad altre forme di impiego. Il poter svolgere la propria attività lavorativa nel proprio contesto familiare (da casa o, in altri casi, da un proprio ufficio) non sempre presenta grandi vantaggi rispetto ad una situazione tradizionale, sopratutto considerando che server una buona dose di esperienza ed una capacità comunicativa tale da mantenere saldo il rapporto "a distanza".

Per quanto riguarda altre forme di guadagno relative alla rete (che non necessariamente potrebbero essere chiamate "telelavoro"), effettivamente il panorama non è molto roseo. Esistono miriadi di siti web che propongono guadagni sterminati, ma nella maggior parte si tratta di bufale. Spesso si viene invitati ad investire dei soldi per poi riceverne di altri (con il rischio che il sito vada a "gambe all'aria" a metà dell'opera), altre volte dietro slogan altisonanti si nascondono guadagni infinitesimali.

In questi casi occorre fermarsi a riflettere sull'affidabilità del soggetto con il quale si entra in contatto prima di decidere cosa fare. Per mia esperienza posso dire che una delle poche forme di guadagno che sono riuscito a "monetizzare" seriamente con la rete riguarda la pubblicità su un mio sito web personale, anche grazie al servizio Adsense di Google.
Esiste una comunità di utenti raggiungibile all'indirizzo http://www.altervista.org dove si può prendere uno spazio web nel quale si viene retribuiti per i banner esposti: ovviamente devono essere banner solo di Altervista.
Altra alternativa consiste nell'utilizzare uno spazio web libero da questi vincoli, creare il proprio sito web, e quindi pubblicare dei banner. Uno dei migliori sistemi è AdSense di Google (ho visto proprio su questo sito una guida ben fatta).
Se invece non si ha voglia di creare un sito web per questo scopo (visto che comunque richiede un minimo sforzo per la creazione dei contenuti e la promozione) si può utilizzare un servizio chiamato Pay to Write dove, sempre grazie agli annunci di AdSense, è possibile guadagnare scrivendo degli articoli, un proprio blog o dei topic in un forum. Il link al sito internet è il seguente http://www.mondoinformatico.info/user/register/invite=UNMA6CJF6B847TPG80GUSUG7DI76GH1G (il sito prevede un meccanismo di referral, il link precedente è collegato al mio account, ma potente anche iscrivervi bypassando questo step se preferite). All'interno potrete trovare anche il link per il forum.
Conosco questo sito web da poco, però mi ha incuriosito la modalità originale con la quale gli autori hanno utilizzato il servizio AdSense. Ovviamente il sito è in fase di lancio, ma per quanto riguarda l'affidabilità, va segnalato che non è MondoInformatico a pagare, ma Google, quindi ci si può sentire più tranquilli.

Qualunque sia la strada scelta per guadagnare sulla rete, secondo me, una cosa deve essere ben chiara: dimenticare guadagni milionari. Certo esistono esempi quali la MillionDollarPage che ha dato il via al pixel advertising, ma si tratta di idee brillanti, difficilmente ripetibili. Alla fine internet non è altro che una nuova opportunità: mette a disposizione una serie di strumenti tra loro combinabili e molto versatili: sta alla bravura di ognuno cercare una combinazione vincente....

Oooops.... forse sono stato un pò logorroico.... :) Spero comunque possa essere utile.
Ciao a tutti
HITOTSU JINKAKU KANSEI NI TSUTOMURU KOTO
HITOTSU MAKOTO NO MICHI O MAMORU KOTO
HITOTSU DORYOKU NO SEISHIN O YASHINAU KOTO
HITOTSU REIGI O OMONZURU KOTO
HITOTSU KEKKI NO YU O IMASHIMURU KOTO
rebol
Utente Senior
 
Post: 129
Iscritto il: 11/09/02 14:12
Località: In the middle of nowhere

Telelavoro serio

Postdi luxx » 17/12/07 13:43

Il telelavoro serio esiste.
Date un'occhiata al mio blog:
http://telelavoro.blogspot.com

Siccome anch'io mi sono reso conto che di proposte concrete ce ne sono ben poche nella rete, ho deciso di aprire un blog dove raccolgo le offerte di telelavoro che sembrano essere serie, in più ho aggiunto qualche post che potrebbe dare qualche spunto per un telelavoro in proprio.
Per chi vuole comunque orientarsi su cosa fare come telelavoro, consiglio di leggersi questo post:
http://telelavoro.blogspot.com/2006/09/ ... avoro.html

Ciao a tutti e buon telelavoro!!
luxx
Newbie
 
Post: 1
Iscritto il: 17/12/07 13:33

Re: ESISTE IL TELELAVORO SERIO,VERO, OPPURE E' UN MITO.....

Postdi marccx » 20/06/08 14:19

Se posso permettermi di dare una risposta,il telelavoro esiste.Quelli che dicono che non esiste,in realtà han dato solo una risposta imprecisa e vaga,forse perchè hanno incontrato i soliti truffatori..Però qui bisogna fare una precisa distinzione:la maggior parte delle persone credono (a torto)che il telelavoro sia un lavoro da dipendente,in cui uno si connette alla rete e viene pagato ad ore.Questo tipo di telelavoro in Italia è assai poco sviluppato e a parte fenomeni sporadici,non c'è.
(parlo di fenomei sporadici riferendomi ad esempi specifici come la telecom,che anni fa creò un tipo di lavoro da casa per le operatrici telefoniche,se non sbaglio 187,ma era un fenomeno a parte)
Quello che posso dire in base alla mia esperienza è che il telelavoro esiste,ma presuppone conoscenze ben specifiche,ed in genere non è quasi mai un lavoro dipendente,ma una collaborazione di tipo free lance o da libero professionista.
Per esempio se siete dei programmatori e conoscete linguaggi informatici non sarà difficile collaborare con portali per la crezione che ne so di siiti web,ecc..oppure potreste essere dei traduttori che offrono consulenze di traduzione..insomma il telelavoro esiste partendo dalle competenze specifiche di ognuno.
Inutile che certe persone cerchino il telelavoro quando in realtà non sanno fare una beata:-)(scusate ma quando ci vuole ci vuole)..bisognerebbe poi chiedere a queste persone che cercano telelavoro:ma tu,cosa sai fare?quali sono le tue competenze?in che ramo ti vuoi specializzare?Insomma il telelavoro lo si crea in sostanza giorno dopo giorno..quelli che cercano in sostanza telelavori generici troveranno solo le classiche bufale da 4 soldi,tipo lavora con le email,etc..ma questo non è telelavoro.
marccx
Newbie
 
Post: 1
Iscritto il: 20/06/08 14:07

REsiste ma dove?

Postdi genny » 13/08/08 02:43

:undecided: io sto cercando un telelavoro con il computer ma vedo un sacco di sole in giro...che non spiegano mai quello che vogliono!! Il mio lavoro è gia' stare sul pc e uso programmi come quark X press, photoshop e page maker...insomma quello che si usa per i grafici publicitari...qualche volta mi è toccato usare illustrator!!! lavoro sia su mac che pc!! Non credo a questi che non chiedono specifiche..per cause di salute sto cercando un telelavoro pero' qui è un terreno minato!!!!!
genny
Newbie
 
Post: 1
Iscritto il: 13/08/08 02:29

Re: ESISTE IL TELELAVORO SERIO,VERO, OPPURE E' UN MITO.....

Postdi Billina85 » 06/04/09 20:31

l'unico valido telelelavoro che fa guadagnare qualcosa è il trovare aziende a cui fare pubblicità, loro così vendono i prodotti e voi guadagnate delle provvigioni, sia sulle vostre vendite che su quelle dei vostri affiliati. Io mi trovo bene con gigacenter che è gratuito (al contrario di piazzaerbestore che chiede 99€ al mese!!!!!) e ti offre la possibilità di aprire un centro commerciale online con un nome scelto da te, senza per questo doversi preoccupare dell'organizzazione del sito e delle spedizioni. I prodotti in vendita sono tutti di ottime marche e sono di svariate tipologie che vanno dall'abbigliamento di alta moda, all'elettronica, all'informatica, alla bellezza e molto altro.

[url]link rimosso in quanto viola il nostro Regolamento.. by axelrox[/url] questo è il link di iscrizione, non costa niente iscriversi, anche solo per vedere come funziona e in più le provvigioni si possono avere anche sugli acquisti fatti da voi stessi, quindi se siete degli acquirenti abituali di alcuni dei siti partner, ad esempio yoox, dressup, bonprix, nike, bol, eplaza, ecc. non esistate a iscrivervi così potrete ottenere sconti
Billina85
Newbie
 
Post: 1
Iscritto il: 06/04/09 20:29


Torna a Discussioni


Topic correlati a "ESISTE IL TELELAVORO SERIO,VERO, OPPURE E' UN MITO.....":


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite