Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

Il progetto PALLADIUM chiude...per ora

Discussioni e opinioni costruttive sul mondo dell'informatica.
Per la soluzione di problemi specifici fare riferimento alle sezioni di assistenza!

Moderatori: aurelio37, axelrox

Il progetto PALLADIUM chiude...per ora

Postdi DooM3 » 29/12/05 11:59

Un mod di un forum mi ha detto ke è un semplice algoritmo di cifratura ke quando trova qualcosa di nn certificato te lo dice, e se nn 6 d'accordo continui, come i messaggi di M$ di adesso ... boh io sono scettico anke perkè afferma ke le fonti dove si dice ke palladium porterà a pc blindati sono tutte fasulle, le petizioni vengono solo fatte così qualcuno ci guadagna ... faccio bene a fidarmi ??
DooM3
Utente Junior
 
Post: 31
Iscritto il: 15/12/05 23:58

Sponsor
 

Postdi Mikizo » 29/12/05 12:12

fonti? link?
col "sentito dire" è inutile avviare una qualsiasi discussione ;)
Avatar utente
Mikizo
Download Admin
 
Post: 8517
Iscritto il: 05/01/02 01:00
Località: Outside

Postdi DooM3 » 29/12/05 12:14

Si basa su fonti ufficiali, volevo sentire altre opinioni
DooM3
Utente Junior
 
Post: 31
Iscritto il: 15/12/05 23:58

Postdi Mikizo » 29/12/05 12:28

Scusa, non vorrei sembrarti polemico, ma che vuol dire "fonti ufficiali"? Bill Gates? Gente che lavora in Microsoft? Persone vicine a gente che lavora in Microsoft? (mi viene da aggiungere: il Pentagono? la CIA? ma sarebbe solo una battuta).

Sull'argomento Palladium in rete trovi tutto e il contrario di tutto, anche su questo forum se ne è già parlato e non si è ovviamente arrivati a conclusioni unanimi.
D'altronde si tratta di prevedere il futuro, dunque chi può dire se il "semplice algoritmo di cifratura" si limiterà a chiedere il consenso al'utente o bloccherà il pc?
Neppure lo stesso Bill Gates sa come funzioneranno i pc Windows fra tre anni, può esprimere delle linee guida, ipotizzare degli scenari, ma non sa se per qualche motivo cambierà idea, o se il mercato o la legge lo costringeranno a cambiare idea. E' già successo in passato che i piani di mamma M$ siano stati stravolti...
Avatar utente
Mikizo
Download Admin
 
Post: 8517
Iscritto il: 05/01/02 01:00
Località: Outside

Postdi DooM3 » 29/12/05 12:30

Quello ke intende il mod come fonte ufficiale

https://www.trustedcomputinggroup.org/home
DooM3
Utente Junior
 
Post: 31
Iscritto il: 15/12/05 23:58

Postdi pjfry » 30/12/05 13:16

sposto in discussioni :)
Avatar utente
pjfry
Moderatore
 
Post: 8240
Iscritto il: 19/11/02 17:52
Località: terni

Re: Il progetto PALLADIUM chiude...per ora

Postdi luna11 » 31/12/05 01:28

DooM3 ha scritto:Un mod di un forum mi ha detto ke è un semplice algoritmo di cifratura ke quando trova qualcosa di nn certificato te lo dice, e se nn 6 d'accordo continui, come i messaggi di M$ di adesso ...??

Infatti adesso funziona in questo modo .
In seguito sarà un chip , denominato FRITZ , a controllare che l'hardware ed il software che si tenterà di installare sia considerato sicuro .
Viene ( verrà ) ritenuto sicuro solo il materiale proveniente da aziende membre del consorzio TCG .
Qualcuno avanza il dubbio che per entrare a far parte di questo consorzio bisognerà sborsare un bel pò di quattrini che poi incideranno sul costo del prodotto certificato TCG .
le petizioni vengono solo fatte così qualcuno ci guadagna ...

Ed in che modo ?
Rivendendo le petizioni firmate come azioni Microsoft ?

afferma ke le fonti dove si dice ke palladium porterà a pc blindati sono tutte fasulle

Le fonti ( alcune di esse ) le troviqui
Prova a leggere di cosa si tratta e magari linka la pagina al moderatore in questione .
luna11
Utente Senior
 
Post: 3634
Iscritto il: 10/08/01 01:00

Postdi Heba » 31/12/05 11:56

in realtà è saltato fuori dopo alcuni giorni che il progetto è solo rimandato al 2008 e non bloccato completamente, se hanno già messo in vendita i primi pezzi con il TPM dubito che si fermino proprio ora.
In internet il saper leggere equivale al saper ascoltare nella realtà.
Chi sa ascoltare possiede le chiavi di molte porte.
Heba
Utente Senior
 
Post: 509
Iscritto il: 16/06/05 15:09
Località: Cremona

Postdi Mikizo » 06/01/06 22:42

Segnalo questa vecchia discussione:
http://www.pc-facile.com/forum/viewtopic.php?t=35606

in fondo alla quale luna11 ha segnalato questo interessante articolo con tanto di filmato:
http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=4528

Non molto tempo fa era stato segnalato anche questo:
http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=s ... numero=999
Avatar utente
Mikizo
Download Admin
 
Post: 8517
Iscritto il: 05/01/02 01:00
Località: Outside

Postdi DooM3 » 07/01/06 10:49

Mikizo ha scritto:in fondo alla quale luna11 ha segnalato questo interessante articolo con tanto di filmato:
http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=4528

Una sola parola : B*STARDI !!! Tutto ad interesse loro, voglio vedere poi come saliranno i prezzo del software ... :undecided: :aaah :aaah :mmmh:
DooM3
Utente Junior
 
Post: 31
Iscritto il: 15/12/05 23:58

Postdi luna11 » 07/01/06 16:22

L'interesse economico , pur non essendo secondario , non è l'aspetto più importante del progetto.
Credo , e sono in buona e numerosa compagnia , che lo scopo finale sia il controllo completo sull'informazione ed il controllo capillare delle masse.
È difficile spiegare bene cosa sia palladium senza analizzare tutti gli aspetti del progetto e comporli fra di loro come un enorme puzzle.
Puzzle di cui mancano ancora alcune tessere , le più importanti , per essere finalmente completato.
Si è inizialmente creato un consorzio ( cartello) in cui inserire la totalità dei produttori hard/software
Nel TCG c'è attualmente il gotha dell'informatica e dell'elettronica, altri aderiranno .
L'alternativa è scomparire dal mercato.
Come dire :Siamo tutti sulla stessa barca .
Le ragioni , terrorismo , virus , pirateria etc. non mancano e se non sono abbastanza non importa , possono sempre crearne altre .
Comunque è un progetto che partirà in sordina e molto lentamente in attesa che l'hardware TCP sia diffuso capillarmente nelle case , aziende , istituti , amministrazioni varie etc. con l' " opportuno " software .
Questo segnerà il punto di non ritorno , allora sarà impossibile sostituire questo hard/software senza fermare il mondo.
Le tessere mancanti sono le coperture /complicità politiche.
Qualcuna c'è , gli hanno intitolato un chip.
Con altri sono in corso trattative.
In fondo c'è ancora il chipset e qualche altro componente da intitolare .
luna11
Utente Senior
 
Post: 3634
Iscritto il: 10/08/01 01:00

Postdi Heba » 07/01/06 17:29

@ MIkizo

sì, il video è interessante, la lista però ha cominciato a scemare, anzi io direi proprio che non è più gruppo organizzato di quanto non lo fosse all'inizio. Diciamo proprio che le buone intenzioni iniziali si sono perse con il tempo, non riescono ad andare più in là di una semplice discussione che molte volte finisce ot e negli ultimi periodi pure ad insulti, quindi sono scaduti molto, negli ultimi giorni sono uscite delle persone dal progetto, quindi si stanno dando una mossa nel cercare di ripristinare il tutto, ma se continuano a dare spazio a certi provocatori, non so quanto gli durano le buone intenzioni.

@luna11

secondo me fare gli allarmisti ora come ora non conviene, nel senso, non abbiamo in mano assolutamente nulla se non sospetti. Mi spiego, non ci sono pezzi hardware con il Tc ancora in commercio, ma cominceranno verso la fine del primo semestre 2006, il sistema di Tc di Windows Vista, che era l'unico che poteva essere realmente un pericolo immediato, è stato spostato nel 2008, quindi non è detto che nel 2008 poi sarà effettivamente messo in atto, magari lo spostano ancora.
Vero che le aziende ci hanno speso molti soldi, ma economicamente parlando se l'azienda vede un rientro economico almeno pari a quello che si è preventivata, non lo porta avanti il progetto, non c'è nessuna azienda che sia così stupida da suicidarsi, lo dico a ragion veduta sono una proprietaria aziendale seppur di piccole dimensioni e tutti ragioniamo nello stesso modo, assicuro.
Quindi io aspetterei a fare allarmismo su queste cose, alla fin fine non abbiamo in mano nulla per dire come realmente si comporteranno i pc con il Tc, io dico sempre, prima di parlare in un senso o in un altro, oltre sicuramente ad appoggiarci a degli esperti come Ross, Stallman, Bottari, o altri che sicuramente ne sanno più di noi in merito, sarebbe meglio avere in mano un pc con hardware tc e testarlo con software tc e non tc, in questo modo si può esattamente sapere se e come reagisce la macchina in certe condizioni, cosa permette di fare e cosa no, altrimenti è inutile si rischia di dire fesserie e basta e quelle le possono dire tutti, i tecnici seri, prima comparano con le macchine in mano, con i software in mano (come hanno fatto i vari tecnici di fama internazionale che hanno scritto faq, testi informatici e altro).
In internet il saper leggere equivale al saper ascoltare nella realtà.
Chi sa ascoltare possiede le chiavi di molte porte.
Heba
Utente Senior
 
Post: 509
Iscritto il: 16/06/05 15:09
Località: Cremona

Postdi luna11 » 07/01/06 20:06

Allarmismi ? Ma non si diceva la stessa cosa di Echelon ?
Mi spiego, non ci sono pezzi hardware con il Tc ancora in commercio, ma cominceranno verso la fine del primo semestre 2006

Bene , l'hardware quindi non me lo sono inventato io .
il sistema di Tc di Windows Vista, che era l'unico che poteva essere realmente un pericolo immediato, è stato spostato nel 2008, quindi non è detto che nel 2008 poi sarà effettivamente messo in atto, magari lo spostano ancora.

Quindi esiste anche il software .
Ma lo fonte di questa notizia non ti preoccupa minimamente ?
Comunque sara operativo quando tutto l'hardware sarà TC-C.
Vero che le aziende ci hanno speso molti soldi, ma economicamente parlando se l'azienda vede un rientro economico almeno pari a quello che si è preventivata, non lo porta avanti il progetto, non c'è nessuna azienda che sia così stupida da suicidarsi, lo dico a ragion veduta sono una proprietaria aziendale seppur di piccole dimensioni e tutti ragioniamo nello stesso modo, assicuro.

Questo mi ricorda molto le decine e decine di piccole aziende che lavorano per la FIAT ai cui diktat devono sottostare.
Rifiutarli equivarrebbe al suicidio/fallimento.
Se la tua azienda producesse schede audio cosa faresti ?
E cosa vuol dire non portare avanti il progetto ?
Abbandonarlo tornando a produrre schede audio che nessuno pc accetterebbe ?
Lo scopo di far aderire al progetto il maggior numero di aziende mi sembra chiaro: si è tutti nella stessa barca e se questa naviga in acque pericolose scendere equivale ad annegare.
sarebbe meglio avere in mano un pc con hardware tc e testarlo con software tc e non tc, in questo modo si può esattamente sapere se e come reagisce la macchina in certe condizioni

Lo scopo di tutto questo "allarmismo " è poprio quello di impedire che una macchina del genere venga realizzata.
In caso contrario ci sarà ben poco da testare.
luna11
Utente Senior
 
Post: 3634
Iscritto il: 10/08/01 01:00

Postdi Heba » 08/01/06 10:38

creare allarmismo non significa necessariamente inventarsi le cose... :undecided:... non ho mai deto che ti sei inventato nulla... :mmmh:

luna11 ha scritto:Quindi esiste anche il software .
Ma lo fonte di questa notizia non ti preoccupa minimamente ?
Comunque sara operativo quando tutto l'hardware sarà TC-C.


non solo esiste un hardware tc, ma anche del software, infatti se per esempio ho una scheda madre e una cpu che contiene del firmware tc, settato per funzionare come tc, non è possibile installare nessun software non certificato e non "trusted", quindi è tutto un mercato che ci gira intorno.
Guarda un conto è esserne preoccupati, un conto è creare terrorismo, un conto è creare informazione, un conto è utilizzare certi eventi ai più sconosciuti per creare disinformazione e panico, quindi, so perfettamente cosa è il tc, come si può comportare su una macchina e che effetti ne potrebbe avere, ciò però non toglie che io non posso andare a prevedere il futuro e a sapere ciò che effettivamente faranno a meno che tu non hai una palla di cristallo.
Comunque, non puoi sapere se sarà effettivamente operativo quando tutto l'hardware Tc sarà acquistabile, questo perchè non puoi sapere se:
1. lo metteranno in vendita al pubblico
2. l'utente medio lo acquisterà.

quindi se sarà messo solo in vendita alle aziende non è una catastrofe mondiale ma solo aziendale anche se comunque sarà tremenda.

luna11 ha scritto:Questo mi ricorda molto le decine e decine di piccole aziende che lavorano per la FIAT ai cui diktat devono sottostare.
Rifiutarli equivarrebbe al suicidio/fallimento.
Se la tua azienda producesse schede audio cosa faresti ?
E cosa vuol dire non portare avanti il progetto ?
Abbandonarlo tornando a produrre schede audio che nessuno pc accetterebbe ?
Lo scopo di far aderire al progetto il maggior numero di aziende mi sembra chiaro: si è tutti nella stessa barca e se questa naviga in acque pericolose scendere equivale ad annegare.


scusa ma non ho capito esattamente il tuo discorso...
Sono il proprietario di un'azienda, mi prospettano un nuovo progetto che mi condurrà a possedere il 75% delle quote di mercato, mentre ora ne ho solo il 40%, però c'è da spenderci dei bei quattrini, che comunque non ho o non voglio sborsare di tasca mia, le multinazionali per i nuovi progetti chiedono fondi alle banche non li mettono mai dai loro introiti; quindi, vanno in banca e con un abile giro di parole riescono a farsi finanziare il progetto, magari dicendo che mettono l'1% dei loro utili, tanto per farli contenti, all'inizio il progetto sembra procedere perfettamente per i primi tempi, nel frattempo quasi al termine della scadenza del progetto, diciamo un paio di anni prima, la multinazionale in questione fa pubblicità e anche sondaggi sui suoi clienti più fidati per sapere cosa ne pensano, ad un anno dalla partenza, l'utenza non è molto concorde sul progetto, sulla sua gestione e non pensa di comprare quel prodotto, cosa successa con Vista, a questo punto l'azienda ha un prospetto economico con:
1. molti debiti, quelli che deve dare alla banca (perchè glieli deve dare non può tenerseli in eterno).
2. un mancato introito poichè pochissimi lo acquisteranno e quindi non avendo il successo sperato, non recupereranno se non in minima parte non solo l'investimento ma anche gli interessi che deve dare alla banca.

per cercare di non perdere proprio tutto l'azienda può fare solo una cosa, posticipare la commercializzazione del prodotto in modo da poter cercare di convincere i suoi utenti ad acquistarlo, ma se anche questa manovra non riesce, nel senso che gli utenti anche dopo il posticipo non sono d'accordo, l'azienda è costretta a chiudere definitivamente il progetto, perchè sarebbe un suicidio economico portarlo a termine.

luna11 ha scritto:Lo scopo di tutto questo "allarmismo " è poprio quello di impedire che una macchina del genere venga realizzata.
In caso contrario ci sarà ben poco da testare.


mah...dubito che continuare ad andare a dire in giro che non puoi più fare p2p, piuttosto che non puoi più leggere nessun documento word, o non puoi più utilizzare Linux, piuttosto che altri sistemi operativi o altri software senza avere certezze in mano sia una mossa giusta, perchè diciamocelo se le multinazionali ti dicono che non è vero e che puoi decidere se usare il tc o meno, come lo dicono in modo molto chiaro sul sito del TCG, http://www.trustedcomputinggroup.org, non puoi dire che non è vero, perchè non hai nulla in mano e dichiararlo come ufficiale e sicuro significa solo dargli una mano a dire agli altri che non è vero ciò che dici e che stai solo farneticando.
Se si deve parlare, senza offesa per nessuno, io direi di parlarne sì ma con cognizione di causa e soprattutto con un qualche fondamento informatico, dire solo "il TC è il diavolo" come uno slogan televisivo non serve a molto e non spiega nulla, parere personalissimo naturalmente.
In internet il saper leggere equivale al saper ascoltare nella realtà.
Chi sa ascoltare possiede le chiavi di molte porte.
Heba
Utente Senior
 
Post: 509
Iscritto il: 16/06/05 15:09
Località: Cremona

Postdi luna11 » 09/01/06 03:51

Però..... :undecided:
Se si deve parlare, senza offesa per nessuno, io direi di parlarne sì ma con cognizione di causa e soprattutto con un qualche fondamento informatico


Daccordo , senza offesa per nessuno. :)
Ma "parlare senza cognizione di causa" equivale a "non sai quello che dici" .
Eppure sono le stesse cose che dicono quelli che tu giudichi degli esperti in questo campo Ross Anderson e Stallman .
Le opinione in proposito di Michele Bottari ( Finalmente qualcuno si ricorda di lui :lol: ) non mancano su Zeus.
Mancano i fondamenti ?
Sei a conoscenza dell'esitenza del TCG ( ripeto : il gotha dell'informatica ed elettronica), delle caratteristiche del chip FRITZ , del DRM e quant'altro su Palladium , cos'altro manca?.

mah...dubito che continuare ad andare a dire in giro che non puoi più fare p2p, piuttosto che non puoi più leggere nessun documento word, o non puoi più utilizzare Linux, piuttosto che altri sistemi operativi o altri software senza avere certezze in mano sia una mossa giusta


Tu stesso però scrivi che :

non solo esiste un hardware tc, ma anche del software, infatti se per esempio ho una scheda madre e una cpu che contiene del firmware tc, settato per funzionare come tc, non è possibile installare nessun software non certificato e non "trusted", quindi è tutto un mercato che ci gira intorno.

e noi ne stiamo parlando esattamente in questi termini , con l'aggiunta della preoccupazione di voler conoscere l'uso che verrà fatto delle informazione che i vari software " Trusted " raccoglieranno su di noi .
Credo sia un nostro diritto .
Tieni presente che queste informazioni faranno gola a molti oltre che a valere un patrimonio.
Qualche preoccupazione in proposito ci è concessa?


Comunque, non puoi sapere se sarà effettivamente operativo quando tutto l'hardware Tc sarà acquistabile, questo perchè non puoi sapere se:
1. lo metteranno in vendita al pubblico
2. l'utente medio lo acquisterà.

1) Ma una volta che tutto l'hardware ed il software sarà TC cosa vuoi che ne facciano se non metterlo in vendita ?
2) Certo che l'utente medio lo acquisterà , quali alternative avrebbe ?.

perchè diciamocelo se le multinazionali ti dicono che non è vero e che puoi decidere se usare il tc o meno, come lo dicono in modo molto chiaro sul sito del TCG, http://www.trustedcomputinggroup.org, non puoi dire che non è vero, perchè non hai nulla .......

Infatti non lo dico .
Nessuno del TCG imporrà di scegliere il TC e questo lo dicono molto chiaramente sul loro sito.
Ma è preoccupante quello che non dicono , cioè :Cosa succede se decido di non usarlo ?

scusa ma non ho capito esattamente il tuo discorso...
Sono il proprietario di un'azienda, mi prospettano un nuovo progetto che mi condurrà a possedere il 75% delle quote di mercato, mentre ora ne ho solo il 40%

Non sono un esperto in strategie di mercato , quindi mi scuserai se uso termini e paragoni semplicistici ma lo faccio solo per spiegarmi meglio.

Mettiamo che tu sia un produttore di candele per auto

1) Nessuno ti prospetta niente

2) la Fiat e la Ford sono le uniche produttrici mondiale di auto.

3 ) l'Agip è la più grande produttrice di benzina del modo oltre che la più conosciuta e la più diffusa capillarmente sul territorio.

4)Queste tre aziende decidono di dar vita ad un ' auto rivoluzionaria chiamata Progetto XY ed i componenti prodotti da terzi , per poter funzionare su queste auto , dovranno essere prodotti con un materiale che solo loro tre posseggono. È possibile equipaggiare queste macchine con componenti fatti di un materiale diverso , in questo caso però le auto potranno circolare solo nel giardino di casa.

5) Le tre aziende sono dispostissime a fornire a terzi il suddetto materiale a condizione che entrino a far parte del progetto XY.

Domande:
a) Entri a far parte del progetto ?

b) Non entri a far parte del progetto continuando a produrre candele col solito materiale destinato in futuro solo a quanti acquisteranno un'auto da utilizzare nel giardino di casa ?

c ) Alternative ?

dire solo "il TC è il diavolo" come uno slogan televisivo non serve a molto e non spiega nulla, parere personalissimo naturalmente

Parere rispettabilissimo .
Controllando meglio però noteresti che nessuno si è limitato a lanciare slogan.
Ognuno , io compreso , ha espresso la propria opinione che puoi condividere o meno ed ognuno , io compreso , ha citato le proprie fonti che puoi ritenere più o meno attendibili e/o autorevoli.
luna11
Utente Senior
 
Post: 3634
Iscritto il: 10/08/01 01:00

Postdi Heba » 09/01/06 08:30

luna11 ha scritto:Daccordo , senza offesa per nessuno. :)
Ma "parlare senza cognizione di causa" equivale a "non sai quello che dici" .


giusto...:lol:...era "con" cognizione di causa, ero un po' di fretta, chiedo scusa...:P

luna11 ha scritto:Eppure sono le stesse cose che dicono quelli che tu giudichi degli esperti in questo campo Ross Anderson e Stallman .
Le opinione in proposito di Michele Bottari ( Finalmente qualcuno si ricorda di lui :lol: ) non mancano su Zeus.
Mancano i fondamenti ?
Sei a conoscenza dell'esitenza del TCG ( ripeto : il gotha dell'informatica ed elettronica), delle caratteristiche del chip FRITZ , del DRM e quant'altro su Palladium , cos'altro manca?.


sì, sì lo so che lo dicono anche loro, il problema è che loro avevano, quando hanno scritto i loro testi, della documentazione ufficiale dalle case di produzione che noi non abbiamo e non avremmo nemmeno, quindi ognuno di loro ha dato la sua opinione su basi certe ed affidabili, non su un'alea che non si sa nemmeno se arriverà.
Sì, a noi poveri mortali, mancano i fondamenti, non hai in mano nulla se non i loro testi per dire che accadrà o non accadrà.
Sì, sono a conoscenza del 75% di ciò che riguarda Tc, chip Fritz, DRM,TPM, Palladium e tutto ciò che gira in torno, il restante 25% è ben nascosto in rete, ma lo scopro anche quello prima o poi...:P

luna11 ha scritto:
mah...dubito che continuare ad andare a dire in giro che non puoi più fare p2p, piuttosto che non puoi più leggere nessun documento word, o non puoi più utilizzare Linux, piuttosto che altri sistemi operativi o altri software senza avere certezze in mano sia una mossa giusta


Tu stesso però scrivi che :

non solo esiste un hardware tc, ma anche del software, infatti se per esempio ho una scheda madre e una cpu che contiene del firmware tc, settato per funzionare come tc, non è possibile installare nessun software non certificato e non "trusted", quindi è tutto un mercato che ci gira intorno.


sì, ma non ho capito che differenza faccia...continuo a pensarla nella stessa maniera, non è andando in giro a dire che non si può fare più p2p piuttosto che altro, sia la mossa giusta, perchè non hai la palla di cristallo in mano.
Il tc, funzionerà in quel modo se verrà attuato, ma tu puoi dire con certezza che verrà attuato e che non sarà possibile scegliere?

luna11 ha scritto:e noi ne stiamo parlando esattamente in questi termini , con l'aggiunta della preoccupazione di voler conoscere l'uso che verrà fatto delle informazione che i vari software " Trusted " raccoglieranno su di noi .
Credo sia un nostro diritto .
Tieni presente che queste informazioni faranno gola a molti oltre che a valere un patrimonio.
Qualche preoccupazione in proposito ci è concessa?


questa è una questione diversa, non poter scaricare p2p o mettere su linux è una cosa, conoscere la destinazione dei tuoi dati personali, un'altra. E' un tuo diritto, ma non è diverso da ciò che succede ora, quando tu dai l'autorizzazione al software di windows a mandare gli errori, i tuoi dati vengono criptati e inviati a microsoft, nr. di pc, nr. di software, pure il tuo nome e congnome, professione e tante altre cose. Quindi in realtà non cambia nulla, come vedi.

luna11 ha scritto:1) Ma una volta che tutto l'hardware ed il software sarà TC cosa vuoi che ne facciano se non metterlo in vendita ?
2) Certo che l'utente medio lo acquisterà , quali alternative avrebbe ?.


le cose in economia aziendale sono un po' differenti, non è che costruiscono tutti i pc tc, dall'oggi al domani, cominciano con vari pezzi, non so la CPU per esempio, e mettono in vendita quel pezzo a quel dato costo, se il pezzo non riscuote successo, lo ritirano dal mercato, poichè un costo. Quindi tu non puoi sapere se lo metteranno in vendita, o meglio se tutti i pc diventeranno tc e tutti acquisteranno un pc tc.
Al punto due ti dico, l'utente medio acquisterà i pezzi tc, non tanto perchè non ha alternative, ma semplicemente perchè non sa nemmeno che roba sia il tc, non perchè non ci sono alternative, questo perchè secondo il tcg è consentito scegliere.

luna11 ha scritto:Infatti non lo dico .
Nessuno del TCG imporrà di scegliere il TC e questo lo dicono molto chiaramente sul loro sito.
Ma è preoccupante quello che non dicono , cioè :Cosa succede se decido di non usarlo ?


che domanda è scusa?...se non lo usi non lo usi...che pericoli potresti derivarne?...ti bombardano la casa?

luna11 ha scritto:Non sono un esperto in strategie di mercato , quindi mi scuserai se uso termini e paragoni semplicistici ma lo faccio solo per spiegarmi meglio.

Mettiamo che tu sia un produttore di candele per auto

1) Nessuno ti prospetta niente

2) la Fiat e la Ford sono le uniche produttrici mondiale di auto.

3 ) l'Agip è la più grande produttrice di benzina del modo oltre che la più conosciuta e la più diffusa capillarmente sul territorio.

4)Queste tre aziende decidono di dar vita ad un ' auto rivoluzionaria chiamata Progetto XY ed i componenti prodotti da terzi , per poter funzionare su queste auto , dovranno essere prodotti con un materiale che solo loro tre posseggono. È possibile equipaggiare queste macchine con componenti fatti di un materiale diverso , in questo caso però le auto potranno circolare solo nel giardino di casa.

5) Le tre aziende sono dispostissime a fornire a terzi il suddetto materiale a condizione che entrino a far parte del progetto XY.

Domande:
a) Entri a far parte del progetto ?

b) Non entri a far parte del progetto continuando a produrre candele col solito materiale destinato in futuro solo a quanti acquisteranno un'auto da utilizzare nel giardino di casa ?

c ) Alternative ?


allora tutti gli altri direbbero, vado dove mi conviene, quindi se conviene entrare nel progetto lo fanno, se invece non conviene non lo fanno.
Io vado dove mi dice la mia etica, ciò significa che se un'attività commerciale non è conforme alle mie ideologie (religiose, politiche, etica personale) preferisco fare altro, non muoi perchè non faccio ciò che più mi piace nella vita, l'importante è "mangiare onestamente".

luna11 ha scritto:Parere rispettabilissimo .
Controllando meglio però noteresti che nessuno si è limitato a lanciare slogan.
Ognuno , io compreso , ha espresso la propria opinione che puoi condividere o meno ed ognuno , io compreso , ha citato le proprie fonti che puoi ritenere più o meno attendibili e/o autorevoli.


scusa se ho capito male, ma il tono mi sembrava alquanto alzato verso l'allarmismo puro. Ognuno da le fonti che ha, non penso che ci sia qualcuno che dia certe fonti e che ne nasconda altre, sarebbe altamente scorretto a mio avviso.
In internet il saper leggere equivale al saper ascoltare nella realtà.
Chi sa ascoltare possiede le chiavi di molte porte.
Heba
Utente Senior
 
Post: 509
Iscritto il: 16/06/05 15:09
Località: Cremona

Postdi luna11 » 12/01/06 02:18

Questoo per chiarire il punto " se li metteranno in vendita "
http://www.notebookreview.com/price/def ... riceDetail
http://www.financialmirror.com/more_news.php?id=2578
http://www.extremetech.com/article2/0,1 ... 025,00.asp
Poi ci sarebbe il Vaio TX di casa Sony che è l'azienda del TCG che trarrà il maggior vantaggio da questo progetto .
-----
I singoli pezzi non hanno niente di diverso dagli attuali ma dovranno essere riconoscibili da Fritz ed alcuni sono in vendita da tempo.
La produzione di questi pezzi non avrà un costo maggiore ma i produttori dovranno pagare una specie di Royalty ( qualcuno però lo chiama pizzo) al TCG per poter installare un chip di riconoscimento di proprietà del consorzio, esattamente come avviene oggi per i produttori di lettori DVD.
che domanda è scusa?...se non lo usi non lo usi...che pericoli potresti derivarne?...ti bombardano la casa?

http://laspinanelfianco.wordpress.com/2 ... computing/
luna11
Utente Senior
 
Post: 3634
Iscritto il: 10/08/01 01:00

Postdi Heba » 12/01/06 12:11

sì, ho capito, che li mettono in vendita, ma il punto è un altro:

1. quanti lo compereranno? non penso che tutti compereranno quei prodotti.
2. tutti quelli che lo compereranno saranno felici di usare un prodotto del genere? o appena scoprono cosa c'è sotto cominceranno a maledire i produttori perchè non li hanno avvertiti?

Grazie per il link di Bottoni, lo conosco comunque.

Un prodotto hardware trusted computing non può funzionare come trusted se non ha anche dei software trusted che lo sostengono. Ossia è il software che comanda la macchina e non viceversa.
Quindi ti possono vendere tutti i pc trusted che vuoi, ma se non c'è anche il software e non sto parlando del firmware o del bios, perchè quello è già all'interno, una macchina trusted non può funzionare come trusted. Quindi vero che ci sono in giro pc con il trusted computing installato, o dei chip già in vendita, ma se si attiva il trusted computing senza che si abbia nessun altro software trusted, la macchina risulta inutilizzabile, poichè non riconoscerebbe nessun software installato, quindi è una macchina da buttare.
Se si ha una macchina completamente trusted, allora i pericoli possono essere dalla violazione della privacy (la tua), alla possibilità di installazione di backdoor, alla possibilità di avere ospiti indesiderati ad ogni collegamento, alla possibilità di non poter scaricare dei prodotti come hijackthis perchè non trusted e quindi la macchina non li riconosce e te li indica come infetti e tante altre possibilità negative.
Ma il Tcg ti ha chiaramente detto che tu potrai scegliere se utilizzare il computer in modo trusted o in modo non trusted, quindi vuol dire che si deciderà al settaggio della macchina in che modalità farlo partire. Se tu non vuoi utilizzare il computer come trusted cosa può succederti?
Potrebbe capitarti di non poter leggere le informazioni che gli altri ti inviano su banalissimo fogli word, ma non è detto, o meglio, noi sappiamo perfettamente che la nostra logica e le nostre conoscenze informatiche ci portano a dire che sarà così perchè non potrebbe essere in altro modo, ma purtroppo non ne hai la certezza matematica ad oggi, e se poi fosse realmente come dice il tcg?
Il problema sostanzialmente risulta essere di veridicità della notizia, non puoi dire con certezza se funzionerà tutto questo, perchè:
1. non essendoci ancora pezzi in vendita ufficiali con software etcetera etcetera, non sai nè chi nè se li comprerà.
2. se nessuno compra o ha intenzione di comprare, non puoi dire che succederà esattamente o se continueranno nella produzione, visto che la politica economica aziendale non è poi così prevedibile al punto in cui siamo oggi.
3. non puoi dire che ci saranno i risvolti che la maggior parte di noi si sta aspettando perchè il tcg, associazione autorevole, ti sta remando contro dicendo il contrario e tu non hai prove per dirgli che non è vero.
In internet il saper leggere equivale al saper ascoltare nella realtà.
Chi sa ascoltare possiede le chiavi di molte porte.
Heba
Utente Senior
 
Post: 509
Iscritto il: 16/06/05 15:09
Località: Cremona

Postdi luna11 » 12/01/06 12:48

Ma io , come molti altri , continueremo a mantenere vivo l'interesse su questo argomento in qualsiasi forum di discussione.
Forse non serve a niente ma mi piace illudermi che possa servire a qualcosa.
luna11
Utente Senior
 
Post: 3634
Iscritto il: 10/08/01 01:00

Postdi tahcniolos » 12/01/06 21:16

Faccio una domanda forse un po' sciocca, non credo di andare contro la netiquette visto che si parla di un progetto e quindi di una ipotesi:
oggi esiste la pirateria, domani non potrebbe continuare ad esistere, affinandosi, e quindi "fregare" Fritz e compagni?
Non voglio smettere di credere, non posso smettere di vivere, ma mi son perso nella vita.
Avatar utente
tahcniolos
Download Admin
 
Post: 943
Iscritto il: 08/11/05 09:21
Località: Italia

Prossimo

Torna a Discussioni


Topic correlati a "Il progetto PALLADIUM chiude...per ora":


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite