Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

Ho fritto la CPU?

Se il modem non funziona, hai problemi con la scheda video o non sai che processore scegliere entra qui!!

Moderatore: Caffey

Ho fritto la CPU?

Postdi Uncle Dan » 15/02/06 13:21

Ho di recente riassemblato un PC da lasciare sempre acceso come "fileserver" della rete domestica (parola grossa, 3 PC in tutto).
Lo stesso è basato su una m/b Gigabyte GA-7DX e un processore AMD K7 1333Mhz di prima generazione (A1333AMS3C), video Matrox Millennium G400 AGP, 1 lettore CD, 1 harddisk 80Gb (a breve 2). So che no è un granché, ma quello avevo disponibile. Per diverse settimane il PC ha lavorato (sempre acceso) senza problemi con temperature interne di 35-38°C e CPU di 70-75°C (mi sembrano accettabili dato il processore).
Poi una sera mentre ero lì davanti (per fortuna!) sento rumore e odore di bruciato e, preso dal panico, stacco corrente: penso di aver bruciato l'alimentatore, che è un po' sottodimensionato.
Dopo un giorno, ad un controllo tutto sembra ok, quindi decido di riaccendere il PC: si riavvia, fa lo scandisk e parte. Buttando un occhio al monitor della temperatura vedo CPU 100°C!!! Arresto la sessione correttamente (sarà stato acceso non più di due minuti) e ora sto pensando al da farsi.
Secondo voi ho fritto qualcosa? E soprattutto, dato l'impiego descritto, può bastare l'adozione di un dissipatore CPU un po' più robusto e di un alimentatore più potente per mantenerlo su temperature umane?
Pensavo a qualcosa di questo tipo:
Dissipatore Coolermaster Jet7 Acb-V83 In Alluminio[/url]
Alimentatore dual-fan da 300W, tipo Takei Pw300w2f
Eventuale ventola aggiuntiva case tachimetrica posteriore in estrazione d'aria
Grazie degli eventuali pareri.

EDIT: dimenticavo, non ho tentato alcun tipo di overclocking.
Uncle Dan
Jeep, PC e una palla a spicchi...
Uncle Dan
Utente Senior
 
Post: 243
Iscritto il: 24/07/03 16:39
Località: Bologna

Sponsor
 

Postdi patrix966 » 15/02/06 23:59

Ciao..sicuramente il fatto che la cpu stia a 100 non è normale..ma le altre temperature come stanno messe?
Anche perchè se il processore fosse bruciato non dovresti vedere nulla sullo schermo.. ;)
se così fosse stato allora sarei stato d'accordo con te e ti avrei consigliato per sicurezza di alzare il processore e di guardare se ci sono maccie o sfumature marroncine o nere..ma in questo caso,se si accende..non so.. :undecided:
Avatar utente
patrix966
Moderatore
 
Post: 2470
Iscritto il: 05/10/05 20:36
Località: Teramo

Postdi Uncle Dan » 16/02/06 09:30

Allora il processore ha un'aria del tutto normale ad una prima ispezione, non l'ho più riacceso perchè non ho pasta siliconica per rimontare il dissipatore: già che c'ero volevo metterne uno un po' più serio (ce n'era uno di quelli mooolto economici). Da qui la seconda parte della domanda, che alla fine si può porre così: pensate che un processore del genere possa reggere su un computer sempre acceso con un dissipatore adeguato, vista la nomea di "fornace" che ha? Grazie intanto a chi ha risposto.
Uncle Dan
Jeep, PC e una palla a spicchi...
Uncle Dan
Utente Senior
 
Post: 243
Iscritto il: 24/07/03 16:39
Località: Bologna

Postdi checco99 » 16/02/06 10:45

Posso solo dirti della mia esperienza dato che avevo montato lo stesso processore sul mio vecchio pc.

Credo che temperature di lavoro standard (senza programmi particolari caricati in memoria) intorno ai 75° siano comunque molto alte, considerando che messo sotto sforzo queste salgono anche di 10-15°. Le mie temperature "a riposo" erano sui 50-55° e solo sotto sforzo (conversioni video, videogiochi, ecc.) superavano i 70°.

Come sistemi di raffreddamento (conoscendo le problematiche relative al processore) avevo montato un dissipatore Zalman con una ventola Sunon a 4200rpm (parlo comunque di cinque sei anni fa, oggi c'è tranquillamente di meglio), inoltre nel case avevo una ventola da 8cm frontale in entrata e un'altra da 8cm sul retro in uscita, inoltre un sistema di raffreddamento per l'hd (una piattina con due ventoline montata direttamente sotto l'hd.

Certo il computer acceso sembrava stesse per decollare visto il rumore tipo elicottero, e d'estate ero costretto comunque a lavorare a case aperto, ma tenevo tranquillamente il compure acceso 8-10 ore al giorno ed è tuttora in ottimo stato (ce l'ha mio cugino).

Spero di esserti stato utile.
C99
checco99
Utente Senior
 
Post: 141
Iscritto il: 31/10/04 21:52

Postdi Uncle Dan » 16/02/06 14:05

checco99 ha scritto:Certo il computer acceso sembrava stesse per decollare visto il rumore tipo elicottero


E' proprio questo il problema: anche la mainstation (P4 3Ghz) fa un rumore simile e mi sono riproposto di silenziarla un po'. Sto cercando di capire qual è il miglior compromesso affidabilità/rumore, visto che non posso permettermi case fanless da 800€ e amenità simili (contando che ho 3PC ci andrebbe lo stipendio di 3 mesi!)

Grazie del parere, checco.
Uncle Dan
Jeep, PC e una palla a spicchi...
Uncle Dan
Utente Senior
 
Post: 243
Iscritto il: 24/07/03 16:39
Località: Bologna

Postdi checco99 » 16/02/06 16:15

Vabbè, pensa che ti sto parlando di un sistema assemblato circa sei anni fa, il mio attuale pc ha praticamente lo stesso numero di ventole ma fa un decimo del rumore. Una soluzione abbastanza efficace senza spendere troppo è scegliere ventole tachimetriche abbastanza grandi in modo da ridurre gli rpm a parità di quantità d'aria smossa (per farti capire adesso come frontale ho una termaltake tachimetrica da 12cm che immette area all'interno del pc e gira sui 1600rpm a regime arrivando max ai 2400 in caso di surriscladamenti - 9,90 euro), inoltre potresti scegliere un buon alimentatore silenziato (normalmente montano una sola tachimetrica da 12) che puoi trovare sui 50 euro, e un buon dissipatore x la cpu magari in rame che dovrebbe essere più efficace senza grandi differenze di prezzo.

C99
checco99
Utente Senior
 
Post: 141
Iscritto il: 31/10/04 21:52

Postdi luna11 » 23/02/06 00:27

Uncle Dan ha scritto:........
non l'ho più riacceso perchè non ho pasta siliconica per ...........................

Usa la pasta termoconduttiva in argento.
si riavvia, fa lo scandisk e parte. Buttando un occhio al monitor della temperatura vedo CPU 100°C!!! Arresto la sessione correttamente (sarà stato acceso non più di due minuti)

Forse ti converrebbe cercare la causa di questi 100 gradi dopo 2 minuti di accensione .
Ammesso che la CPU non abbia subito danni il cambio del dissipatore diventa indispensabile .
Ne trovi a pochi euro di ottimi , capaci di tenere la temperatura sotto i 50 gradi.
luna11
Utente Senior
 
Post: 3634
Iscritto il: 10/08/01 01:00

Postdi microguru » 15/03/06 13:53

Un K7 a 70° C mi pare un po' fuori dal mondo... sicuro che ci fosse la giusta quantità di pasta termoconduttiva e che facesse ben contatto con il dissipatore? Io tempo fa ho fritto un Athlon 1Ghz che è stato per 35 secondi senza ventola... Per una cpu del genere ti basta un buon dissipatore rame/alluminio, con una ventola 8x8 downvoltata.
**** COMMODORE 64 BASIC V2 ****
64K RAM SYSTEM 38911 BASIC BYTES FREE
READY.

Immagine
microguru
Utente Senior
 
Post: 1267
Iscritto il: 12/07/05 14:11
Località: Milano


Torna a Assistenza Hardware


Topic correlati a "Ho fritto la CPU?":


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti