Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

Um'altro punto di vista sull'attentato dell'11 settembre!!

Forum in cui potersi conoscere parlando di argomenti non legati all'informatica. Se siete qui per le prima volta e non conoscete ancora nessuno allora presentatevi e facciamo quattro chiacchiere.

Postdi patrix966 » 05/04/06 23:56

Ciao :)
che io non la vede come te..questo è palese!
Ma in ogni caso non ho criticato le tue affermazioni!
Perchè hi sempre da ridire?
Tutti siamo contro le atrocita!!!è ovvio!e scontato!come è scontato che ci sia gente cattiva!Nessuno ne va fiero ma ci sono!
Proprio perchè ci sono persone e persone!
Ma arrivare a dire che nessuno se ne vergogna..che l'america è uno schifo..che il denaro e la carriera sono cose squallide...bè mi sembra eccessivo e quasi surreale! ;)
Avatar utente
patrix966
Moderatore
 
Post: 2470
Iscritto il: 05/10/05 20:36
Località: Teramo

Sponsor
 

Postdi dany » 06/04/06 08:33

Ciao mhullei,
ho letto ciò che scrivi e ci sono delle verità ma le trovo troppo estremizzate.

Si non ci danno possibiltà di scelta, [o è zuppa o è pan bagnato], ma io non ci sto e digiuno. Quindi ho un alternativa alla massificazione (io sono una di quelle che non ci sta e ne vado fiera). Tieni presente che un mondo senza regole va allo scatafascio, sono necessarie e a questo punto nascono le massificazioni.
Io odio le rotonde, me le stanno imponendo ovunque qui in Italia, ma bisogna dire che sveltiscono il traffico e quindi si rendono necessarie.
Ohhhh ma per caso tu parli di massificazione commerciale, tutti vestiti uguale tutti lo stesso taglio di capelli ecc..., ma va, anche i figli dei fiori a modo loro si sono automassificati, o mi sbaglio.
Qundo ero giovane, portavo i pantaloni più corti di 10 cm, e le maglie 4 misure più larghe, una sballona , era massificazione anche quella perchè o eri sballona o eri paninara. Gli sballoni erano i contestatori, ma alla fine per diversificarsi finivano per essere massificati pure loro. Hai hai non vedo alternative.
Il problema e che non riesci a vedere i tentativi dei ragazzi di oggi a cercare dei loro punti fermi, degli ideali e dei valori che devono essere loro. Oggi hanno dei grossi problemi per vedere spiragli nel loro futuro e faranno la loro guerra a modo loro. Noi con gli sciperi... loro bho, lasciali fare la vita è la loro.

Per quanto riguarda i ricchi e i poveri:

Ci sono i ricchi e i poveri, ma non sempre i poveri lo sono a causa dei ricchi, a volte i poveri sono anche persone che non hanno voglia di fare. Non sempre i ricchi sono nati con la camicia.
Ci sono ricchi felici/tristi e poveri felici/tristi , dipende molto anche dal proprio carattere.

Per il resto i miei pensieri sono:
Anch'io quando ci fu il fattaccio dell' 11 settembre ho pensato (immediatamente) che fossero stati loro stessi e in fondo in fondo continuo a pensarlo. mi sono anche data delle motivazioni, ma questo resta un mio pensiero, che non ho neppure coltivato, tanto dove mi avrebbe portato. Una volta che sono cosciente che sono stati veramente loro, cosa mi cambia?

Gli americani.... non li sopporto, e neppure gli inglesi, ma alla loro musica e ai loro film mi spiacerebbe rinunciare. Aggiungo che però non mi fanno paura come alcuni arabi, albanesi, rumeni e via dicendo.

Altro punto la Religione. La religione è sempre stata causa di dolore e sofferenza, ma a volte aiuta ad avere un motivo per andare avanti.

A proposito dei media, è vero sono un'arma molto potente, ma sei sempre tu che puoi e devi decidere se in quel momento ti stanno prendendo in giro, se le cose che dicono sono serie, se il prodotto pubblicizzato ti seve veramente...... ah se sei povero possono pubblicizzare quello che vogliono, ma non ci sono i soldi per comprarlo!!
Io guardo la televisone, ma ho il telecomando e un bottoncino che mi permettono di decidere. E io decido sempre con la mia testa, (sovente sbagliando :D ).

Inoltre mi aggiungo all'appello di dylan, dove vuoi arrivare con questi messaggi, sensibilizzare le masse, combattere i mulini a vento oppure anche tu sotto sotto utilizzi una qualche forma di persuasione...tieni presente che esistono persone che vogliono cambiare il mondo ma ..... esistono anche persone che il mondo lo vogliono così com'è! ;)
infotecnonews
by by dany(Daniela)
Avatar utente
dany
Reporter
 
Post: 2239
Iscritto il: 17/07/04 14:19
Località: San Francesco al Campo

Postdi mhullei » 06/04/06 21:55

Caro patrix966


.. ma io non ho nulla da ridire, ho da dire e basta.
Come dici tu ognuno la pensa a modo suo.
Su certe questioni invece ci si può confrontare e discutere... è un modo per crescere (non si finisce mai di crescere)... crescere inteso nel senso culturale e non espressamete in senso scolastico.
L'embargo è una cosa cattiva e disgustosa. Non coinvolge un capo di governo o una coalizione governativa ma colpisce la gente comune affinchè costringano per fame, miseria e morte il governo a cambiare rotta. L'embargo è un ricatto ad esempio, fatto di persone buone come Reagan e George Bush, un embargo che ha colpito perfino i medicinali e così sono morti migliaia di bambini per una semplice infezione...causa il mancato reperimento di semplici antibiotici...Ma spesso ai nostri occhi sembra che un bambino italiano soffra di più di uno iracheno.. io e l'Italia ci siamo vergognati, ma non abbiamo potuto fare nulla dal 1990.
Il denaro quando è superfluo è sempre squallido, specialmente quando serve per creare danno!!
Avatar utente
mhullei
Utente Senior
 
Post: 619
Iscritto il: 20/07/03 02:23
Località: friuli

Postdi mhullei » 06/04/06 23:20

Mah...senti dany è vero ho molto estremizzato ma l'ho fatto per provocare.
Pare che se non provochi non ottieni risposte sincere...(PARE)
Grazie a te finalmente mi rendo conto che qualcuno riesce a sintonizzarsi sulla mia stessa onda. Non per questo smetterei di provocare.
Mi permetto di replicare su alcuni punti da te espressi, per esempio dici che un modo senza regole va allo scatafascio. Certo, ma le regole devono essere innanzi tutto il buon senso, il senso della misura, il rispetto verso il prossimo ecc... Queste regole penso siano regole universali.
Secondo me bastano queste per risolvere tutti i mali di questo mondo.
C'è poi da sconfiggere l'ignoranza il qualunquismo e l'indifferenza.
Esiste una parola atroce, la parola peggiore al mondo in assoluto ed è il NULLA.
Questo mi fa paura. Dimmi solo che noi uomini non siamo nulla...mi basta.
I figli dei fiori in Italia era una cosa, io mi riferivo alla società concepita in america dei figli dei fiori. Era una sorta di uomo/animale, quest'ultimo in senso buono.
In america è sorta questa...come dire....Idea di comunità senza alcun scopo se non quello di vivere in pace e felici senza crearsi troppi problemi.
Rasentava quasi le parole di Cristo quando diceva "Siate come i passeri...ecc.." Confesso che a quell'epoca ero preso un po' da quella dottrina, mai praticata, ma solo ostentata nel modo di vestire e di stare assieme ammirando la natura. Passaggio adolescenziale obbligatorio.
Questa espressione di vita comune è stata studiata da diversi osservatori e chissà se un giorno alla fine diventeremo tutti degli hippie ;)
Abbiamo bisogno di costruire una vera società in senso stretto e non dobbiamo avere fretta, su questo sono ottimista, in fondo non si può andare che in una unica direzione. Quella giusta no?
Ecco, qui pare che le cose giuste siano discutibili quanto quelle sbagliate, sembra come cambiare canale tra Rai 3 e Rete 4.. possibile che non si veda la differenza?.. a parte il lato politico/elettorale di questi pessimi giorni.
Mi parli delle rotonde, va bene sono necessarie d'accordo... ma una alternativa al traffico non sarebbe una cosa più opportuna?.. e qui ce ne sarebbe da discutere. Si..ma non serve andare fino in fondo, si propone una alternativa e poi ci si lavora sopra considerando tutti gli aspetti.. io vorrei che i giovani si facessero queste domande e proposte. Di cosa parlare oltre dell'altro sesso, di Telefoni di PC, Palmari, Cellulari, Celluloide Musica??? :lol:
Spero e non credo che i giovani si limitino a questo, vorrei suggerire loro di discutere del loro futuro.
Del precariato, del lavoro del futuro insomma. Un futuro davvero incerto.
Cosa vogliono i giovani ora? io penso che vogliano le nostre stesse cose. La possibilità di un lavoro certo! La possibilità di una casa per creare una famiglia, fare qualcosa per loro stessi. Ma purtroppo, appunto, la società odierna nega questi diritti ai giovani alla maggior parte.
Ora vivono in casa dei genitori sono mal pagati e precari senza la certezza di una pensione...(diventeranno vecchi un giorno)
Perchè negare tutto questo, dev'essere successo qualcosa. Le Torri? La Globalizzazione? L'Euro. La Comunità Europea? Multinazionali? Berlusoni? ;)
Lottino per queste cose almeno, non ho sentito una parola su questo.
Dylan mi chiede dove voglio arrivare con questi messaggi.
Tu dici che ci sono persone che potrebbero volere il mondo così com'è... tanto peggio per loro quindi.
E allora dico che un operaio della Fiat esce da un ufficio con la busta paga ed entra dall'altro per acquistare l'auto.. fino ad ora il mercato andava così, ed invece capita che non ci sono i soldi nemmeno per entrare nel ufficio vendite mi pare... :-?
Avatar utente
mhullei
Utente Senior
 
Post: 619
Iscritto il: 20/07/03 02:23
Località: friuli

Postdi luna11 » 07/04/06 00:08

mhullei ha scritto:............

Su certe questioni invece ci si può confrontare e discutere... è un modo per crescere (non si finisce mai di crescere)...

Ma tu non vuoi confrontarti con nessuno ne tantomeno mettere in discussione le tue opinioni.
Tu spari sentenze barando.
Adesso parli di Embargo.
L'embargo è una cosa cattiva e disgustosa. Non coinvolge un capo di governo o una coalizione governativa ma colpisce la gente comune affinchè costringano per fame, miseria e morte il governo a cambiare rotta.............

Cambiare rotta ???
Perchè non ci dici qualcosa su questa rotta ?
Qual'è l'azione che ha provocato per reazione l'embargo?
Perchè non dici che questi paesi non hanno " un capo di governo o una coalizione governativa " ma un dittatore che comunque costringe a vivere il suo popolo in condizioni vergognose?
Perchè non dici come mai questi paesi , malgrado l'embargo , riescono comunque ad approvvigionarsi di tutto tranne che di ... antibiotici ?
Perchè non parli delle migliaia di bambini ed adulti morti anche in assenza di embargo ?
E quando questo è accaduto , non te ne sei vergognato ?
Oppure te ne sei bellamente fregato , visto che non c'erano americani da incolpare ?
Il denaro quando è superfluo è sempre squallido, specialmente quando serve per creare danno!!

Ma su quale isola felice vivi ?Quando sarebbe superfluo il denaro?
Fra l'altro scrivi che
sono una persona a cui non manca nulla, sono veramente soddisfatto, denaro non mi manca, mi diverto continuamente, il lavoro mi piace e mi porta via poco tempo, ho una casa troppo grande un giardino da 7000 metri quadri, ho molte passioni ho quasi un centinaio di alberi e il tutto i serve come ispirazione per la pittura e per lo spirito. Vivo immerso nel verde e nei miei spazi che sono molti, ho avuto moltissime donne. (questo per dire che non ho frustrazioni del genere , a volte si pensa che se uno manifesta una certa inquietudine e rabbia, qualche frustrazione ce l'ha) Non frequento bar sono contro le sostanze alcoliche, mai fatto una canna. Lo sballo lo provo quando volo e durante certe accelerazioni sulla moto, oppure...in compagnia dell'altro sesso. Anche dipingere è uno sballo..Ca..o ho propio tutto

Già!
Hai proprio tutto.
E tutto pagato con denaro non superfluo.
Ma forse ti riferivi al denaro degli altri.
luna11
Utente Senior
 
Post: 3634
Iscritto il: 10/08/01 01:00

Postdi Dylan666 » 07/04/06 00:24

Io ti chiedo dove vuoi arrivare con questi messaggi ma non hai risposto.
Il concetto che hai riportato (ci sono persone che potrebbero volere il mondo così com'è) non mi appartiene.

Non mi sento di esprimere altro, ne di controbattere oltre, dato che questo topic ha (non è colpa di nessuno) una tecnica di confronto che non mi appartiene: 45 post per non andare da nessuna parte, dato che non ho ancora nemmeno capito il principio della discussione ne dove vuole andare a parare.

Dico solo che il "senso di nostalgia per il passato e le cose cambiate" non mi è mai appartenuto e spero che mai mi apparterrà. Forse è questo che vogliono i giovani (dato che me lo chiedi): vogliono smettere di sentir rimpiangere una età dell'oro che non c'è mai stata o sentirsi dire che non hanno scopi, ideali, speranze.
Siamo nell'era postmoderna e non è colpa di nessuno, ne nessuno può veramente permettersi di giudicare se sia migliore o peggiore di quella passata. Ci sono aspetti da migliorare, come in tutte le cose.
Avatar utente
Dylan666
Moderatore
 
Post: 38040
Iscritto il: 18/11/03 16:46

Postdi mhullei » 07/04/06 00:45

Luna 11

Prima cosa un paese che si definisce democratico non fa embarghi ai dittatori, non vende armi di distruzione di massa ai dittatori, non mette in difficoltà un dittatore sperando che al posto di armi curi i bambini rendendosi così vulnerabile e disarmato.

Seconda cosa è vergognoso anche vivere in america in certi luoghi, es:( in Lousiana hanno sparato alla testa ai moribondi per strada dopo l'innondazione)

Terza cosa sono una persona a cui non manca nulla è vero ma mi accontento anche. Il denaro non l'ho fatto sulle spalle degli altri. Mi vergogno a girare con l'Audi di mia moglie. Lei che faccia quello che vuole.

Quarta cosa ci sono molti metodi per rubare. io...mai acquistato a 30 euri e venduto a 300.
Ciao!
Avatar utente
mhullei
Utente Senior
 
Post: 619
Iscritto il: 20/07/03 02:23
Località: friuli

Postdi mhullei » 07/04/06 01:14

Dylan
(ci sono persone che potrebbero volere il mondo così com'è) non l'ho detto io ma è stato postato e cmq non mi riferivo a te.
Nessuna nostalgia per il passato...amo il presente perchè c'è da lavorare e metterci mano.
Non sono gli aspetti da migliorare è tutto da migliorare, una volta forse era anche peggio ma vedevo lottare per le cose ingiuste.
In Francia hanno fatto c....o per 15 giorni per il precariato che noi ci siamo accollati in silenzio. Legge Biagi. Denuncio le aziende che pur non essendo precarie, praticano il precariato.
Vorrei vedere la gente in piazza a protestare (pacificamente) per le molte cose ingiuste. Mi da fastidio questo silenzio, questa tolleranza...mi dà fastidio che Feltri chiami Prodi Mortadella.. è volgare e nessuno dice nulla.
Devo fare l'elenco delle cose che fanno schifo?
Tutto è nato dal discorso sulle torri gemelle... io sono stanco di vedere certe cose, tipo anche queste e le denuncio, denuncio chi tenta di manovrarmi anche se non ci riesce, denuncio i continui attentati alla democrazia, allo sfruttamento dei giovani attraverso leggi vergognose, denuncio chi sporca la terra il cielo e non paga i danni. Denuncio le televisioni che tentano di raggirare le persone e colpiscono i più deboli.
Denuncio questi governi perchè il governo che non garantisce attraverso il lavoro, una casa e una famiglia non è un governo democratico.
Qui non si garantisce nemmeno il lavoro in questa società postmoderna e la colpa è di qualcuno e non di nessuno!
Denuncio le falsità dei politici, i ponti più lunghi del mondo.
Denuncio la guerra preventiva.
Denucio il papa che fa politica e tutte le discriminazioni.
Io intanto denuncio.....
Tu no?...
Avatar utente
mhullei
Utente Senior
 
Post: 619
Iscritto il: 20/07/03 02:23
Località: friuli

Postdi Dylan666 » 07/04/06 03:12

La tua non è una denuncia, è una sparata a zero alla cieca contro non s'è capito bene cosa:

Non ti piace il governo? Vota per cambiarlo o forma un partito.

Non ti piace la legge X? Raccogli le firme per un referendum abrogativo.

Vedi i diritti dei lavoratori messi in pericolo? Iscriviti a un sindacato o fai il tuo bello striscione e vai in piazza. Oppure fai uno sciopero della fame incatenandoti davanti un ministero. Oppure fai volantinaggio e raccogli gente che crei un sit in con te.

Ma quando farai tutte queste cose stai attento ad avere dietro una FORTE e ARTICOLATA linea di pensiero che sia assolutamente meno vaga di come l'hai espressa qui.
Perché quello che ti diciamo da circa tre pagine è che ti scagli contro problemi non meglio identificati, ma quando ti si chidono le cause o le soluzioni alla fine evadi.

Esempi: denunci chi tenta di manovrarti anche se non ci riesce?
Affari tuoi, oltretutto se non ci riesce è tempo sprecato, ignoralo.
Ma ci avessi mai fatto capire chi sono...

Denuci il papa che fa politica e tutte le discriminazioni?
Parafrasando una famosa battuta, grazie a Dio puoi essere ateo... oppure scegli una confessione che ti aggrada, basta che non giudichi le altre (la fede è un fatto personale)

Ti dà fastidio che Feltri chiami Prodi Mortadella.. è volgare e nessuno dice nulla?
Magari perché c'è chi se ne rende conto e non per forza lo urla (tanto la libertà di voto c'è comunque), o chi non lo pensa e non va per forza convinto con un martellante lavaggio del cervello fatto di insistenza.

Dici: "vorrei vedere la gente in piazza a protestare"
Io vorrei vedere più fatti e meno chicchiere, più ragionamenti e meno luoghi comuni.

Il punto fondamentale è che si può chiedere agli altri solo quello che si può chiedere a se stessi. Se vuoi che gli altri si attivino, attivati tu per primo. E secondo, tu non puoi pretendere che gli altri facciano come vuoi tu, perché grazie al cielo siamo in un paese libero.

Ultimissmia osservazione: le frasi eclatanti ma pesantucce alla fine si ritorcono contro:

Il denaro quando è superfluo è sempre squallido, specialmente quando serve per creare danno!!


Tu non l'avrai fatto sulle spalle degli altri, quindi non sarà "specialmente squallido", ma se hai una casa molto grande, 7000 mt quadri di giardino, e due macchine di cui una è un'Audi stai sicuro che hai una quantità di squallidume nelle tasche di molto superiore alla mia, quindi non me ne vanterei fossi in te.
Che poi tu abbia descritto il tuo tenore di vita insime al numero di donne che hai avuto per asssicurarci che quello che scrivi non è frutto di frustrazione evidentemente mal cela che pure tu valuti la realizzazione di una persona in base ai suoi averi e al numero di relazioni che è riuscito a stabilire.
Se passasse qui una femminista dei tempi dei fiori che rimpiangi direbbe che hai fatto un ragionamento capitalista e fallocratico.

Non voglio offenderti, ma siccome qui vogliamo dividere il mondo in buoni e cattivi faccio notare che è pericoloso, perché magari ci si trova più in bilico di quanto si pensi...
Avatar utente
Dylan666
Moderatore
 
Post: 38040
Iscritto il: 18/11/03 16:46

Postdi BianConiglio » 07/04/06 06:47

pff il mondo sarebbe migliore, ma di molto, se tutti ci convertissimo al maestro di vita do naiscimiento :D
BianConiglio
Utente Senior
 
Post: 4710
Iscritto il: 26/12/01 01:00
Località: Varese / Lugano

Postdi dany » 07/04/06 08:17

mhullei ha scritto:Qui non si garantisce nemmeno il lavoro in questa società postmoderna e la colpa è di qualcuno e non di nessuno!


Qui non sono d'accordo, certo la situazione lavorativa attuale è catastrofica, ma secondo me la causa non sono solo le nuove Leggi. (Preciso che attualmente sono disocuppata con dei grossi problemi per trovare lavoro - quindi non è una replica di parte).
Ma il mio ragionamento è questo: Prendiamo esempio la Fiat visto che l'hai chiamata in causa. Allora una volta nessuno aveva l'auto, l'economia era in ripresa e quindi si riusciva a trovare lavoro in fabbrica, sia la Fiat che tutto il condotto che ne ha tirato su. Poi con il tempo tutti abbiamo acquistato la macchina, poi abbiamo acquistato anche la seconda (stessa cosa per i televisori e via dicendo).
Ora una famiglia media possiede: Due auto, due televisori, la lavatrice, il frigorifero, il microonde, la radio, il pc, il robottino tritatutto, ecc... Quando hai tutto ciò cos'altro devi acquistare????? E la fabbrica che costruiva questi oggetti e tutte le ramificazioni di fabbriche collegate ad un certo punto avranno un calo di vendite = licenziamenti e così via.

Ora spiegami tu come potresti migliorare l'economia, e parliamo solo dell' Italia, che ha creato quel consumismo che ha prodotto lavoro, che al momento ha saturato il mercato.

Certo i politici (di qualunque parte siano) dovranno fare delle Leggi impopolari per cercare di aggiustare alla bene meglio questa situazione, ci sarà sicuramente qualcuno che trarrà e avrà tratto beneficio dal fatto di trovarsi dov'è - nel passato - nel presente e nel futuro [Parlo di politici, ma non voglio che l'argomento si traformi in un dibattito politico quindi tralasciamo cosa è stato fatto e cosa non], ma davvero dimmi tu, come risolveresti questi problemi di economia che sono alla base di tutto quello che critichi e contesti a chiunque cerchi di risponderti.
Mi sembra di capire che non sei più un ragazzino, e dovresti saper che le utopie restano utopie, i fatti sono un'altra cosa.
Inoltre tutte le contestazioni dei sessantottini dove hanno portato? Che la stragrande maggioranza ha dovuto adattarsi al sistema, perchè non ci sono alternative.

mhullei ha scritto:Mi permetto di replicare su alcuni punti da te espressi, per esempio dici che un modo senza regole va allo scatafascio. Certo, ma le regole devono essere innanzi tutto il buon senso, il senso della misura, il rispetto verso il prossimo ecc... Queste regole penso siano regole universali.

Ma si anche qui, insisto, sei sicuro che certe Nazioni, vedi la Cina siano così facilmente gestibili senza delle regole a volte troppe rigide?????? :eeh: Ma hai idea cosa vuole dire tenere a bada certe popolazioni!!!!!! Può darsi che gli embarghi siano delle soluzioni sbagliate, ma tu ne hai altre???? È sempre facile criticare, ma trovare le soluzioni è ben diverso e non credo che basti il rispetto dell' individuo per risolvere i problemi attuali.
infotecnonews
by by dany(Daniela)
Avatar utente
dany
Reporter
 
Post: 2239
Iscritto il: 17/07/04 14:19
Località: San Francesco al Campo

Postdi luna11 » 07/04/06 11:55

Ma tu auspichi veramente una società sul modello delle comunità dei figli dei fiori ?Una società in cui l'uomo non ha altro scopo se non quello di vivere , felice o infelice che sia , vegetando?.
Gesù Cristo diceva "Siate come i passeri " riferendosi allo spirito dell'uomo , altrimenti ci avrebbe dotato di ali.
Tu vorresti ridurre l'uomo allo stato animalesco ( seppur in senso buono),
farlo diventare una sorta di pecora il cui unico scopo sarebbe quello di riprodursi e brucare l'erba che il buon DIo fa crescere nei campi .
Questa è la tua concezione di felicità e di libertà?
Veramente deprimente.
Prova a guardarti intorno e chiediti chi ha costruito tutto quello che hai , tutto quello di cui hai bisogno per nutrirti,vestirti,viaggiare,imparare, curarti in caso di malattia,lavorare,formarti e quale comunità di figli dei fiori avrebbe mai potuto fornirtelo.
In cambio di cosa poi ?
Prova a chiederti come mai queste comunità sono scomparse malgrado nessuno avesse decretato un embargo nei loro confronti.
Le tue sono parole in libertà , fatico come gli altri a trovarci un senso ed un nesso.
Sono daccordo con te solo quando scrivi
C'è poi da sconfiggere l'ignoranza il qualunquismo e l'indifferenza.

Ed è quello che stiamo facendo mhullei , o almeno ci stiamo provando.
luna11
Utente Senior
 
Post: 3634
Iscritto il: 10/08/01 01:00

Postdi mhullei » 07/04/06 12:45

Vorrei ancora rispondere a Dylan
Dylan...come pui chiedermi di fare tutto questo? :-?
per chi mi hai preso?.. vuoi dire "se le cose non ti vanno bene cambiale"
Non posso, posso fare qualcosa per me o per alcuni non di più.
Non sono il Padre Eterno.
Se a te le mie "denunce" non calzano non ha importanza, ognuno vede le cose a suo modo, io le vedo così.
Cosa può fare uno che la pensa come me... salvarsi dal consumismo, distinguere le cose utili dal superfluo, tentare di capire i messaggi che provengono dalla politica italiana e mondiale, farmi una idea il più possibile libera da condizionamenti.
Mi permetto di consigliare questo metodo di percezione della realtà, poi conta molto l'esperienza che ti offre la vita.
La Televisione è scandalosa ...ma lo è per me.. certo la spengo.. la spengo sempre, che posso fare di più.
Ho denunciato la pubblicità subdola che mentre vedi un programma ti aggredisce senza preavviso, ci sono persone che ci cascano sulla faccenda della "Prova dell'ombellico", son persone deboli e sono quelle che la pubblicità cerca. Secondo me non è giusto. Lo sai che tu non mi vieni incontro?... hai capito benissimo quello che voglio dire, non chiedermi soluzioni, le soluzioni stanno nella coscienza delle persone. Denunciare questo fatto mi sembra una cosa giusta e non posso stare zitto.
Non sono ateo il papa riesce a plagiare un gran numero di persone visto la sua alta carica e può parlare al mondo attraverso i media.. io al massimo lo posso fare qui....lo sai.
Voglio puntualizzare una questione antipatica.Ho descritto il mio modo di vivere, come vivo e i miei "agi" solo per chiarire la mia posizione sociale, visto che in un post mi avevano classificato come persona "delusa e frustrata" non mi manca niente è vero, altrimenti non starei qui a sparare c....te. E' appunto per questo che ho il tempo e ritengo si avere la lucidità per percepire una certa "macchina" che ci sta manipolando, non dipende da noi non del tutto credimi.
Se passasse qui una femminista dei tempi dei fiori che rimpiangi direbbe che hai fatto un ragionamento capitalista e fallocratico.
Su questo non hai torto...
Avatar utente
mhullei
Utente Senior
 
Post: 619
Iscritto il: 20/07/03 02:23
Località: friuli

Postdi mhullei » 07/04/06 12:53

Ma tu auspichi veramente una società sul modello delle comunità dei figli dei fiori ?Una società in cui l'uomo non ha altro scopo se non quello di vivere , felice o infelice che sia , vegetando?.
Gesù Cristo diceva "Siate come i passeri " riferendosi allo spirito dell'uomo , altrimenti ci avrebbe dotato di ali.
Tu vorresti ridurre l'uomo allo stato animalesco ( seppur in senso buono),
farlo diventare una sorta di pecora il cui unico scopo sarebbe quello di riprodursi e brucare l'erba che il buon DIo fa crescere nei campi .
Questa è la tua concezione di felicità e di libertà?
Veramente deprimente.
Prova a guardarti intorno e chiediti chi ha costruito tutto quello che hai , tutto quello di cui hai bisogno per nutrirti,vestirti,viaggiare,imparare, curarti in caso di malattia,lavorare,formarti e quale comunità di figli dei fiori avrebbe mai potuto fornirtelo.
In cambio di cosa poi ?
Prova a chiederti come mai queste comunità sono scomparse malgrado nessuno avesse decretato un embargo nei loro confronti.
Le tue sono parole in libertà , fatico come gli altri a trovarci un senso ed un nesso.
Sono daccordo con te solo quando scrivi

Luna11 scherzi?.. io non volevo dire assolutamente questo!!!! i figli dei fiori sono stati una realtà.. una proposta di cambiamento ma molto molto estremista e provocatoria erano anni così, posso dire in modo assoluto di non condividere un simile modello di società...mah mi sembra di essere stato chiaro in quel post.
Ciao
Avatar utente
mhullei
Utente Senior
 
Post: 619
Iscritto il: 20/07/03 02:23
Località: friuli

Postdi mhullei » 07/04/06 14:49

Bene Dany
Qui non sono d'accordo, certo la situazione lavorativa attuale è catastrofica, ma secondo me la causa non sono solo le nuove Leggi. (Preciso che attualmente sono disocuppata con dei grossi problemi per trovare lavoro - quindi non è una replica di parte).
Ma il mio ragionamento è questo: Prendiamo esempio la Fiat visto che l'hai chiamata in causa. Allora una volta nessuno aveva l'auto, l'economia era in ripresa e quindi si riusciva a trovare lavoro in fabbrica, sia la Fiat che tutto il condotto che ne ha tirato su. Poi con il tempo tutti abbiamo acquistato la macchina, poi abbiamo acquistato anche la seconda (stessa cosa per i televisori e via dicendo).
Ora una famiglia media possiede: Due auto, due televisori, la lavatrice, il frigorifero, il microonde, la radio, il pc, il robottino tritatutto, ecc... Quando hai tutto ciò cos'altro devi acquistare????? E la fabbrica che costruiva questi oggetti e tutte le ramificazioni di fabbriche collegate ad un certo punto avranno un calo di vendite = licenziamenti e così via.

Ora spiegami tu come potresti migliorare l'economia, e parliamo solo dell' Italia, che ha creato quel consumismo che ha prodotto lavoro, che al momento ha saturato il mercato.

Già non è così semplice, con il consumismo abbiamo contribuito allo sviluppo di nuove tecnologie, ora ne abbiamo piene le scatole ;) ...(guarda che un po' scherzo)... secondo me era prevedibile un certo riflusso in questo senso.
Intanto c'è da tener conto che le auto si rompono che gli elettrodomestici non durano per sempre... ma mi rendo conto che questo non basta per poter garantire una certa quantità di lavoro per tutti. Una soluzione veniva ventilata alcuni anni fa .. si diceva: occorre diminuire le ore di lavoro a parità di salario, quindi più occupazione. Ora invece nelle fabbriche si nota un rialzo di ore straordinarie.. quelli che lavorano in un posto "sicuro" lavorano un maggior numero di ore annue in più.
C'è cmq sempre qualcosa da inventare.. inventiamo le case poco costose fatte di materiali alternativi, ricicliamo i vecchi materiali. Già se entri in questa ottica si aprono migliaia di progetti e posti di lavoro.
Si doveva per forza arrivare a questo punto e non solo in italia...
pare che le case automobilistiche ci abbiano già pensato, un'auto non deve durare più di 10 anni a quel punto ti salta la marmitta catalitica e la centralina di controllo...oltre alla normale usura e quindi la devi cambiare.
Tutti noi abbiamo il desiderio di avere una Tv al plasma, cambiare la cucina che è vecchia, cambiare il forno a micronde con un modello nuovo, ristrutturare la casa e così via... Tutto questo genera lavoro. Il fatto è che non ce lo possiamo permettere, quindi una cosa è legata all'altra.
Dalla abolizione della scala mobile (giusta o sbagliata che sia) da quella volta, al Euro, al aumento indiscriminato dei prezzi, la tua busta paga è rimasta pressappoco sempre quella, le tasse sono aumentate da destra a sinistra... a questo punto è chiaro che se ti rapinano al supermercato o in qualunque posto tu vada, non ti rimane denaro per rimettere in moto "l' economia"... è lampante il fatto che non cambi nulla in casa e tieni quello che hai. E' un circolo vizioso.
Se i prodotti avessero un prezzo ragionevole ci sarebbe più consumo, potresti lavorare di meno. Quindi miglioreresti l'assetto economico italiano ben due volte in un colpo solo.
Come trascurare il fatto che ci sono nuovi ricchi e sempre più ricchi da una parte, mentre il numero dei poveri aumenta e la povertà e sempre più povertà?
In questo form potrebbe esserci tranquillamente un futuro barbone tra i giovani, metti che una persona, un giovane viva con i genitori ed abbia un lavoro precario, metti che i genitori non posseggano una casa ma paghino l'affitto, metti che venga meno il denaro per pagare l'affitto. Ora un giovane con il lavoro precario non puo' sostenere le spese di un affitto, (le banche non fanno crediti ai precari) anche perchè essendo lavoratore precario potrebbe perdere il posto senza alcun motivo o causa... ecco il barbone..
Sarebbe ora di parlare di ripartizione sociale... ristabilire l'equilibrio domanda offerta. Occorre controllare i prezzi, non tutti possiamo aprire un negozio o inventarci una fabbrica. Occore che qualcuno cacci i soldi, non ti senti un po' derubata quando vai al supermercato?.. per esempio... senza andare in pizzeria o al bar?
In qualche modo gli italiani si sono impoveriti, ma i loro soldi sono finiti altrove. La tecnologia purtroppo è sempre al servizio del padrone, tu lavori e fai si che il padrone acquisti una macchina per sostituirti :-? ... il progresso ;) che ci vuoi fare.
Tu proponi quesiti solidi e ci si puo' discutere in maniera pratitica, sembra strano che tu sia una femmina... pensavo che i maschi fossero più... più... ;)
Senti ti passo questo link visto l'argomento iniziale del forum, è di un giornalista(credo) americano che ti spiega perchè lamerica doveva attaccare l'Afghanistan e l'Iraq... spero che qualcun'altro ci clicchi sopra... è lungo da leggere ed è stato tradotto abbastanza bene, ma se hai un po' di tempo, un po' per volta... http://www.namir.it/esaurimento/afghanis.htm
Avatar utente
mhullei
Utente Senior
 
Post: 619
Iscritto il: 20/07/03 02:23
Località: friuli

Postdi Alexsandra » 07/04/06 15:55

E' stata dura rileggersi tutto il topic ma ce l'ho fatta
Quelle 2000 vittime potrebbero essere state solo un minimo tributo da pagare per il funzionamento della "macchina" americana.
Potrebbero essere state sacrificate per il bene collettivo, di solito "loro" ragionano così.
..nei sui discorsi sull'america la chiama il simbolo della democrazia.. certo con il fosforo bianco, contro una popolazione che voleva difendere solo la propria terra, gli Iracheni non hanno fatto nulla all'america e continuano a morire a migliaia.. c'è un disegno ben preciso in tutto questo.Per avere il consenso della popolazione il governo americano terrorizza il suo popolo.Pensa che poco prima del conflitto...anzi mi correggo...prima della aggressione al Iraq, l'americano medio era convito che Saddam avesse il potenziale bellico di sbarcare sulle coste americane e di usare la bomba atomica.
Per concludere, tornando al 11 settembre chi ha visto Fahrenheit 11/9 può trarre le conclusioni che vuole ma io dico...gli Statunitensi si sono mai chiesti quale torto hanno fatto mai a Osama Bin Laden per vedersi tirare giù le torri?... io non l'ho ancora capito bene...
La mattina quando mi alzo, penso subito alla morte... vi sembra macabro?... forse sono depresso?... no non è così, se pensi spesso alla morte, hai piena coscienza di te stesso e prendi la vita come un dono e non come una tua conquista
Ahh già... parlo di valori, magari qui nessuno sa cos' è un valore. Polemica?... forse ... ma non ho letto nulla di meglio per ora. Tranquilli non voglio fare un monologo.
Nemmeno a me nessuno ha rubato, sono una persona a cui non manca nulla, sono veramente soddisfatto, denaro non mi manca, mi diverto continuamente, il lavoro mi piace e mi porta via poco tempo, ho una casa troppo grande un giardino da 7000 metri quadri, ho molte passioni Occhiolino ho quasi un centinaio di alberi e il tutto i serve come ispirazione per la pittura e per lo spirito.
Mah...senti dany è vero ho molto estremizzato ma l'ho fatto per provocare. Pare che se non provochi non ottieni risposte sincere...(PARE)
Terza cosa sono una persona a cui non manca nulla è vero ma mi accontento anche. Il denaro non l'ho fatto sulle spalle degli altri. Mi vergogno a girare con l'Audi di mia moglie. Lei che faccia quello che vuole.


Purtroppo devo dire che quì hai trovato quello che cerchi,le citazioni che ho messo sono una parte dell'enorme quantità di input che stai sforaggiando a tutti,manifestando una personalità "isterico/ossessiva"(in psicologia l'isterico vive nell'altro) e trovi quello che cerchi (gli utenti che rispondono) è un tuo modo di "demonizzare" i mali dell'umanità,criticare e non proporsi parlare e non venir ascoltati manifestare una discreta cultura ma perdersi nei meandri di quello che hai scritto è questo quello che ci hai fatto vedere

Non prenderla come un'offesa ma da esperta in materia è quanto traspare dai tuoi post,cerca di cogliere quello che tra le righe ti voglio dire e non usare la "pancia",ma il cuore e la mente che rimane ancora una grande sconosciuta per l'uomo (anche se Freud,Young e altri ne hanno ampiamente descritto gli aspetti).Più che una riflessione è un "delirio" evanescente e inconcludente che manifesta un'enorme e profonda insicurezza con una visione della vita che sfiora a larghi tratti il catastrofico.

Dimostrazione ne sarà la tua risposta a questo post(non riuscirai a farne a meno),come hai fatto con gli altri, tipico della tua "ipomaniacalità",mentre invece dovresti metterti in "discusione",rileggerti i post sopratutto di quelli che ti hanno risposto e accettare il fatto che esistono persone che vedono e vivono la vita in una prospettiva diversa dalla tua. Quello che per tè è un problema per altri invece non lo è,ma è giusto che sia così

Essendo nella sezione Off Topic chiunque può postare quello che vuole, a dimostrazione che esiste ancora la libertà e tanti altri valori,ampiamente espressi con gentilezza ed educazione dagli amici che hanno postato prima di mè,solo che tu non li hai saputi cogliere, vedi sempre il lato brutto delle cose che porta ad una visione della vita come ti ho sopra descritto,ma tutti abbiamo una parte brutta e una parte bella,dipende dall'equilibrio che ha una persona quale delle 2 parti vuole far emergere, invece tu cedi il potere della tua esistenza a quella brutta

Non è assolutamente necessario riuscire a capire tutto,è un modo per controllare la propria vita e le proprie emozioni, risolvere i problemi che affliggono l'umanità non è certo compito mio,tuo o di chissà chi,ci penseranni i potenti del pianeta,non mi affligge il fatto.

Nella vita esistono 2 tipi di problemi quelli risolvibili (pertanto non sono più un problema in quanto li ho risolti) e quelli non risolvibili (ma non mi affligge il fatto in quanto non essendo in grado di risolverli per mè non è più un problema) mentre sembra che per tè anche accendere la Tv sia un problema perchè non accetti quello che ti viene inviato,vuoi che "l'altro" sia diverso,ma puoi fare quello che vuoi che tanto "l'altro" non cambierà mai,o lo accetti così comè oppure innesci un conflitto che non avrà mai fine

Ti alzi la mattina e pensi alla morte,ma esiste,e solo per il fatto di esistere và accettata.Io l'ho provata in prima persona,ho da poco perso mio Padre,grande è il dolore e il vuoto che un evento come questo lascia,ma ancora più grande è il fatto di accettarla e "metabolizzarla" è difficile ma ricorda che rimane sempre una luce negli occhi di coloro che se ne vanno bisogna solo saperla coglierla e custodirla e vedrai che la morte non farà più tanta paura

"Vivere" ed accettare certe situazioni che la vita ci riserva è il vero segreto della felicità e dell'equilibrio,il raggiungimento di questo porta alla vera e totale espressione del "Talento" molte volte represso in un angolo del nostro "Io"

Mi fermo quì spero che tu riesca a cogliere il bello di questo mio post e magari ti fà riflettere se invece cogli il lato brutto allora.........

PS. Ho messo tra gli apici certi termini in quanto tecnici e non offensivi della persona
- Il primo fondamento della sicurezza non e' la tecnologia, ma l'attitudine mentale.

Win7 + Office 2003 Ita
Avatar utente
Alexsandra
Utente Senior
 
Post: 2358
Iscritto il: 09/01/06 20:31

Postdi mhullei » 07/04/06 19:50

Va bè Alexsandra
se rispondo sono ipomaniaco e se non rispondo che sono? :-?
Come mi devo comportare?...potevi anche mandarmi un consiglio però... questa è cattiveria pura e semplice. ;)
aspetto per rispondere....a te ... hai trovato quello che cerchi, guarda che potrei sfuggire come una anguilla, non ce la fai a starmi dietro, non farti confondere dal mio Arcangelo Avatar..
;) per ora sei andata abbastanza bene, non capisco alcune cose ma...appena posso chiedo.
Ciao
Avatar utente
mhullei
Utente Senior
 
Post: 619
Iscritto il: 20/07/03 02:23
Località: friuli

Postdi Alexsandra » 07/04/06 20:15

Dylan666 ha scritto:...Il punto fondamentale è che si può chiedere agli altri solo quello che si può chiedere a se stessi. Se vuoi che gli altri si attivino, attivati tu per primo. E secondo, tu non puoi pretendere che gli altri facciano come vuoi tu, perché grazie al cielo siamo in un paese libero.
mhullei ha scritto:.potevi anche mandarmi un consiglio però... questa è cattiveria pura e semplice.
aspetto per rispondere....a te ... hai trovato quello che cerchi, guarda che potrei sfuggire come una anguilla, non ce la fai a starmi dietro, non farti confondere dal mio Arcangelo Avatar..
per ora sei andata abbastanza bene, non capisco alcune cose ma...appena posso chiedo.
Vedi la differenza? il primo quote ha stile,equilibrio e rispetto,il tuo ha un vago sentore di minaccia :aaah :aaah basta toccarti nel tuo Io che usi sempre la pancia
Auguri
- Il primo fondamento della sicurezza non e' la tecnologia, ma l'attitudine mentale.

Win7 + Office 2003 Ita
Avatar utente
Alexsandra
Utente Senior
 
Post: 2358
Iscritto il: 09/01/06 20:31

Postdi mhullei » 07/04/06 20:50

Dylan666 , a cui voglio bene dice
Il punto fondamentale è che si può chiedere agli altri solo quello che si può chiedere a se stessi. Se vuoi che gli altri si attivino, attivati tu per primo. E secondo, tu non puoi pretendere che gli altri facciano come vuoi tu, perché grazie al cielo siamo in un paese libero.


Non chiedo denuncio, non chiedo nulla diomio!!! :(
Non voglio che gli altri facciano quello che io non faccio o faccio, ho fatto una analisi a mio modo di vedere le cose... dov' è che ho scritto fate questo o quello?
Se qualcuno mi avesse detto che la guerra in Iraq è sacrosanta.
Se mi avessero detto che la le Torri le ha tirate giù propio Bin Laden.
Se qualcuno mi dicesse che le paghe ed il precariato sono OK per l'economia.
La verità è che nessuno mi legge con il cuore..eh? ;) ma con la pancia!!
Dammi una mano no?...tu hai capito quello che voglio dire?...non mi interessa se qualcuno è a favore o contrario o mi interessa relativamente... l'importante è ascoltare il parere degli altri, ma io qui non ho letto pareri... è questo che mi fa sentire solo.
Avatar utente
mhullei
Utente Senior
 
Post: 619
Iscritto il: 20/07/03 02:23
Località: friuli

Postdi Dylan666 » 08/04/06 14:07

Io quello che fai lo sintetizzarei così (sempre senza voler offendere): ti lamenti, spari giudizi sommari sulla società ma non sono mai critiche costruttive, perché ci dici di non essere il padreterno.

I casi solo allora semplicemente due:

1) non sei il padreterno, ma qualcosa nel tuo piccolo la puoi fare, allora falla e diccela, così vediamo se ci viene voglia di farla anche noi

2) non sei il padreterno e non si può fare nulla nemmeno nel proprio piccolo, quindi è inutle pure lamentarsi e denunciare

Voglio precisare che quando mi dici " hai capito benissimo quello che voglio dire" sei totalmente fuori strada: se avessi capito le tue idee potrei confrontarmi con esse, ma per ora posso solo giudicarle sommarie e confusionare , perché così mi appaiono
Avatar utente
Dylan666
Moderatore
 
Post: 38040
Iscritto il: 18/11/03 16:46

PrecedenteProssimo

Torna a Forum off-topic


Topic correlati a "Um'altro punto di vista sull'attentato dell'11 settembre!!":


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti